ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Un giro del mondo con Steve McCurry e 6 orologi di lusso

Vacheron Constantin ha chiesto al famoso fotografo di condividere la sua visione del mondo in dodici scatti d’autore di sei luoghi unici al mondo

steve-mccurry-vacheron-costantin-uzbekistan

Steve McCurry impegnato in un shoot fotografico a Samarcanda in Uzbekistan una delle tappe del tour per illustrare la nuova collezione Overseas di Vacheron Constatin, interpretazione orologiera dello ‘spirito del viaggio’ secondo la Maison ginevrina

Vacheron Constantin, la più antica manifattura orologiera, ha scelto gli occhi di Steve McCurry: il famoso fotografo è stato invitato a condividere la sua visione del mondo tramite dodici scatti d’autore in sei destinazioni uniche al mondo.

Una maniera veramente singolare per illustrare la nuova collezione di orologi di lusso Overseas ovvero l’interpretazione orologiera dello ‘spirito del viaggio’ elemento che caratterizza la marca impegnata, da 260 anni, in un’attività produttiva senza interruzioni.

La passione con cui l’azienda si impegna nei processi di realizzazione di un orologio, dalla ricerca dei movimenti al design dei modelli, fino al paziente lavoro di assemblaggio manuale, sembra rispecchiarsi perfettamente nelle immagini di Mc Curry.

Per la seconda parte dell’Overseas Tour, Vacheron Constantin ho scelto sei nuove tappe, luoghi rari e inconsueti, che riflettono la capacità umana di immaginare, creare e trasformare. Si parte da Parigi e più precisamente dal suo Osservatorio Astronomico, il più antico al mondo tuttora operante e ancora oggi importante punto di riferimento della ricerca scientifica, per poi passare a Mosca con un’immagine inedita della Piazza Rossa vista dal tetto del magazzini GUM il cui accesso è stato permesso in esclusiva.

La tappa successiva ha portato McCurry nel sito del Crawick Multiverse: un autentico gioiello paesaggistico incastonato tra le colline scozzesi, dove l’ architetto e paesaggista Charles Jenks ha trasformato un’ex miniera di carbone a cielo aperto in un’opera d’arte fondata sullo spazio, l’astronomia e la cosmologia: un invito a viaggiare dal centro della Terra alle galassie più lontane. La terza tappa ha visto il leggendario fotografo a Chefchaouen in Marocco nella cittadina che da quasi un secolo viene tinta di azzurro dai suoi abitanti: non esiste altro luogo al mondo che vanti una tale incantevole monocromia, un immaginario oceano nel deserto. Samarcanda in Uzbekistan è la quinta tappa di questo viaggio che ha portato McCurry lungo l’antica Via della Seta in una delle città abitate più antiche dell’Asia centrale: le sue costruzioni impreziosite da splendide decorazioni di ceramica scintillante ammaliano da secoli lo sguardo dei viaggiatori.

Ultima tappa è Lalibela in Etiopia: la città scavata nella roccia nel XIII secolo, è stata costruita con undici chiese che simboleggiano la Gerusalemme terrena e celeste: un invito alla semplicità e umiltà. Con questa seconda tranche di viaggio Vacheron Constantin e Steve McCurry sono arrivati a visitare dodici angoli del mondo ma soprattutto dodici luoghi scanditi da quei valori che animano, da oltre due secoli, lo spirito creativo della Maison ginevrina simbolo del binomio orologi lusso.

www.vacheron-constantin.com

www.stevemccurry.com


di Paola Testoni / 11 Ottobre 2016

CORNER

Design collection

[Design]

La forma della pasta

I cibi del futuro cambieranno forma? Il MIT dice di sì

tecnologia

[Design]

La barca a vela del futuro

Philippe Starck firma il nuovo colosso della nautica

Barche

[Design]

Progettare con uno scopo

8 progetti da non perdere degli studenti della Central Saint Martins di Londra

Progetti

[Design]

Coffee Break!

5 tazzine d'autore per bersi un caffè senza rinunciare al design.

design e artigianato

[Design]

Non chiamatelo gommone

Tecnorib svela la nuova ammiraglia, veloce e comoda, per Pirelli

Barche

[Design]

Smartwatch alla Vuitton

Il nuovo orologio della Maison per globe-trotter di lusso

Orologi di design

[Design]

Land art nel parco

La villa palladiana più bella d'Inghilterra ospita la mostra di Richard Long

mostre

[Design]

Un viaggio nell'arte

Le strade di Nantes si vestono d'arte per l'estate

Itinerari

[Design]

Il valore del design

Intervista alla curatrice della prossima edizione di Operæ 2017

interviste

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web