ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il comfort di divani e sedute. Saba Italia racconta l'abitare moderno

L'abitare moderno: relax sempre più morbido, condiviso, casual. È il design che facilita la vita

L’utilizzo principale di un divano? Comfort e relax. Amelia Pegorin, Presidente di Saba Italia, racconta la visione dell'azienda, che dal 1988 esprime l'abitare moderno attraverso imbottiti e sedute ergonomici capaci di modificarsi nello spazio. Per zone giorno che negli ultimi venticinque anni hanno visto un'evoluzione, divenendo living area multifunzionali sempre più spontanee, giocose e sorprendenti. Tra razionalità ed estetica, il lifestyle di Saba coincide con l'idea di libertà. Ecco perché.

Com’è cambiata la cultura del relax negli ultimi 25 anni e qual è oggi, la visione di Saba?
C’è voglia di libertà. Spazi aperti e funzioni promiscue sono all’ordine del giorno. Si lavora e si guarda la televisione in ambienti da condividere. Non più arredi impettiti, ma forme morbide e imperfette che invitano a vivere in modo più spontaneo e informale. Il design ha colto l’essenza di questa R/Evolution traducendola in forme plastiche. La visione di Saba si esprime attraverso divani che rispondano, con soluzioni originali e semplici, alla necessità di modificarsi nello spazio. Anche il linguaggio nello specifico è cambiato: 25 anni fa  la stanza del salotto era la descrizione che si dava a quattro muri che accoglievano un divano a due o tre posti e due poltrone, ora si dice living. Il divano si definisce con un più democratico sistema di sedute. Questa modernità ha risvegliato in noi lo spirito e l’occhio per pensare a creazioni che facilitano la vita senza mai sfigurarla, perché la voglia di meraviglia e bellezza sono il primo passo affinchè un prodotto di buona fattura si legga anche come prodotto felice.

Da dove nasce l’ispirazione per una nuova collezione?
Ogni progetto è un racconto e, come ogni storia, nasce da un incontro, da coincidenze e destini incrociati. L’ispirazione si nutre del desiderio di far convivere razionalità (funzionalità) ed estetica: un dialogo tra opposti. Eppure la semplice costatazione che tutto cambia è il ponte per collegare queste due componenti del design: il benessere dell’uomo e la ricerca del bello in evoluzione costante

Come scegliete i designer con cui collaborate? Ci sono nome magari di giovani talenti, con cui vi piacerebbe lavorare?
Saba racconta i suoi prodotti attraverso le suggestioni dei designer che hanno saputo interpretare lo stile dell’azienda. Collaboriamo con professionisti esperti e con giovani premiando l’originalità di quei progetti che traducono l’immaginario Saba in forme concrete. Apprezziamo il lavoro di quei designers che non sono imbrigliati da strette regole formali e sanno essere contemporaneamente sognatori lucidi del nostro tempo. Ci piacerebbe dialogare con Luca Nichetto, con lo Studio Job, con Philippe Nigro, con il duo Doshi & Levien, per citarne solo alcuni.

Per Saba lifestyle fa rima con...
Freedom! Libertà di scegliere lo stile del momento, con la consapevolezza che presto o tardi anche il proprio si evolverà. Libertà quindi di cambiare idea, di rinnovarsi in armonia con quello che ci circonda.

