ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

La tastiera che ricorda la macchina da scrivere

Un nuovo must have per nostalgici che promette le stesse sensazioni dei vecchi tasti all’interno di una scocca compatta e colorata

tastiera-computer-macchina-da-scrivere

Abituati come siamo a tastiere computer digitali, super smart ma silenziose e prive di personalità, alcuni potrebbero provare nostalgia per i clangori delle vecchie macchine da scrivere. D'altronde in un’epoca in cui tutto si fa più impalpabile e virtuale, l’occhio e l’orecchio continuano a volere la loro parte.

Certo avevano i loro difetti, come le lettere che si sovrapponevano a scrivere troppo veloce, il nastro d’inchiostro da cambiare, le correzioni da fare al volo usurando il tasto x e riscrivendo interi paragrafi. E poi rispolverare la Lettera 32 dalla soffitta potrebbe non essere poi tanto comodo di questi tempi. Ma se la nostalgia vi porta via qualcosa vi accomuna al team di Lofree che non a caso punta tutto sul retrò progettando una tastiera che riproduce il suono delle vecchie macchine da scrivere.

Tasti arrotondati dove affondare le dita, suono deciso da cronista d’assalto, compatibilità con iOS, Windows e Android e fino a tre device contemporaneamente. Ma anche tasti estraibili per facilitare la pulizia e personalizzare l’ordine dei caratteri che alla consegna ricalcano al millimetro quelle dei Mac.

Ampia gamma di colori, da abbinare con la vostra postazione di scrittura e la tazza di caffè, e retroilluminazione per scrivere sui treni lanciati nella notte. E se quel che vi frena è la tentazione della correzione immediata, potete impostare la tastiera in modalità wireless e lasciare che le dita facciano il resto. Insomma, maniaci della scrittura a cui manca il rituale di una volta, un altro pezzo da collezione è pronto per voi.

www.lofree.co


di Stefano Annovazzi Lodi / 7 Marzo 2017

CORNER

Design collection

[Design]

Il successo di un no-brand

Muji non rivela mai i nomi dei designer con cui collabora: ecco perché

Arredi di design

[Design]

Orologi senza tempo

Segnatempo di nuova generazione e materiali super

lifestyle

[Design]

Gli oggetti di Miart

Dalla fiera dell'arte contemporanea, meglio della sezione Objet

mostre

[Design]

MiArt a colpo d’occhio

Guida al meglio della fiera d’arte di Milano

mostre

[Design]

Bouquet 4.0

I canoni estetici delle composizioni floreali stanno cambiando

Costume

[Design]

Tappeti d'autore

Oliva Sartogo invita 8 grandi architetti a confrontarsi col tappeto

Textile design

[Design]

50 anni di Odissea nello spazio

L'incredibile accuratezza della visione di Stanley Kubrick

Costume

[Design]

I fiori a km 0

Dopo il cibo, il movimento slow contagia anche i fiori

Costume

[Design]

Quando il museo ti fa ballare

60 anni di clubbing in mostra al Vitra Design Museum

Mostre

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web