ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Lifestyle contemporaneo. La casa secondo Poliform

Come arredare gli ambienti domestici dal singolo pezzo di design alla visione d’insieme. Ne parla il Presidente Alberto Spinelli

Sobri, eleganti, funzionali, tutti da vivere: gli spazi domestici pensati da Poliform ricreano atmosfere casual e chic, adattandosi alle ultime tendenze con un occhio all'attualità. Andando ben oltre i confini del singolo prodotto di design, puntando a creare uno stile di vita. A confermarcelo, in occasione dei 25 anni di Elle Decor, è Alberto Spinelli, Presidente di Poliform Spa, che, a fianco dei cugini Aldo Spinelli e Giovanni Anzani in una realtà familiare che dagli anni Settanta ad oggi ha dimostrato capacità di evolversi, ha intrecciato collaborazioni con designer e architetti del calibro di Rodolfo Dordoni, Jean-Marie Massaud, Marcel Wanders, Paolo Piva, Paola Navone.

Come è cambiato il mondo del design negli ultimi 25 anni?
In questo lasso di tempo il mondo del design ha visto un’evoluzione del prodotto e del modo di pensarlo: si è passati dal prodotto industriale, realizzato in serie, in cui gli aspetti tecnologico-funzionali rappresentavano il punto di forza e la componente estetica-formale era solo uno degli aspetti presi in considerazione durante la fase di progettazione, a un prodotto in cui la componente estetica è diventata di gran lunga prioritaria.

Com'è cambiata un'azienda come Poliform, nata nel 1970?
Anche Poliform ha vissuto negli anni questa stessa evoluzione. L’azienda è nata con la produzione di sistemi, ne è un esempio il Wall to Wall, sistema libreria in cui il valore del prodotto era rappresentato dal semplice pannello, sinonimo di sintesi lineare e massima funzionalità. Con il passare degli anni la componente decorativa ha preso il sopravvento e il prodotto solo funzionale non è più bastato. Ecco perché, negli anni, il design di Poliform si è evoluto: rimanendo sull’esempio della libreria, possiamo dire che oggi il sistema giorno non può più essere considerato come un singolo componente di arredo, un pezzo a sé, ma diventa parte di un ambiente più ricco. E lo stesso accade con gli altri prodotti della collezione Poliform. Il cliente finale non ricerca più solo un elemento di arredo, bensì uno stile di vita, un ambiente. È proprio questo che le aziende dovrebbero cercare di offrire ai propri clienti.

Oggi l'interior design, rispetto al furniture design, è un tema di grande attualità. Brand come Poliform, da anni attenti alla visione completa della casa, sono stati apripista da questo punto di vista?
Mi ricollego a quanto detto nella risposta precedente relativamente al valore che gli aspetti estetici di prodotto hanno assunto nell’ultimo ventennio. Rispetto ad altre aziende del settore, più specializzate su alcune tipologie di prodotto, Poliform ha investito per creare un’offerta completa per la casa che va dai sistemi per la zona giorno e la zona notte fino ai complementi, alle cucine (grazie all’acquisizione del 1996 della divisione Varenna) e agli imbottiti (con l’introduzione della divisione imbottiti nel 2006). Negli ultimi 10 anni abbiamo investito molto nella creazione di un brand forte e riconoscibile: è il marchio stesso a dare un valore aggiunto e stabile al prodotto. Poliform ha saputo cogliere le aspettative, i desideri e le aspirazioni del pubblico e ha riflesso questi aspetti nella sua comunicazione aziendale, che non si limita a proporre soluzioni di arredo ma veri e propri stili di vita.

Cosa significa essere un brand internazionale che esporta in paesi con culture e gusti anche molto diversi?
Essere un brand permette all’azienda di vendere il proprio prodotto identico in tutto il mondo, senza doverlo adattare alle diverse esigenze locali. Poliform, infatti, esporta in tutto il mondo – dall’Europa alle Americhe, fino al Medio Oriente ed Estremo Oriente – prodotti con le stesse finiture e caratteristiche. Il cliente finale sceglie il prodotto Poliform innanzitutto perché si sente rappresentato da questo stile, che riflette la sua personalità e il suo mondo.

