ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Come nascono gli orologi di lusso che tutti si possono permettere

Sekford ha trovato la sua ricetta di successo per farsi largo in una nicchia riservata a pochi

orologi-di-lusso-sekford

Fondata nel 2015, Sekford si è imposta da subito come una delle realtà più interessanti nel panorama degli orologi di lusso. I tre fondatori, il direttore creativo Kuchar Swara (leggi anche → Se per te il lusso non è ostentazione, questo orologio fa al caso tuo), il watch designer Cédric Bellon e l’industrial designer Pierre Foulonneau, hanno messo a sistema i loro background differenti per offrire qualcosa di unico in una nicchia altrimenti già molto affollata. Il loro primo modello 1A marca già un chiaro statement, perseguito e confermato anche con le varianti successive.

Una squadra allargata, convinta che l’eccellenza del lavoro artigianale risieda nella collaborazione. Per questo, Sekford si rivolge a interlocutori diversi per ogni esigenza, per arrivare a un prodotto finale ineccepibile sotto ogni punto di vista.

Qualità, bellezza e longevità, questi principi del brand di orologi unisex. Tratti distintivi degli orologi Sekford sono allora il quadrante in cristallo a doppia cupola, vero virtuosismo, che incastona le lancette che ne seguono la curvatura. Il cinturino è invece in cuoio Bridle e Shell Cordovan, proveniente da una delle concerie più antiche del Derbyshire, ideale trait d’union con l’Inghilterra. Affezionati infatti alla tradizione inglese, il nome stesso del brand deriva dalla Sekforde Street, strada storica di mastri orologiai, che, a inizio secolo scorso, ospitava persino le officine Rolex.

Il meccanismo è invece interamente realizzato in Svizzera, secondo la stringente Swiss Made Regulation. La cassa è poi decorata con il logo, una volpe, animale campagnolo e cittadino, antico e moderno, disegnato dal noto incisore Mark Wilkinson.

Ripetute visite al Museo dell’orologio a Londra hanno infine ispirato il carattere del quadrante, frutto della collaborazione con Commercial Type, e che si ispira al Chiswick, un font locale utilizzato tra XVIII e XIX sec. estremamente sottile e luminoso.

Un orologio di lusso dunque, che prende il meglio da ogni settore tecnico e li riunisce nei suoi modelli, i cui esemplari sono numerati, ma non per questo destinato a pochi eletti. Il prezzo accessibile infatti punta a un mercato più ampio. Orologi chic, per uomini e donne con stile personale e non fossilizzati sul vintage. Un orologio moderno per persone moderne, capace di adattarsi al mondo, proprio come una volpe.

www.sekford.com

LEGGI ANCHE:
L'orologio di vetro di Tokujin Yoshioka
Issey Miyake e i 9 orologi da polso da prendere al volo


di Stefano Annovazzi Lodi / 17 Ottobre 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Tavola di design per Thanksgiving

Studio Milo firma la mise en place per il Giorno del Ringraziamento

accessori di design

[Design]

Orizzonti cinesi

Cina e Made in Italy: nuovi scenari e vecchi luoghi comuni da sfatare

design summit

[Design]

Fragranze di design

4 sofisticati profumatori per ambienti per arredare con stile

Oggetti di design

[Design]

La gioielleria secondo Ferré

In mostra a Torino le creazioni orafe dello stilista-architetto

mostre

[Design]

Artigianalità italiana a Londra

Bottega Veneta presenta in una villa palladiana il saper fare italiano

Moda e design

[Design]

5 pezzi di design per sempre

Un mix perfetto che trascende il tempo

Oggetti di design

[Design]

Il futuro del design italiano?

Ecco chi sono i 45 designer under 40 in mostra a Roma

mostre

[Design]

La Milano delle moto

In occasione di Eicma un tour tra le officine più belle

Travel

[Design]

"Questioning Pictures"

All'Osservatorio Prada un'indagine fotografica di Stefano Graziani

mostre

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web