ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Una notte con Nathan Sawaya e Le Cannibale a Milano

La Fabbrica del Vapore celebra The Art of The Brick, la mostra dell’artista americano che ha scelto di realizzare le suo opere con i mattoncini Lego

Un milione di mattoncini Lego per oltre 100 opere: premiata da un successo mondiale, la mostra di Nathan Sawaya The Art of the Brick è in questi giorni a Milano, seconda tappa italiana dopo Roma per un evento che ha visto la partecipazione di milioni di visitatori. In un’area di oltre 1600 mq allestita presso i suggestivi spazi della Fabbrica del Vapore di via Giulio Procaccini 4, sono esposte al pubblico fino al 29 gennaio le creazioni realizzate dall’artista americano che ha donato un’identità artistica alle costruzioni realizzate con il Lego.

Per chi non avesse ancora visitato la mostra, l’appuntamento da non perdere è la serata di venerdì 13 gennaio 2017, dove a partire dalle 22 fino alle 3.00 di notte sarà possibile partecipare a uno specialissimo opening notturno dedicato alle stupefacenti sculture di Sawaya che mescolano arte e divertissement, godendo dell’intrattenimento musicale a cura di Le Cannibale.

Organizzata per accogliere i tantissimi appassionati dell’inossidabile gioco di costruzioni nato in Danimarca nel lontano 1932, l’esclusiva Notte Bianca permetterà di conoscere in una veste serale ancora più suggestiva le potenzialità espressive delle opere in mostra, in parte originali e in parte ispirate a grandi capolavori del passato come la Gioconda e la Venere di Milo, la Ragazza con l’orecchino di Perla e l’Urlo di Munch, solo per citarne alcuni.

Anche se sono fatte con i semplici moduli del Lego, e sembrano facilmente realizzabili se si hanno disposizione grandi quantità di pezzi, tutte le creazioni 2D e 3D in mostra le sono la dimostrazione della genialità del 43enne artista statunitense, che le ha concepite e pazientemente assemblate, lanciando un ponte tra cultura di massa e arte. 

artofthebrick.it


di Laura Pastorino / 13 Gennaio 2017
tags:

mostre , Milano

CORNER

Design collection

[Design]

Il suono dell'architettura

Al Design Museum Holon una mostra sul rapporto tra suono e design

mostre

[Design]

Un'Abarth in versione marinara

Riva e Abarth lanciano Abarth 605 Rivale in serie limitata

Automobili di design

[Design]

La top 7 di documenta 14

7 cose da non perdere alla manifestazione d'arte di Kassel

fiere

[Design]

In barca sul lago d'Iseo

In gita sull'ultimo yacht di lusso dei cantieri Riva

Barche

[Design]

In Sardegna con le spalle al mare

7 posti segreti dell'entroterra sardo da scoprire

itinerari

[Design]

Tu lo conosci HENSE?

Il writer che dai muri di Atlanta ha conquistato l’America

design e arte

[Design]

Treni, arte e nostalgia

Viaggi indimenticabili col mezzo più romantico che c’è

itinerari

[Design]

Goldie rivela chi è Banksy

Gaffe del produttore durante un'intervista radiofonica

street art

[Design]

Ci vediamo a Roma?

Le mostre più belle da vedere in questi giorni d’estate

mostre

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web