ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Come vivremo con i robot? Una mostra al Vitra Design Museum

Una mostra sulle nuove interrelazioni tra uomo, robotica e design e le inevitabili questioni etiche, sociali e politiche che essi comportano

mostra-robot-vitra-design-museum

Raising Robotic Natives di Stephan Bogner, Philipp Schmitt e Jonas Voigt, 2016 © Jonas Voigt

Si intitola “Hello, Robot. Deign between Humand and Machine” la nuova mostra sui robot (appunto) appena inaugurata al Vitra Design Museum. E per tutti gli appassionati di robotica e di nuove tecnologie informatiche, nonché per tutti quelli che si pongono delle domande sul nuovo rapporto tra uomo, design e progetti automatizzati è senz’altro una mostra da non perdere.

 

Il fenomeno dei macchinari costruiti dall’uomo per i più vari impieghi è cominciato anni fa - basti considerare i primi elettrodomestici e le vetture - e non si è più fermato, diventando elemento fondamentale nella nostra quotidianità. Oggi ci spostiamo con treni che funzionano senza conducenti, usiamo droni per le consegne, sensori intelligenti per svolgere le più semplici operazioni e si parla di industria 4.0.

 

In tutto questo, il design svolge un ruolo centrale perché sono proprio i designer a creare le interfacce uomo-macchina. La mostra al Vitra Design Museum, che rimarrà aperta fino al 14 maggio, con una panoramica di ampio respiro mira ad analizzare l’attuale boom della robotica. Con più di 150 oggetti di design e d’arte, accompagnati da installazioni multimediali, citazioni cinematografiche e letterarie, propone le molte facce della robotica odierna, sollevando allo stesso tempo questioni etiche, sociali e politiche ad essa connesse.

 

Il percorso espositivo si snoda in quattro parti. La prima riguarda l’entusiasmo della modernità per il primo uomo artificiale, ed è incentrata sulla cultura popolare e su come essa abbia influenzato la nostra percezione dei robot. La seconda parte invece si focalizza sul rapporto tra industria e il mondo del lavoro, mentre la terza parte dell’esposizione mostra come la tecnologia sia diventata parte integrante della vita di tutti i giorni, da assistente nei lavori domestici ad amico virtuale. La quarta e ultima parte analizza la fusione tra uomo e robotica, che appare evidente quando ad esempio viviamo in una cosiddetta smart city o in edifici adattivi.

 

E per sottolineare quanto la robotica sia diventata influente anche nell’architettura, nello spazio esterno del museo viene presentato Elytra Filament Pavilion: un baldacchino progettato secondo principi bionici, i cui singoli moduli sono definiti da un algoritmo e prodotti con l’ausilio di un robot industriale.

www.design-museum.de


di Maria Chiara Antonini / 14 Febbraio 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Il bello dell'artigianato

Dal Messico la tendenza di vendere solo prodotti local, pratici ma anche belli

accessori di design

[Design]

Cooking like a pro

La nuova scienza in cucina è mini, ma non rinuncia a niente

cucine di design

[Design]

Non è solo una sedia

Ray e Charles Eames el'invezione di un'icona del design del XX secolo

Oggetti di design

[Design]

L'armadio dei sogni

Classico o moderno? I nostri sei preferiti per la camera da letto

Arredi di design

[Design]

Cuba is...

120 immagini per scoprire un'isola che cambia

mostre

[Design]

Artissima & Co.

Annessi e connessi alla fiera di arte contemporanea più importante d'Italia

fiere

[Design]

Che ore sono?

Aspettando l'ora solare, un’occhiata all’orologio, meglio se di design

accessori di design

[Design]

Come nasce un orologio di lusso

Qualità, bellezza, longevità, ecco la ricetta di Sekford

orologi di design

[Design]

Tutto sugli Eames

Una grande retrospettiva al Vitra Design Museum

mostre

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web