ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

La street art che trasforma (in meglio) le città

Roadsworth, alias Peter Gibson, attraverso le sue opere in scala extralarge rende marciapiedi e strade urbane spazi creativi a misura d’uomo

street-art-peter-gibson-graffiti-su-strade
Roadsworth

Roadsworth, artista di strada canadese, è conosciuto per le sue ironiche opere orizzontali tracciate con lo stencil sull’asfalto per lanciare messaggi su tematiche sociali e sostenibilità ambientale

Avete mai pensato che il grigio asfalto della rete stradale urbana potesse ispirare opere di street art? Se la risposta è no, vi invitiamo a scoprire i lavori di Roadsworth, alias Peter Gibson, street artist canadese che ha utilizzato il ground floor della città di Montréal come una grande tela per i suoi graffiti.

Roadsworth ha iniziato con l'arte di strada nella tranquilla capitale del Québec nell'autunno del 2001, motivato dal desiderio di ottenere più piste ciclabili e, ancora più nobilmente, dalla volontà di mettere in discussione l’imperante cultura dell'automobile che relega pedoni e bikers in spazi marginali.

Arrestato nel 2004 a causa dei suoi art poject (meglio definite come incursioni artistiche notturne), ovviamente non autorizzate, ha continuato in seguito a sviluppare un proprio linguaggio, in cui si mescolano humour e denuncia sociale, decorando con stencil e vernici colorate incroci, marciapiedi e corsie stradali per creare un inedito paesaggio urbano.

LEGGI ANCHE → La street art con lo scotch di No Curves

Sempre ironiche e sovversive, le opere dello street artist canadese raffigurano strisce pedonali che sembrano ponti tibetani, forbici che tagliano le carreggiate, gigantesche zip che si integrano nella segnaletica orizzontale, filo spinato e cancelli intorno ai parcheggi. Tra i suoi temi preferiti, animali, fauna selvatica e fantasiosi elementi naturali che rendono l’asfalto meno triste. Così, nei suoi dipinti di street art a spray, troviamo campi di fiori, stormi di oche in picchiata e branchi di sardine che assecondano il flusso del traffico pedonale, simboli di protesta inaspettati nella banalità dello scenario cittadino.

Ormai tra gli artisti street art maggiormente riconosciuti a livello internazionale e papà di due figli, Gibson ora si dedica a opere su commissione in Canada e all’estero, è stato scelto come soggetto del documentario chiamato “Roadsworth: Crossing the Line” e la sua produzione artistica è ben documentata sul suo sito come sui più influenti social media.

www.roadsworth.com


di Laura Pastorino / 22 Febbraio 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Il bello dell'artigianato

Dal Messico la tendenza di vendere solo prodotti local, pratici ma anche belli

accessori di design

[Design]

Cooking like a pro

La nuova scienza in cucina è mini, ma non rinuncia a niente

cucine di design

[Design]

Non è solo una sedia

Ray e Charles Eames el'invezione di un'icona del design del XX secolo

Oggetti di design

[Design]

L'armadio dei sogni

Classico o moderno? I nostri sei preferiti per la camera da letto

Arredi di design

[Design]

Cuba is...

120 immagini per scoprire un'isola che cambia

mostre

[Design]

Artissima & Co.

Annessi e connessi alla fiera di arte contemporanea più importante d'Italia

fiere

[Design]

Che ore sono?

Aspettando l'ora solare, un’occhiata all’orologio, meglio se di design

accessori di design

[Design]

Come nasce un orologio di lusso

Qualità, bellezza, longevità, ecco la ricetta di Sekford

orologi di design

[Design]

Tutto sugli Eames

Una grande retrospettiva al Vitra Design Museum

mostre

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web