ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Self-made design: la terza edizione di Source a Firenze

Intervista a Roberto Rubini, curatore della mostra di design autoprodotto in scena quest'anno dal 10 al 20 settembre

Segnate le date in agenda, perché dal 10 al 20 settembre torna a Firenze la terza edizione di Source, l’appuntamento con il design self-made, ospitato nella suggestiva cornice di Villa Strozzi e della sua Limonaia. Difficile definire l’evento: non è solo un’esposizione e non si tratta di una fiera. Ai 70 designer provenienti da 11 paesi diversi si affianca un ricco programma di talk e di workshop con finalità concretamente formative. Qualche esempio? Business modeling per designer, Il diritto d’autore, Strategie di comunicazione (qui il calendario completo).
Ne abbiamo parlato con il curatore Roberto Rubini, uno dei fondatori del progetto.

Perché Source?
È un progetto culturale nato dalla necessità di creare un contenitore a misura di designer offrendogli spazio, visibilità e opportunità. Quest'anno puntiamo a coinvolgere un pubblico più ampio, non solo di addetti ai lavori. Vogliamo che i partecipanti possano trarre vantaggi da formazione, relazioni e contatti. Credo che la peculiarità di Source, rispetto a molte altre fiere di settore, sia quella di offrire gratuitamente lo spazio di esposizione ai progettisti: questo ci permette di selezionare liberamente persone e progetti, e di ampliare un network che al terzo anno comincia a essere la nostra forza.

Parlaci della scelta di Firenze come sede.
Ogni progetto realizzato qui viene visto da migliaia di visitatori, vista l'ottima posizione geografica e la bellezza della città. A questo si aggiunge la tradizione artigiana e il ruolo strategico delle botteghe, il suo legame con il passato. Per noi che lavoriamo su un progetto volto a riscoprire proprio l'artigianalità unita all'innovazione, questa è una scelta perfetta. In più, io credo che Firenze abbia un enorme potenziale di sviluppo.

Un momento particolarmente significativo per voi.
Siamo stati selezionati dal bando Culturability, della Fondazione Unipolis, come uno dei 20 progetti più innovativi in campo culturale tra mille partecipanti. Anche se alla fine non abbiamo vinto, abbiamo acquisito la consapevolezza di avere in mano un’idea capace di poter contribuire alla crescita culturale del Paese.

Il feedback più interessante e la difficoltà più grande?
La risposta dei designer che apprezzano molto il format (e la gratuità abbinata alla qualità) è il migliore commento. Mentre abbiamo avuto molte difficoltà nel coinvolgere aziende e partner all’inizio, ma per questa terza edizione abbiamo già un'ottima rete. Questo credo sia un ulteriore livello su cui lavorare per il futuro.

Cosa possiamo aspettarci dal programma di settembre?
Rispetto alle scorse edizioni abbiamo più designer (sono 70, da tutto il mondo), e quindi più oggetti in esposizione. Il programma è più ricco anche in termini di offerta formativa, con workshop rivolti a designer e architetti, ma anche a chi vuole fare impresa. Una novità è che per la prima volta ci sarà un temporary shop con oggetti di design in vendita da 0 a 100 euro. Sarà operativo anche dopo l'evento, per due settimane di ottobre in centro a Firenze.

www.sourcefirenze.it


di Annalisa Rosso / 8 Settembre 2015

CORNER

Design collection

[Design]

Dormire tra le nuvole

Letti a castello a scomparsa e sospesi: ecco 3 proposte di design

letti di design

[Design]

Mi casa es tu casa

4 poltrone letto di design per ospiti inattesi

Arredi di design

[Design]

Ritorno alle origini

Due giovani designer riscoprono tecniche antiche e fibre naturali

Arredi di design

[Design]

Less is more!

L'essenzialità dal minimalismo al riduzionismo

Costume

[Design]

La bellezza imperfetta di Cocò

Le ceramiche spagnole di Cocotera Fernandez

accessori di design

[Design]

Il mondo Ikea in esclusiva

Ce lo racconta il Responsabile Design: Marcus Engman

Ikea

[Design]

Piscine Milanesi in scena

Un progetto fotografico dal sapore vintage firmato Stefan Giftthaler

fotografia

[Design]

Fenicotteri rosa ovunque!

Interior design, moda, social, la parola chiave è “flamingo”

Costume

[Design]

La città sui binari

Un hotel, una boutique e non solo, la città pop-up è in Danimarca

Design per il sociale

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web