ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Le 7 uova di Pasqua 2018 con il design dentro

Colorate, deliziose, con sorprese ancora più dolci... ecco quali sono le proposte al cioccolato più belle di quest'anno

uova-di-pasqua-2018-design

Quali sono le uova di Pasqua più belle del 2018?

 Il cioccolato, la sorpresa… ma se l’uovo di Pasqua è di design rischiate di non riuscire nemmeno ad aprirlo per non rovinarlo. La tradizione del dono delle uova a inizio primavera ha radici antiche, legate alla rinascita, ma anche dell’unione tra gli elementi. Rielaborata dal Cristianesimo, l’usanza si legò alla Pasqua e già nel Medioevo si donavano uova alla servitù durante la quaresima. 

Ma c’è una vera data di nascita per quanto riguarda le uova di Pasqua moderne: il 1883, quando Peter Carl Fabergé, sotto commissione dello zar, ebbe l’idea di dedicare un regalo molto speciale alla zarina Maria. L’uovo, sontuosa opera di oreficeria, divenne poi, a livello popolare, di cioccolato ed è ormai il banco di prova dei più raffinati maîtres chocolatiers del mondo, su cui misurare il proprio estro, la propria bravura tecnica e fantasia. Ecco allora le nostre uova di Pasqua 2018 preferite.

L’edizione limitata di Paul A. Young si chiama Machu Picchu Signature Egg, ed è composto di cioccolato fondente peruviano Guittard 65%, dipinto da un rivestimento luccicante dal maestro in persona. Per i 150 anni della maison, Young è stato scelto come unico ambasciatore europeo… una vera esclusiva dunque, adagiata su un piedistallo, come si conviene a un’opera d’arte. Ad accompagnarlo, 9 tartufi colorati.

Immagine: Sarah Keenlyside

Design più futuristico per CXBO che con la sua collezione Disco Eggs omaggia la musica. In particolare, Ziggy Stardust Disco Egg si ispira al compianto David Bowie. Uova di cioccolato dai colori accesi, sfondi bluette della notte spaziale a cui si sovrappongono comete e galassie. Il tutto su una superficie poligonale fatta di cioccolato francese ai gusti più strani, come albicocca e peperoncino. L’interno, poi, non è da meno: un uovo con sorpresa riempito di gelatine e marshmallows per la gioia dei più piccoli.

100 uova per il Claridge’s Hotel di Londra. Ispirandosi per la confezione agli interni déco dell’hotel, Yago Doamo ha selezionato cioccolati Valrhona nelle sue varietà fondente, bianco e a latte. Ogni uovo ha chiesto tre giorni di lavorazione per giungere alla forma desiderata. Riempito di cioccolatini di praline, viene consegnato in un’elegante scatola color eau de nil.

Cioccolato Valrhona anche per l’uovo di Hotel Café Royal, che con le sue note aromatiche punta a trasportarvi nel paesino del sud della Francia Tain L’Hermitage, dove questa prelibatezza viene prodotta. L’uovo di cioccolato creato da Sarah Barber è inoltre ricoperto di burro di cacao rosso, guarnito da morbide piume dorate e riempito di tartufi di cioccolato bianco e al lampone. Acquolina?

Il Geometric Egg di Artisan du Chocolat è un vero scrigno di delizie. Ispirato all’upupa, un uccello esotico che fa visita in UK in circa cento esemplari all’anno, il cofanetto di Pasqua 2018 lascia intravedere un mezzo uovo di fondente ma racchiude anche cassetti colmi di cioccolatini.

Pierre Hermé pensa allo scultore François Pompon con la sua collezione di uova di Pasqua tra cui spicca Oeuf Fragments. Una scultura in piena regola, che rappresenta la decostruzione di interno ed esterno di un uovo, con essenzialità e pulizia. Disponibile nelle tre varietà di cioccolato, dal fondente 64%, al bianco dalle spezie biscottate, fa uso di cacao del Belize, pronto ad aprire il suo cuore dorato.

Il premio simpatia va di sicuro a Pierre Marcolini, che con la sua famiglia di uova e coniglietti, conferma la propria vena giocosa. Si chiamano Mystery eggs perché al loro interno custodiscono altri ovetti di Pasqua a ben 6 gusti, come pistacchio e mandorla... indigestione garantita!

 


di Stefano Annovazzi Lodi / 28 Marzo 2018

CORNER

Design collection

[Design]

Orologi senza tempo

Segnatempo di nuova generazione e materiali super

lifestyle

[Design]

Gli oggetti di Miart

Dalla fiera dell'arte contemporanea, meglio della sezione Objet

mostre

[Design]

MiArt a colpo d’occhio

Guida al meglio della fiera d’arte di Milano

mostre

[Design]

Bouquet 4.0

I canoni estetici delle composizioni floreali stanno cambiando

Costume

[Design]

Tappeti d'autore

Oliva Sartogo invita 8 grandi architetti a confrontarsi col tappeto

Textile design

[Design]

50 anni di Odissea nello spazio

L'incredibile accuratezza della visione di Stanley Kubrick

Costume

[Design]

I fiori a km 0

Dopo il cibo, il movimento slow contagia anche i fiori

Costume

[Design]

Quando il museo ti fa ballare

60 anni di clubbing in mostra al Vitra Design Museum

Mostre

[Design]

L'altro volto della Liguria

Lontano dalle spiagge alla scoperta di borghi antichi

itinerari

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web