ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Triennale di Milano, l’essenza dell’industrial design in mostra

Con Atom: The Cutting Factory Giulio Iacchetti e Francesca Molteni raccontano 70 anni di ricerca sul taglio

Raccontare la storia di un’azienda tornando all’essenza dell’industrial design. Questo il grande merito della mostra Atom: The Cutting Factory, alla Triennale di Milano fino al 30 novembre.

I 70 anni di ricerca nei sistemi di taglio di materiali flessibili e semirigidi del Gruppo Atom diventano installazione, e progetto creativo grazie al coinvolgimento di Giulio Iacchetti e Francesca Molteni, curatori della mostra, e di 12 designer.

4P1B Design Studio, Federico Angi, Alessandra Baldereschi, Denise Bonapace, Agustina Bottoni, Giulio Iacchetti, Joe Velluto, Lanzavecchia + Wai, Chiara Moreschi, Lorenzo Palmeri, Studio Sovrappensiero e Martinelli Venezia Studio hanno lavorato ciascuno un diverso materiale scoprendo le potenzialità dei processi di taglio e dimostrando “quanto possa unire, creare, dare nuova vita ai materiali, diventando così il vero protagonista della mostra”, come spiega Iacchetti. 

Alla Triennale questa ricerca si traduce in 12 piccoli progetti che parlano di tecnologia come di “strumento per fare”, che si piega alla volontà del progettista e lo aiuta a tradurre in oggetto un’idea o un punto di vista. E così, dal foglio di carta nasce l'architettura pop-up di Lanzavecchia + Wai; moduli geometrici separati compongono l’arazzo di Alessandra Baldereschi; l’aria trasforma il taglio in decorazione con Joe Velluto; una figura piana si snoda in un nastro con Iacchetti.

L’allestimento rigoroso, curato da Matteo Ragni e accompagnato dalle grafiche di Leonardo Sonnoli, risponde alle necessità di un’esposizione che non vuole impressionare ma raccontare un mondo e suggerire il ritorno alla progettazione, a quel lavoro fianco a fianco tra industria e designer a cui deve le proprie origini (e i suoi risultati migliori) l’industrial design.

www.triennale.org

www.atom.it


di Carlotta Marelli / 21 Novembre 2016

CORNER

Design collection

[Design]

A piedi nudi nel parco

I sandali Pébiott, ideali per riscoprire la camminata “primitiva”

moda e design

[Design]

Black Friday di design

5 siti di design dove fare acquisti all'insegna della convenienza

Oggetti di design

[Design]

A tavola con India Mahdavi

La designer firma per Monoprix una collezione dal sapore etnico

accessori di design

[Design]

Il futuro del design è a Dubai

Global Grad Show: 200 progetti per rendere il mondo un posto migliore

mostre

[Design]

5 icone di colore rosso

A Natale la zona living si tinge di rosso

Oggetti di design

[Design]

Tra Sol Le Witt e l'architettura

Rem Koolhaas e Francesco Stocchi rileggono a Milano la sua opera

mostre

[Design]

Arriva la Barbie con l'hijab

La bambola dedicata a Ibtihaj Muhammad,

Costume

[Design]

Design a Thanksgiving

Studio Milo firma la mise en place per il Giorno del Ringraziamento

accessori di design

[Design]

Orizzonti cinesi

Cina e Made in Italy: nuovi scenari e vecchi luoghi comuni da sfatare

design summit

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web