ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Triumph e Barbour International con una moto alla Steve McQueen

È un omaggio al motociclismo d'altri tempi il nuovo gioiello dei due colossi britannici, un crossover tra moda e motori in salsa vintage

moto-triumph-barbour-international-eicma-2016

La moto progettata da Triumph e Barbour International Triumph Thruxton R, con il suo stiule vintage e i dettagli sartoriali, è un omaggio al motociclismo d'antan

Il motociclismo in Gran Bretagna ha due icone, una si chiama Triumph, l'altra Barbour International (vi ricordate di quella giacca che spopolava negli anni 90? ecco, sonoloro). Nel caso quest'accoppiata non bastasse, i due hanno deciso di coinvolgere anche i migliori customizzatori britannici di moto, Down e Out Café Racers per personalizzare la Triumph Thruxton R, incantando i visitatori dell'EICMA 2016.

Un connubio tra moda e motori inedito, dal risultato sorprendente: se Triumph ci mette l'hardware, la livrea è squisitamente Barbour International, con una carena in alluminio d'ispirazione vintage e dettagli sartoriali come i bottoni a pressione della famosa giacca usati come tappi per i bulloni e la sella con il tessuto in cotone cerato che è diventato un marchio di fabbrica. La cintura delle giacche trova qui una nuova funzione e protegge il serbatoio del carburante in metallo spazzolato, messo in evidenza dalle strisce gialle che corrono fino in fondo al codino di alluminio laminato a mano.

Completano il tutto i piccoli megafoni che amplificano il rombo del motore e le foto scattate nei pressi del faro Barbour Beacon a South Shields, dove il marchio ha sede dal 1894 per raccontare un oggetto che celebra l'industria britannica ma anche lo spirito più autentico del motociclismo, quello incarnato da Steve McQueen, che interpreta la vita come una strada da affrontare piegandosi ad ogni curva.

www.barbour.com

www.triumph.co.uk

SCOPRI ANCHE:
 Il cuore elettrico di un'icona


di Carlotta Marelli / 18 Novembre 2016

CORNER

Design collection

[Design]

Il successo di un no-brand

Muji non rivela mai i nomi dei designer con cui collabora: ecco perché

Arredi di design

[Design]

Orologi senza tempo

Segnatempo di nuova generazione e materiali super

lifestyle

[Design]

Gli oggetti di Miart

Dalla fiera dell'arte contemporanea, meglio della sezione Objet

mostre

[Design]

MiArt a colpo d’occhio

Guida al meglio della fiera d’arte di Milano

mostre

[Design]

Bouquet 4.0

I canoni estetici delle composizioni floreali stanno cambiando

Costume

[Design]

Tappeti d'autore

Oliva Sartogo invita 8 grandi architetti a confrontarsi col tappeto

Textile design

[Design]

50 anni di Odissea nello spazio

L'incredibile accuratezza della visione di Stanley Kubrick

Costume

[Design]

I fiori a km 0

Dopo il cibo, il movimento slow contagia anche i fiori

Costume

[Design]

Quando il museo ti fa ballare

60 anni di clubbing in mostra al Vitra Design Museum

Mostre

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web