ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il Maestro Ettore Sottsass in una monografia

L'editore Electa-Phaidon presenta a Milano il libro tributo ad un personaggio tra arte, design, architettura e moda

Un omaggio ad un Maestro del design. La location è la Galleria Carla Sozzani al numero 10 di Corso Como a Milano. Oggi, 10 giugno 2014, a partire dalle ore 18.30, l'editore Electa-Phaidon presenta la monografia Ettore Sottsass” a cura di Philippe Thomé. A sette anni dalla sua scomparsa, un volume tributo ad un personaggio che è riuscito a spaziare nei più diversi campi dell’arte, eccellendo in tutti.
Ci sono artisti facili da raccontare, basta ispirarsi alla loro biografia e alle loro opere. Poi c’è Ettore Sottsass, che con una vita fuori dal comune e opere mai convenzionali sfugge a ogni possibile definizione. Una cosa è certa: aveva grande immaginazione e intuito, passione per quello che faceva e un indomito coraggio, fondamentale quest’ultimo per trasformare idee interessanti in progetti geniali.

Ha disegnato arredi quando era direttore artistico di Poltronova nel 1957, e ceramiche per il newyorkese William Hunter. Ha progettato macchine da scrivere e computer per Olivetti, e reinterpretato la tradizione orientale disegnando ceramiche ispirate al trascendentalismo. E’ stato esponente del movimento Radical Design, contribuendo nel 1973 alla fondazione di Global Tools. E non solo. Ha creato mobili anche per la collezione BauHaus I di Studio Alchimia nel 1979 e firmato molti progetti architettonici. Ha dato vita ad ardite sperimentazioni fondando il gruppo Memphis nel 1981, prendendo spunto, per il nome, dalla canzone del suo amico Bob Dylan “Stuck Inside of Mobile with the Memphis Blues Again”.

Negli Anni 80 poi si è sbizzarrito disegnando servizi per Alessi, gioielli per Cleto Munari, mobili, vetri e ceramiche per Design Gallery Milano e piatti per Swid Powell. Ettore Sottsass ha fatto del colore e della continua sperimentazione materica e funzionale i suoi stilemi inconfondibili, e tutta la sua vita è stata un incredibile tributo all’arte. Come si può dunque definire un personaggio così poliedrico? Probabilmente un modo non c’è, e forse non avrebbe neanche senso. Molto meglio allora sfogliare questo nuovo libro, lasciandosi affascinare dalla sua irrefrenabile fantasia.

Sito:
www.phaidon.com


di Maria Chiara Antonini / 10 Giugno 2014

CORNER

Design collection

[Design]

Alla ricerca del sole

LRNCE, il brand tra artigianato marocchine e design contemporaneo

textile design

[Design]

La forma della pasta

I cibi del futuro cambieranno forma? Il MIT dice di sì

tecnologia

[Design]

La barca a vela del futuro

Philippe Starck firma il nuovo colosso della nautica

Barche

[Design]

Progettare con uno scopo

8 progetti degli studenti della Central Saint Martins di Londra

Progetti

[Design]

Coffee Break!

5 tazzine d'autore per bersi un caffè senza rinunciare al design.

design e artigianato

[Design]

Non chiamatelo gommone

Tecnorib svela la nuova ammiraglia, veloce e comoda, per Pirelli

Barche

[Design]

Smartwatch alla Vuitton

Il nuovo orologio della Maison per globe-trotter di lusso

Orologi di design

[Design]

Land art nel parco

La villa palladiana più bella d'Inghilterra ospita la mostra di Richard Long

mostre

[Design]

Un viaggio nell'arte

Le strade di Nantes si vestono d'arte per l'estate

Itinerari

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web