ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Colonia, l'itinerario

Tra musei, ristoranti, hotel e fashion store, sei insider di alto profilo ci guidano alla scoperta della città che ospita IMM, il Salone internazionale del Mobile

Colonia, una città con un passato importante: capitale dell’Impero Romano d’oltralpe, teatro della Kulturkampf d’epoca prussiana, quasi interamente distrutta dai bombardamenti durante la Seconda guerra mondiale, con la sua storia antica vanta un’allure molto seria, ma la mancanza di sole non ne ha smorzato lo spirito gioioso.

A detta dei propri abitanti e degli esperti che ci hanno suggerito i luoghi imperdibili, Colonia è la più settentrionale delle città italiane e, come Milano, ospita ogni anno l’IMM, il Salone Internazionale del Mobile. Ha un’anima forte che ha saputo costruire, costruirsi e ri-costruirsi.

A partire dal Duomo che con i suoi 157 metri d’altezza volle ergersi a simbolo dell’Impero e della Chiesa. E con la prima di tutte le Art Fairs – Art Cologne – che ogni primavera, dal 1967, accoglie artisti e collezionisti. Nasce qui la cultura underground tedesca: punk, rock alternativo e arte d’avanguardia. Dalla musica sperimentale di Stockhausen al krautrock della band culto Can fino al progetto critico e visionario di Dirk Mecky che ha fatto dell’accoglienza una delle istituzioni cittadine: il Salon Schmitz (oggi affiancato dal Bar Schmitz). E da qui inizia il viaggio anche gastronomico: vermouth home-made, espresso, bratwurst bio, vero gelato italiano e foie gras. Un mix che rispecchia il carattere cosmopolita di Colonia. La vicinanza a Francia, Belgio e Olanda, il suo porto fluviale strategico e i dieci milioni di abitanti della regione circostante e densamente urbanizzata ne hanno forgiato lo spirito aperto. I Kölsche (si chiamano così) vengono presi in giro per il loro accento da altri germanici più snob, ma in realtà sono fieri del loro temperamento informale e giocoso. Non è certo un luogo dove si spende molto nell’abbigliamento, ma qualche tempio dedicato alla moda c’è, eccome. Heimat è uno dei fashion store più cool, dove, in contrasto con un interior di puro minimalismo, i due proprietari Andy e Andreas accolgono in modo friendly (e forniscono anche una lista di consigli e indirizzi sur mesure).

Si può alloggiare all’Hotel im Wasseturm, unico al mondo in una ex cisterna gigante del XIX secolo. E in contrasto con la sobrietà dell’edificio, all’ultimo piano si gusta un menu sorprendente al rinnovato Himmel un Äd, il ristorante (e rooftop con vista ineguagliabile) dove lo chef Mathias Maucher, con la sua brigata che sembra uscita da uno skatepark, ha appena conquistato la prima stella Michelin. E vanno tutti fieri della loro città. Per i prodotti unici e storici come l’Acqua di Colonia e la Kölsch, la birra locale servita alla spina negli stange, bicchierini dal design unico. E per i musei. Ne hanno una collezione eccezionale: un’offerta culturale che rivaleggia con capitali internazionali. E la comunità di artisti che prima gravitava verso Berlino, oggi sta tornando qui. A testimoniarlo le gallerie edgy come quella di Gisela Capitain o di Daniel Buchholz, anche a Berlino.

Colonia è avanti, è la città tedesca più tollerante e aperta. E, a non credersi, lo si vede dal suo carnevale, che dicono così vivace da essere secondo solo a quello di Rio de Janeiro. Dura tre mesi, così tutti si possono vantare che solo qui esistano cinque stagioni.

www.koelntourismus.de


di Laura Maggi con la collaborazione di Marzia Nicolini / 16 Gennaio 2017

CORNER

Speciale IMM Cologne collection

[Speciale IMM Cologne]

4 sedie dal nord

Le sedie più belle prodotte in Scandinavia viste a Imm Cologne

sedie di design

[Speciale IMM Cologne]

90 anni e non sentirli

Cassina festeggia con la riedizione di storiche icone del passato

Colonia Design Week 2017

[Speciale IMM Cologne]

Un nuovo modo di arredare

Cappellini si è presentato a Colonia con un nuovo look

Colonia Design Week 2017

[Speciale IMM Cologne]

Come nasce un tessuto?

La textile designer Riegger di Nya Nordiska e il progetto tessile

Colonia Design Week 2017

[Speciale IMM Cologne]

Sebastian si fa in 5

A Imm Cologne 5 novità firmate da Sebastian Herkner

Colonia Design Week 2017

[Speciale IMM Cologne]

Tessuti pregiati e nuovi pattern

Lo spagnolo Cristian Zuzunaga porta il textile design a Imm 2017

Colonia Design Week 2017

[Speciale IMM Cologne]

Sperimentale a Colonia

Ironici e divertenti, i progetti visti a Passagen durante Imm Cologne 2017

[Speciale IMM Cologne]

Stefan Diez in mostra al MAKK

I successi, e qualche passo falso, del poliedrico designer tedesco

Colonia Design Week 2017

[Speciale IMM Cologne]

Omaggio all'handmade

La collezione di tappeti di Hella Jongerius a Imm Cologne

Colonia Design Week 2017

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web