ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Gli oggetti per la casa si stampano in digitale

Firme importanti e un nuovo articolo ogni 14 giorni: sono i segni particolari di OTHR, hub di design e ‘fabbrica 4.0’

Oggetti per la casa, stampati in 3D: la tecnologia digitale guida le creazioni del brand OTHR, progettate da un gruppo di importanti designer internazionali.

Lo storytelling del marchio è interessante come le proposte in catalogo, mix ideale di ricerca estetica e funzionalità. Fondato a maggio scorso da Joe Doucet, Dean Di Simone e Evan Clabots, tre industrial designer con studio a New York e percorsi innovativi nella propria carriera professionale, OTHR è hub di design e ‘fabbrica 4.0’ al tempo stesso. Con una concezione che si distacca dal modello tradizionale d’impresa, una vendita on demand e una tecnologia ‘rivoluzionaria’, il brand vuole essere altro, come spiega il nome, abbreviazione di other.

Ciascuno degli accessori per la casa viene prodotto, ovvero stampato in 3D, unicamente quando è ordinato on line. Significa meno scarti e quindi riduzione dell’impatto ambientale. Non solo, dopo i primi 12 prodotti lanciati all’avvio dell’attività, attualmente nasce un nuovo articolo ogni 14 giorni, creato da un nuovo designer che si aggiunge al dream team di OTHR. Tempi così rapidi di sviluppo sono resi possibili dalla flessibilità della manifattura digitale che consente la massima libertà di progettazione, con soluzioni formali inaspettate, impensabili per i materiali impiegati.

OTHR accompagna ogni prodotto, in edizione numerata, con un certificato di autenticità per condividere con l’acquirente il processo di creazione. Ma si tratta solo di una fase iniziale, sottolineano i fondatori del brand: “stiamo sperimentando sistemi di stampa 3D anche nell’ambito tessile e siamo orientati all’utilizzo di qualsiasi tecnologia innovativa che si muova nella direzione di un design di alto livello ‘on demand”.

www.othr.com

SCOPRI ANCHE:
Una mini casa a stampa 3D ad Amsterdam
Maison 203 lancia l'uccellino a stampa 3D
I gioielli in stampa 3D di Monica Castiglioni


di Silvia airoldi / 2 Gennaio 2017

CORNER

Design collection

[Design]

La schiscetta 4.0

Lunch box: pranzare al sacco senza rinunciare al design

accessori di design

[Design]

La cucina come piace a lui

Acciaio, nero opaco, tecnologia: la cucina che piace agli uomini

Costume

[Design]

Un colore, un progetto

La maschera di Arlecchino secondo l'architetto Teresa Sapey

Costume

[Design]

Architettura da indossare

10 accessori moda P/E ispirati ad architetture famose

moda e design

[Design]

I cani di Wes Anderson

Cosa si sa del nuovo film in stop motion Isle of Dogs

Costume

[Design]

Vintage mon amour

5 indirizzi (web) per trovare gioielli d’altri tempi

arredi di design

[Design]

La vera storia del dado

Quando il design gioca a dadi: la verità sulla forma cubica

Costume

[Design]

Nomad St. Moritz

Design da collezione: cosa c'è di nuovo? Ecco 5 tendenze

Arredi di design

[Design]

2018... al muro!

Le tendenze 2018 per la carta da parati decretate dall’e-commerce

Arredi di design

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web | Comunicato tariffe politiche elettorali