ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Rado Star Prize 2017 premia i suoi finalisti all’insegna di innovazione e sostenibilità

La casa svizzera di orologi di lusso annuncia i finalisti del premio internazionale che ha lo scopo di promuovere il lavoro di giovani designer

rado-star-prize-2017-finalisti

Il brand svizzero di orologi Rado ha lanciato la seconda l’edizione italiana del Rado Star Prize, un premio internazionale che ha lo scopo di promuovere il lavoro di giovani designer.

Da sempre in prima linea nella corsa all’innovazione,  la casa di orologi di lusso ha chiesto agli studenti dei corsi della School of Design e School of Fashion di Istituto Marangoni di immaginare il 2117 e di anticiparne le tendenze. I partecipanti sono stati chiamati a immaginare un prodotto nel loro campo di ricerca (fashion o design) e a pensare come svilupparlo per il mercato di oggi.

La vincitrice - premiata dalla giuria presieduta dal designer Giulio Cappellini con il vicepresidente prodotto Rado Hakim El Kadiri, la trend forecaster Lidewij Edelkoort, il direttore di Elle Decor Italia Livia Peraldo Matton e il direttore di Istituto Marangoni Paolo Meroni - è Mijal Lebel, una vera pioniera della moda del futuro.

Mijal  si aggiudica il premio della categoria Best Interior Design con il suo "Tessuto Cellulare". 

The cell textile è quanto di più futuristico si possa pensare. Immaginando una banca dati biometrica personale, ognuno di noi potrebbe disporre di una seconda pelle adatta alle nostre esigenze, capace di mutare seguendo il mutamento delle condizioni esterne. Una membrana biologica, originata da una singola cella madre, che da pellicola amorfa assumerà diverse forme e strutture e colori. Impermeabile, traspirante, oppure isolante, sarà capace di adattarsi personalmente alle nostre attività biologiche.

Mijal vince così, oltre a un orologio Rado, la possibilità di collaborare con Giulio Cappellini per la realizzazione di un concept watch per la casa svizzera.

Ma la competizione non finisce qui: in palio c’è infatti ancora il premio della giuria popolare. In concorso altri due finalisti: Giulia Zenucchi (per la categoria Best Fashion Design) propone 3-H24, un outfit elegante, in un nuovo, innovativo materiale, in Soybean Protein Fiber. Una stampa a inchiostro fotoluminescente e fotocromatico permette di avere lo stesso vestito in tre varietà cromatiche differenti; e Bibimaryiam Mussakhanova (per la categoria Best Industrial Design), il cui progetto Proteus propone un arredamento modulare, capace di cambiare secondo le esigenze dell’utente.

Per votare c’è tempo fino al 30 maggio, all’indirizzo radostarprize.rado.com/italy . Dite la vostra e date una possibilità ad design che sognate di avere un futuro.


di Stefano Annovazzi Lodi / 9 Maggio 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Matera contemporanea

6 motivi per cui Matera è straordinaria

itinerari

[Design]

Ping pong di design

Dopo questi tavoli il gioco non sarà più lo stesso

Arredi di design

[Design]

Il design si studia in TV

I documentari più belli da scoprire su Netflix

Costume

[Design]

Dormire tra le nuvole

Letti a castello a scomparsa e sospesi: ecco 3 proposte di design

letti di design

[Design]

Mi casa es tu casa

4 poltrone letto di design per ospiti inattesi

Arredi di design

[Design]

Ritorno alle origini

Due giovani designer riscoprono tecniche antiche e fibre naturali

Arredi di design

[Design]

Less is more!

L'essenzialità dal minimalismo al riduzionismo

Costume

[Design]

La bellezza imperfetta di Cocò

Le ceramiche spagnole di Cocotera Fernandez

accessori di design

[Design]

Il mondo Ikea in esclusiva

Ce lo racconta il Responsabile Design: Marcus Engman

Ikea

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web