ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Radiatori di design: ecco i caloriferi e gli scaldasalviette Tubes

Non solo elementi tecnici e funzionali, ma anche elementi d'arredo capaci di abbattere i consumi energetici

Riscaldamento di design: da 20 anni Tubes significa arredare con il calore. Fino ai primi anni Novanta i caloriferi erano nascosti, segregati negli angoli e intesi come oggetti prettamente tecnici e funzionali. A Tubes, azienda trevigiana nata nel 1994 – forte di un’esperienza trentennale precedentemente maturata dai soci fondatori nel settore termoidraulico – il merito di averne visto il futuro: green e legato all’interior design. È così che nascono i radiatori e scaldasalviette Tubes, capaci di integrarsi in ogni ambiente, dalla stanza da bagno, al living, dalla cucina all’area sleeping. Ce ne parla Cristiano Crosetta, Amministratore Delegato di Tubes.

Parlando di design e architettura, come e quanto è cambiato negli ultimi 25 anni il mercato dei caloriferi e degli scaldasalviette?
Se pensiamo che il calorifero di design come lo interpretiamo noi è nato non più di 25 anni fa, siamo stati dei veri pionieri nel settore, tra le prime aziende a interpretare il grande cambiamento in corso. Fino agli inizi degli anni '90 il calorifero era inteso come un impianto tecnico e funzionale, in ghisa o acciaio lamellare, da nascondere. Inoltre, all’epoca, temi come il risparmio energetico, la riclassificazione energetica delle abitazioni e i materiali isolanti erano ancora poco affrontati.

In che modo avete portato innovazione nel settore?
Quando siamo nati, nel 1992/94 la nostra mission era quella di reinterpretare l’oggetto tecnico dandogli una veste più architetturale, così da valorizzarlo nell’ambiente come un qualunque altro elemento di interior design. Inoltre volevamo creare prodotti che potessero iniziare a percorrere la strada della riduzione dei consumi con modelli a ridotto contenuto d’acqua e funzionanti a bassa temperatura. Oggetti architettonici che si sono adattati alla perfezione quando agli inizi degli anni 2000 anche il mercato immobiliare ha cominciato a cambiare rispondendo all’esigenza di isolamento termico e risparmio energetico. Si può dire che siamo stati fortunati a iniziare la nostra attività nel momento giusto, sapendo cogliere in anticipo i bisogni del mercato.

Da dove nasce l’ispirazione per una nuova collezione Tubes?
La spinta a creare un nuovo prodotto o una nuova collezione nasce sicuramente dalla voglia di soddisfare un bisogno che il mercato manifesta, siamo sempre in ascolto dei desideri dei professionisti del settore, ossia gli architetti. Da qui prende vita la visione dell’imprenditore che sceglie e incarica il designer di dare forma al suo progetto.

Come scegliete i designer con cui collaborare? Ci sono nomi, magari di giovani talenti, con cui vi piacerebbe lavorare?
Scegliamo in primo luogo in base al percorso professionale intrapreso dal designer, in base alla conoscenza e alla padronanza della materia di cui ci occupiamo: il riscaldamento. In secondo luogo in base a quanto si sono contraddistinti nell’interpretare in maniera creativa il progetto e la visione dell’azienda.

Quali sono i cinque pezzi più rappresentativi di Tubes e perché?
Bath 25/14 (1993/4), perché è il primo radiatore in assoluto prodotto da Tubes. Coincide con la registrazione del marchio e soprattutto introduce le saldature invisibili, un'importante innovazione per il mercato. Joba e Hola nascono nel 1998 e sono i primi prodotti con una speciale cura estetica. Montecarlo (2004), disegnato da Peter Jamieson, perché segna la nascita della collezione Elements ed è il primo che porta la firma di un designer. Montecarlo nasce con l’inizio della direzione artistica dello Studio Palomba Serafini Associati. Interpretare il concetto di calorifero scollegandolo dall’idea tradizionalista per farlo diventare protagonista del progetto architettonico è il paradigma da cui nasce la collezione Elements. Poi add-On (2004), design Satyendra Pakhalé, per la sua capacità di trasformarsi in un opera d’arte grazie all’infinita componibilità dei suoi moduli: è stato inserito nella collezione permanente del museo Centre Pompidou di Parigi ed è presente attualmente nella mostra-ricerca curata da Aldo Cibic sull’ ”Arte del fare” presso il Padiglione Venezia dell’Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia. Infine Milano (2006), design Antonia Astori e Nicola De Ponti, perché è un radiatore icona, una vera e propria scultura che ci ha fatto arrivare alla collezione permanente di Design della Die Neue Sammlung - The International Design Museum Munich.

www.tubesradiatori.com


di Marzia Nicolini / 12 Ottobre 2015

CORNER

Speciale Design Portfolio collection

[Speciale Design Portfolio]

Ritratti d'autore

Design Portfolio: la mostra fotografica di Elle Decor Italia

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Good sleeping made in Sweden

I letti di alta gamma di Hästens. Intervista alla titolare Jayne Ryde

Elle Decor Italia Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Grès: una storia italiana

Effetti naturali e comfort tattile per i rivestimenti di Marazzi

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Effetto cocoon

Carola Bestetti parla della casa nido di Living Divani. All'insegna del design d'autore

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Lifestyle contemporaneo

Il progetto casa di Poliform, per un total living dal piglio internazionale

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Plastica & design

Gli arredi senza tempo di Kartell raccontati da Claudio Luti

Elle Decor Italia Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Quando la cucina è hi-tech

Moderna e intelligente: con Frigo 2000 l'area Kitchen è sempre più performante

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

80 anni di Made in Italy

Molteni&C: dalle icone agli arredi custom made. A tu per tu con Giulia Molteni

Elle Decor Anniversary

[Speciale Design Portfolio]

Design: un'icona milanese

De Padova: la storia di un brand italiano evergreen dal 1956

Elle Decor Anniversary

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web