ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Realtà virtuale, il nuovo modo per viaggiare (e pianificare le vacanze)

Esperienze immersive ma anche nuove applicazioni e servizi per chi viaggia: la VR rivoluzionerà il settore travel

realta-virtuale-viaggi-vacanze
© Google

“È ben difficile, in geografia come in morale, capire il mondo senza uscire di casa propria”, diceva Voltaire. Una citazione saggia, ma da aggiornare ai tempi contemporanei. Con l’introduzione della realtà virtuale, infatti, non solo possiamo “viaggiare” senza muoverci dal nostro salotto ma anche pianificare, scegliere, prenotare viaggi e vacanze sfruttando funzionalità che stanno prendendo sempre più campo. Questa tecnologia multimediale e immersiva, capace di replicare un ambiente in cui è possibile simulare la presenza fisica, è destinata a rinnovare il settore travel da molti punti di vista.

Non possiedi ancora Oculus Rift, OSVR, HTC Vive, ovvero uno dei dispositivi più avanzati per avere accesso a questa dimensione parallela? Peccato: non potrai esplorare il pianeta senza limiti attraverso Google Earth VR, volare sulla punta dell’Empire State Building, sfiorare la superficie cristallina del Mar dei Caraibi, per poi atterrare sul tetto di casa tua. Non potrai neppure testare Realities, un'applicazione di viaggio virtuale che consente agli utenti di fare un’esperienza immersiva in remoti luoghi della Terra, accompagnati da un narratore che racconta le mete da una prospettiva personale (ad esempio l’ex carcerato che descrive la prigione di Alcatraz). E non potrai  visitare i più bei musei del mondo, avvicinandoti tanto così dal naso della Monna Lisa e senza dover fare la coda, grazie ad applicazioni come The VR Museum of Fine Art.
Tuttavia, se ti capiterà di attraversare la Manica in Eurostar quest’estate, potrai farti un’idea di cosa significa viaggiare in VR provando il visore VR in dotazione dei passeggeri per osservare il mondo sottomarino attraverso il tetto dello speciale treno Odyssey.

© Oculus Rift

© Eurostar

Esistono già vere e proprie agenzie che organizzano viaggi virtuali, ma tu resti convinto che non ne valga la pena. E che nessuna invenzione tecnologica potrà mai riprodurre la sensazione del sole e della salsedine sulla pelle, il relax di una vacanza in agriturismo, il sapore di un piatto di canederli gustati in un rifugio di montagna.
Siamo d’accordo. Tuttavia, queste giuste considerazioni non ti renderanno immune alla tentazione di entrare nel mondo della VR per migliorare - prima o poi - la tua esperienza di vacanza e viaggio.
Le applicazioni stanno velocemente aumentando anche per quanto riguarda la fase booking, consentendo ad esempio tramite realtà virtuale di entrare nelle camere degli hotel prima di prenotare, scegliendo la vista preferita, la terrazza meglio esposta, il bagno più spazioso sulla base di un tour estremamente realistico.
Un colosso come Expedia ha investito l’anno scorso un miliardo di dollari per introdurre l’uso della VR nella sua piattaforma, segno che la rivoluzione è alle porte. Di recente la compagnia spagnola Navitaire ha svelato il suo concept per la prenotazione di viaggi in cui l’utente, sospeso sul globo, esplora le destinazioni e quando trova quella che fa per lui può passare in VR attraverso l'intero processo fino al pagamento. Addirittura può scegliere il posto sull’aereo, passeggiando in cabina, o il tipo di auto da noleggiare, scandagliando l’abitacolo dall’interno.
A questo stanno lavorando anche grandi compagnie aeree come Qantas e British Airways, che hanno lanciato di recente interessanti esperimenti pilota.

© Google
Senza dimenticare i social network, che sono ormai parte integrante dell’esperienza travel per quando riguarda la condivisione e le recensioni: YouTube e Facebook sono già in grado di supportare contenuti fotografici a 360 gradi, che è il territorio anticamera della realtà virtuale. La compagnia di Mark Zuckerberg ha inoltre dichiarato a gennaio un investimento di tre miliardi di dollari in questa direzione e sta già raccogliendo migliaia di utenti sull'app social Spaces, in fase beta.
Prima di investire diverse centinaia di euro in dispositivi ultra-avanzati - che tra l'altro presentano controindicazioni come la sensazione di nausea causata dal livello di fluidità ancora insufficiente per ingannare il nostro cervello - puoi cominciare a varcare la soglia della terza dimensione in versione low-cost. Per meno di 20 euro puoi procurarti un kit base – ad esempio Google Cardboard - che ti consente di trasformare il tuo smartphone in un visore VR. Oppure puoi arrangiarti col fai da te: per contraddire Voltaire bastano un cartone della pizza, due lenti di plastica e le istruzioni di assemblaggio scaricate online. 

© Google


di Laura Ghisellini / 4 Agosto 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Il bello dell'artigianato

Dal Messico la tendenza di vendere solo prodotti local, pratici ma anche belli

accessori di design

[Design]

Cooking like a pro

La nuova scienza in cucina è mini, ma non rinuncia a niente

cucine di design

[Design]

Non è solo una sedia

Ray e Charles Eames el'invezione di un'icona del design del XX secolo

Oggetti di design

[Design]

L'armadio dei sogni

Classico o moderno? I nostri sei preferiti per la camera da letto

Arredi di design

[Design]

Cuba is...

120 immagini per scoprire un'isola che cambia

mostre

[Design]

Artissima & Co.

Annessi e connessi alla fiera di arte contemporanea più importante d'Italia

fiere

[Design]

Che ore sono?

Aspettando l'ora solare, un’occhiata all’orologio, meglio se di design

accessori di design

[Design]

Come nasce un orologio di lusso

Qualità, bellezza, longevità, ecco la ricetta di Sekford

orologi di design

[Design]

Tutto sugli Eames

Una grande retrospettiva al Vitra Design Museum

mostre

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web