C'è un designer con cui Poliform avrebbe voluto lavorare e non è ancora successo?
Essendo nata come azienda produttrice di sistemi, Poliform ha tra i suoi punti di forza la costante collaborazione tra il centro ricerca e sviluppo interno e architetti esterni. Se il contributo dell’ufficio R&S è legato prevalentemente agli aspetti tecnologico-funzionali di prodotto, quello degli architetti è legato anche al lato estetico e creativo: il loro dialogo porta alla creazione di prodotti di qualità che sappiano interpretare i gusti e le esigenze del pubblico contemporaneo. La collaborazione con architetti di fama mondiale ha consentito la crescita di Poliform. L’azienda, tuttavia, non dimentica le nuove generazioni e, negli ultimi anni, è alla ricerca costante di giovani architetti emergenti che possano dare un apporto culturale nuovo.

Quali sono i cinque pezzi di design più rappresentativi di Poliform e perché?
Parlando di pezzi rappresentativi della collezione Poliform si deve necessariamente cominciare citando i due sistemi che hanno fatto la storia dell’azienda: il sistema notte Senzafine e il sistema giorno Wall System. Due sistemi che hanno subito negli anni un’evoluzione in termini di finiture e di elementi, sapendo mantenere le loro caratteristiche originarie di base. Un altro pezzo iconico, best seller negli anni ’80, è stato il letto Morgana disegnato dall’architetto Paolo Piva. Per quanto riguarda la collezione cucine Varenna cito la cucina Alea, modello nato dalla collaborazione tra l’architetto Piva e il centro ricerca e sviluppo Varenna nel 2003: ancora oggi continua ad essere uno tra i prodotti più venduti della collezione Varenna. Poi ricordo un prodotto entrato nella collezione Poliform da pochi anni, ma che indubbiamente sta ottenendo molto successo sul mercato: è il divano Bristol, disegnato da Jean-Marie Massaud e presentato al Salone del Mobile 2013. Infine, non si può dimenticare l’ultima collaborazione importante dcon il designer Marcel Wanders, che ha disegnato per Poliform nel 2013 la poltrona Mad Chair. Dall’evoluzione di questo progetto è nata la collezione Mad, presentata all’ultimo Salone del Mobile e composta da varianti della poltrona disegnata nel 2013 – Mad King e Mad Queen – e da altri complementi quali tavoli e tavolini.

www.poliform.it


di Marzia Nicolini / 12 Ottobre 2015

CORNER

Speciale Design Portfolio collection

[Speciale Design Portfolio]

Ritratti d'autore

Design Portfolio: la mostra fotografica di Elle Decor Italia

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Good sleeping made in Sweden

I letti di alta gamma di Hästens. Intervista alla titolare Jayne Ryde

Elle Decor Italia Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Grès: una storia italiana

Effetti naturali e comfort tattile per i rivestimenti di Marazzi

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Effetto cocoon

Carola Bestetti parla della casa nido di Living Divani. All'insegna del design d'autore

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Plastica & design

Gli arredi senza tempo di Kartell raccontati da Claudio Luti

Elle Decor Italia Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Quando la cucina è hi-tech

Moderna e intelligente: con Frigo 2000 l'area Kitchen è sempre più performante

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

80 anni di Made in Italy

Molteni&C: dalle icone agli arredi custom made. A tu per tu con Giulia Molteni

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Design: un'icona milanese

De Padova: la storia di un brand italiano evergreen dal 1956

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Kitchen: funzione ed emozione

L’evoluzione dell’ambiente cooking. La cucina secondo Duilio Boffi

Elle Decor Anniversary

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web