ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Nendo disegna le uniformi della squadra di rugby della Waseda University

Il designer nipponico Oki Sato ripensa il carattere di un team: dall'abito al logo, dal gadgets alla mascotte

nendo-uniformi-rugby-football-team-asics-waseda-university-tokyo

Le uniformi della Waleda Football team di Rugby disegnate da Nendo

Nendo e lo sport. La squadra di rugby della Waseda University di Tokyo si è affidata al designer Oki Sato per la cura di un progetto di rebranding che, oltre alle uniformi, disegnasse un nuovo carattere ai i suoi atleti.

Dopo aver affrontato gli ultimi sette campionati con risultati poco soddisfacenti, la direzione del team ha deciso di modificare l’approccio partendo da un progetto che non fosse solo sportivo ma anche, e soprattutto, di comunicazione e immagine. Grazie all’affiancamento di una sponsorship tecnica con ASICS, Nendo ha sviluppato una linea d’abbigliamento che, attraverso una serie di accorgimenti di design applicato al corpo e alla morfologia umana enfatizzasse le doti fisiche dei giocatori.

Lavorando sui colori della squadra - il rosso scuro e il nero a righe orizzontali -, lo studio guidato da Oki Sato ha stretto il girovita delle t-shirt e definito con più intensità il torso scegliendo un tessuto tecnico con inserti in silicone che permettesse di sottolineare la muscolatura. Spezzando invece le fasce di colore orizzontali, è stata creata una V che diventa una W, con un voluto effetto a catena, quando i membri della squadra sono vicini. “BE THE CHAIN” è infatti il claim, stampato anche all’interno del colletto, una sorta di coreano a tre-quarti, adottato dal team da quest’anno.

Per misurare le prestazioni di ogni atleta e permettere di perfezionarle in fase di allenamento, Nendo ha inserito un piccolo device tecnologico in una tasca dietro al colletto, una sorta di etichetta rialzata, che contiene un GPS per misurare la velocità di scatto e la distanza percorsa durante le fasi di gioco.

Noto per lo stile elegante e trasversale, capace di declinarsi ad ogni tipo di design, Nendo ha impresso a questo progetto un’estetica ludica che va dalla classica sciarpa da tifoseria a una serie di simpatici pupazzetti. Un progetto che ammicca ironicamente al mondo degli spokon (gli anime e i manga a tematica sportiva), mentre nella campagna foto e video ne recupera l’esasperato senso di epicità. 


di Manuele Menconi / 21 Dicembre 2016

CORNER

Design collection

[Design]

Dal supermercato alla passerella

Sulle passerelle spopola un accessorio impensabile

Moda e Design

[Design]

Una mostra en plein air

La mostra di Fabrizio Ferri per la Milano Fashion Week

mostre

[Design]

Istantanee da favola

La Norvegia sospesa tra uomo e natura di Guneriussen

Costume

[Design]

Pianeta Ettore Sottsass

Una mostra "intima" racconta il suo mondo alla Triennale di Milano

mostre

[Design]

Helsinki, a caccia di design

Un tour nei 15 place to be dello stile scandinavo

Itinerari

[Design]

Le facce dell’Ordine

Una mostra a Milano usa il design per raccontare il presente

mostre

[Design]

Libri d'autunno

5 idee (+1) da leggere nel mese di settembre

libri di design

[Design]

Una grande notte a Cupertino

iPhone X e le altre novità presentate da Apple

Tecnologia

[Design]

Bianco e nero

La Grecia inedita dell’architetto e fotografo Karatzas

progetti

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web