ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

I tappeti kilim secondo Taher Asad-Bakhtiari

A Beirut, la Carwan Gallery presenta un’esposizione che nasce dai ricordi della casa di famiglia dell'artista iraniano

Sono reinterpretazioni dei tipici tappeti kilim mediorientali le creazioni di Taher Asad-Bakhtiari in mostra alla Carwan Gallery di Beirut.

Il nome della galleria di design con sede nella capitale libanese fa riferimento al caravanserraglio mediorientale: un crocevia dove le carovane in viaggio potevano fermarsi e riposare, mescolando genti e merci in viaggio, tradizioni e culture diverse. Lo scenario ideale dove immaginare un’esposizione come The Pond House, mostra personale di Taher Asad-Bakhtiari. Nato a Tehran nel 1982, questo autore ha già fatto parlare di sé per la sua capacità di mescolare elementi tradizionali con linguaggi contemporanei (era presente anche all’ultima edizione di Design Days Dubai).

Oggi, e fino al 10 luglio, la Carwan Gallery racconta un capitolo della storia molto personale di Asad-Bakhtiari. La Pond House del titolo è la stanza con fontana centrale che si trova nelle abitazioni tipiche della regione. Fresca e tranquilla, è immersa in un’atmosfera contemplativa. L’autore autodidatta ricorda quella della casa dei suoi nonni, allestita in maniera classica ma con accenni di modernità. «Quando eravamo bambini, era il nostro posto preferito per giocare», dice. «All’epoca, i pavimenti erano ricoperti di tappeti kilim, gabbeh e cucini per rilassarsi, fumare la shisha o suonare qualcosa».

Quella camera dalle pareti turchesi non esiste più. Asad-Bakhtiari ha trasformato la sua memoria in una serie di tappeti moderni, presentati nella mostra The Pond House. Esercizi tribali contemporanei, che portano in evidenza la trama e l’ordito, il processo di tessitura stesso. Omaggio alle donne semi-nomadi che impiegano fino a 4 mesi per realizzare ogni pezzo, e che disegnano semplicemente quello che vedono attorno a sé: la terra, il cielo, il sole, le montagne. Spesso questi soggetti naturali vendono espressi con singoli blocchi di colore. E i tappeti kilim e i gabbeh ritrovano allora la loro voce più intensa, ultra-contemporanea e profondamente archetipica.

carwangallery.com

SCOPRI ANCHE:

Vito Nesta e Ludek Lancellotti: tappeti in lana Ike e Koi
Tappeti, piastrelle, moquette by Tom Dixon
I tappeti Woodlinesdi Naja Utzon Popov


di Annalisa rosso / 1 Luglio 2016

CORNER

Design collection

[Design]

Un designer ci salverà

14 progetti raccontano come possiamo sconfiggere la plastica

Top ten

[Design]

Il design incontra Amatrice

Il design punta sul volontariato per promuovere il riscatto di Amatrice

interviste

[Design]

Fino all’osso

Tornano di moda gli intarsi preziosi, tra lusso e stile etnico

Lifestyle

[Design]

Prada secondo gli architetti

Sfila il nylon nero visto dai grandi dell'architettura e del design

Lifestyle

[Design]

Ice bucket per tutti

E quando non vi serve, potete sempre usarlo per i fiori

accessori di design

[Design]

La moda uomo in breve

Tutte le tendenze autunno inverno viste a Pitti Immagine Uomo

Lifestyle

[Design]

200 anni di Brooks Brothers

Breve storia del più antico brand americano di abbigliamento

Costume

[Design]

Posture da ufficio

Una collezione minimalista per tenersi in forma anche al lavoro

accessori di design

[Design]

La classifica del design

Qual è il paese che si è distinto per la qualità dei progetti?

Premi

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web