ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Paris Fashion Week: le 5 scenografie più belle delle sfilate

Set mozzafiato tra basi spaziali, pellicce colorate e tuffi nel passato: le case di moda hanno saputo stupire ancora una volta

La base spaziale di Chanel al Grand Palais di Parigi per la collezione autunno-inverno 2017/18

La Paris Fashion Week, e il fashion month in generale, hanno visto nelle collezioni moda delle prossime due stagioni un grande tema ricorrente: quello del timore nei confronti dell'epoca socio-politica attuale. Anche la moda, dopotutto, è uno di quei linguaggi che cercano di sradicare la paura e il pregiudizio grazie all'incredibile fiuto degli stilisti (leggi anche → Donald Trump fa bene agli artisti?).

Quale soluzione migliore allora, oltre alla voluta provocazione degli abiti, di scordarsi almeno per un attimo della realtà? Ecco le 5 maison che durante la Paris Fashion Week ci hanno catapultato al meglio nel loro micro-universo alternativo.

Chanel, come sempre grazie al genio di Karl Lagerfeld, ha dato vita ad una vera e propria base spaziale, con un razzo pronto a bucare la splendida cornice del Grand Palais di Parigi. Un set up sci-fi e total white, che non ha messo da parte l'identità storica della casa di moda, dai motivi bianchi e neri rintracciabili nella scenografia al tweed e alle linee classiche in passerella.

Miu Miu, con le sue scenografiche colonne e scalinate ricoperte di finta pelliccia color lavanda, ha invece voluto rappresentare la "follia del glamour di fronte all'incertezza del futuro". Ribadita nella collezione, in cui la faux-fur ha continuato a fare da protagonista tra tonalità pastello e sgargianti. Un paese delle meraviglie in versione soffice. 

In occasione della sua ultima collezione per Chloé, Clare Waight Keller ha portato in passerella il tema dell'evasione dalla realtà, "non politica, ma è dove la gente va quando si sente colpita da ciò che sta accadendo alla cultura odierna". Con un decoro minimal ed etereo che ricorda la dimensione onirica, con un tocco anni '60 di grande stile.

Il futurismo di Issey Miyake è riuscito a invadere anche la Grande Salle dell'Hotel de Ville di Parigi: il set up della sfilata ha saputo fondere al meglio contemporaneità e dimensione storica, grazie a un abile gioco di luci colorate perfettamente abbinate alle sorprendenti creazioni in passerella.

Infine, uno degli show più coinvolgenti della Paris Fashion Week è stato quello di Rihanna. La cantante ha fatto sfilare le sue creazioni Fenty Puma nella grande sala circolare della Biblioteca Nazionale di Francia, trasformandola in una vera e propria high school americana. Una scenografia mozzafiato che ha mostrato due facce completamente diverse grazie all'abile illuminazione, prima calda e accogliente, poi fredda e tenebrosa.

LEGGI ANCHE → Milano Fashion Week: le 8 sfilate più belle


di Essia Sahli / 15 Marzo 2017

CORNER

Design collection

[Design]

In Sardegna con le spalle al mare

7 posti segreti dell'entroterra sardo da scoprire

itinerari

[Design]

Tu lo conosci HENSE?

Il writer che dai muri di Atlanta ha conquistato l’America

design e arte

[Design]

Treni, arte e nostalgia

Viaggi indimenticabili col mezzo più romantico che c’è

itinerari

[Design]

Goldie rivela chi è Banksy

Gaffe del produttore durante un'intervista radiofonica

street art

[Design]

Ci vediamo a Roma?

Le mostre più belle da vedere in questi giorni d’estate

mostre

[Design]

Slow travel di lusso sulle Ande

Perù: da Cuzco a Tititaca a bordo di un treno mozzafiato

itinerari

[Design]

Pubblicità d'epoca

In mostra i manifesti pubblicitari che hanno fatto la storia

mostre

[Design]

Niente hotel, dormo in auto

3 tende da tetto per auto di ultima generazione

auto di design

[Design]

Tutto il design di Rotterdam

5 indirizzi imperdibili per tutti i design lovers

itinerari

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web