Quali sono i 5 pezzi di design più rappresentativi di Saba e perché?
Ogni progetto è un racconto. I progetti Saba si sviluppano nel tempo, nella costante ricerca di fare dialogare razionalità ed emotività, in accordo con le risposte che ci fornisce il mercato, l’ascolto è alla base della creazione. Le forme aeree e contemporaneamente disimpegnate di Pop Up lo rendono l’alter ego del precedente modello Up (design Giuseppe Viganò), più monolitico e borghese, di cui però recupera l’originale cuscino-schienale, elemento che ha reso Up tra i modelli più apprezzati sin dalla sua nascita nel 2007. Up, infatti, grazie a un semplice espediente che ricorda il gioco a incastro tipico del Lego, consente di scegliere l’altezza dello schienale che meglio corrisponde al proprio desiderio di ergonomia garantendo massimo comfort. Il nuovo divano New York Suite si distingue dal modello New York per classicità, contenuti estetici ed ergonomici. Anche la serie di sedute New York disegnata da Sergio Bicego è una delle collezioni per noi più rappresentative. Questa collezione che ha visto nella poltrona ideata nel 2012 la sua prima rappresentante si è declinata nel tempo in nuove forme, mantenendo comunque la propria essenza, costituita da un’anima contemporanea e uno spirito senza tempo. Un unico oggetto di design che racchiude in realtà due anime, uptown e downtown, grazie al rivestimento reversibile e bicolore che regala versatilità alla seduta. La struttura in tondino di ferro verniciato è disponibile in molteplici naunces compresa quella in rame presentata allo scorso Salone e accoglie con slancio un cuscino a base ottagonale reversibile. La sofisticata contemporaneità della linea New York ha accolto da subito i favori dei design lovers e ci ha spinto a creare anche le versioni outdoor, bèrgere e la sedia con o senza braccioli. Il divano New York Suite riprende l’agile silhouette dei suoi predecessori, la sagoma esagonale, così come i piedi sottili su cui poggia, ma le ampie cuscinature dalle rifiniture sartoriali ammiccano a un’eleganza retrò. Un progetto che non teme di confondere le categorie estetiche e che ripensa al presente come un territorio fluido tra passato e futuro. Cito poi il divano Pixel, da diverso tempo il nostro prodotto best seller e si caratterizza per una serie di elementi che si combinano liberamente tra loro, sfruttando un esclusivo innesto creato da Saba Italia: è possibile scomporre i braccioli e gli schienali dalle basi per creare nuove composizioni in assoluta libertà. Le sedute in piuma sono caratterizzate dalla particolare cucitura trapuntata, che evidenzia le infinite possibilità di combinare i tessuti della collezione Saba per creare ogni volta un divano unico e personalissimo, attuale anno dopo anno. Tra i progetti più meritevoli vorrei menzionare anche un accessorio che incarna perfettamente lo spirito nomade ed eclettico di Saba: Ziggy, collezione di pouf e coffee table disegnata da Emilio Nanni, realizzata in tondino di ferro e intreccio di cime. Ziggy è un oggetto dal forte carattere iconico che si interfaccia con ogni tipo di divano, aggiungendo varianti colore e forme agli spazi. Le silhouettes a botte e a clessidra si incontrano per comporre isole che si espandono: intrecci e volumi si perfezionano negli abbinamenti delle tonalità mixate delle cime, indicando una nuova idea di complemento con una possibilità illimitata di personalizzazione dello spazio.

sabaitalia.it


di Marzia Nicolini / 12 Ottobre 2015

CORNER

Speciale Design Portfolio collection

[Speciale Design Portfolio]

Ritratti d'autore

Design Portfolio: la mostra fotografica di Elle Decor Italia

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Good sleeping made in Sweden

I letti di alta gamma di Hästens. Intervista alla titolare Jayne Ryde

Elle Decor Italia Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Grès: una storia italiana

Effetti naturali e comfort tattile per i rivestimenti di Marazzi

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Effetto cocoon

Carola Bestetti parla della casa nido di Living Divani. All'insegna del design d'autore

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Lifestyle contemporaneo

Il progetto casa di Poliform, per un total living dal piglio internazionale

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Plastica & design

Gli arredi senza tempo di Kartell raccontati da Claudio Luti

Elle Decor Italia Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Quando la cucina è hi-tech

Moderna e intelligente: con Frigo 2000 l'area Kitchen è sempre più performante

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

80 anni di Made in Italy

Molteni&C: dalle icone agli arredi custom made. A tu per tu con Giulia Molteni

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Design: un'icona milanese

De Padova: la storia di un brand italiano evergreen dal 1956

Elle Decor Anniversary

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web