ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

I 5 negozi particolari più belli del mondo da Atene a Shanghai

Store, fast food, cafè e coiffeur, scopri le location più originali tra Atene, Tokyo, Barcellona, Osaka e Shanghai

negozi-particolari-piu-belli-del-mondo

I negozi particolari e ben disegnati indubbiamente catturano l'attenzione di chi vi si imbatte camminando per la strada. Il punto è: quanto influisce il design sul successo di un negozio e come, nell'epoca dell'e-commerce e dell'aumento esponenziale delle vendite online (leggi anche → Acquisti online: 5 siti per comprare design scandinavo) sta cambiando l'interior design di store e boutique ?

All'inizio degli anni 2000, in occasione della realizzazione dell'Epicentro Prada di New York firmato OMA, l'architetto olandese Rem Koolhaas editò un testo illuminante sulle strategie congiunte di marketing e progettazione che segnò una svolta nell'architettura degli interni dei flagship store. Koolhaas dimostrò quanto la comunicazione e il non concentrarsi unicamente sugli aspetti commerciali fosse importante nella progettazione di un negozio di successo. Qualche mese fa Gestalten ha pubblicato un bel libro – The Shopkeepers – con le foto e le storie di 84 negozi, nuovi e non, scelti con cura in giro per il mondo (leggi anche → The Shopkeepers. In un libro, 84 negozi dall'identità unica e insostituibile). L'insieme restituiva un panorama sfaccettato - fatto di designer, proprietari, idee, concept -  in cui il filo rosso che legava tra loro i diversi progetti era l'identità forte e precisa espressa, oltre che attraverso i prodotti in vendita, anche attraverso l'architettura, il design, la grafica. Alla raccolta di negozi particolari presentata nel volume, curato da Robert Klanten, Sven Ehmann e Sofia Borges, abbiamo pensato di aggiungere 5 nuove attività commerciali che spiccano per carattere e originalità.

Prima location imperdibile della nostra selezione è Talking Heads, un coiffeur nel cuore di Atene nato dal restyling di una vecchia farmacia. Qui, gli architetti di Bureau de Change hanno creato in soli 50 metri quadri uno spazio poetico, reso scenografico da una suggestiva installazione a soffitto fatta di 130 cornici sospese, alcune delle quali contenenti specchi a creare curiosi giochi di riflessi. La boutique, con le sue poche sedute su ruote illuminate dalla luce diretta di tre faretti, ricorda un set teatrale, dove il cliente può sentirsi parte di un piccolo show grazie alle vetrate che espongono completamente la location alla strada (scopri di più → Talking heads: coiffeur scenografico ad Atene).

A Shangai, Factory 5, un bar urbano dal fascino raw, è il nuovo punto di ritrovo per i ciclisti della città. Firmata dallo studio di progettazione Linehouse, la location in stile industriale ospita nello stesso ambiente una caffetteria e un negozio di biciclette. Seduti al tavolo con top in legno di seconda mano, tra muri in mattoni e calcestruzzo si respira un clima giovane e frizzante (scopri di più → Un bike shop e caffetteria in stile raw). 

Piante e fiori sono i protagonisti del terzo negozio della nostra selezione. Rilke è una boutique firmata dallo studio Space Age Design all’interno della stazione ferroviaria di Oimachi a Tokyo. Racchiuso da pareti in vetro, questo fioraio self service è ispirato nel packaging dei prodotti e negli arredi alle pasticcerie di delicatessen. Muovendosi attorno a un grande bancone centrale total white, i clienti possono creare in autonomia la propria composizione scegliendo tra decine di fiori in carta e plastica presentati in delicate confezione color pastello. Un'esperienza di acquisto e un angolo di verde e profumi nel cuore di Tokyo (scopri di più → Rilke, una boutique di piante e fiori a Tokyo).

Si ispira al mondo del ciclismo anche Ham on Wheels. Per questo fast food, inaugurato lo scorso anno a Barcellona, External Reference Architects ha scelto grafiche ispirate alla segnaletica stradale, sellini di bicicletta come sedute e un grande bancone giallo dietro cui si celano cucina e servizi. Il tutto, in costante relazione con la vera strada grazie alle grandi vetrate su Plaça de Sant Josep Oriol (scopri di più → Fast food di ispirazione urban a Barcellona).

E come dimenticare il mondo della moda. A Osaka, il Marni Flower Cafè è un luogo di incontro in cui gustare specialità italiane di alta qualità, acquistare fiori e prodotti esclusivi. Il tutto, in un ambiente animato da colori vivaci e stampe scenografiche, studiato ad hoc per incarnare al meglio l'essenza estetica del marchio. Il nuovo concept store, oltre allo shop in cui acquistare prodotti speciali creati appositamente per lo store e ispirati a un tema specifico che cambia ogni 4 mesi, ospita un cafè take away e un'area take and stay (scopri di più → Il primo Marni Flower Cafè ad Osaka, in Giappone).


di Alec Cinque – Chiara Chioda / 9 Luglio 2016

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Filosofia dello spazio

Il restyling di un monolocale a Kyoto, giapponese e contemporaneo

restyling

[Interior Decoration]

Vacanze green con vista

Relax, natura e buona cucina, un indirizzo in Tirolo

hotel

[Interior Decoration]

Abitare tra le nuvole

Pareti blu e nascondigli segreti per un appartamento a Taiwan

restyling

[Interior Decoration]

Il loft che non è un loft

Pareti curve e toni caldi: dimenticate tutto quello che sapete sui loft

restyling

[Interior Decoration]

Minimalismo vittoriano

Unire due stili e due atmosfere: a Londra l’esperimento è riuscito

lounge bar

[Interior Decoration]

Un'oasi in città

A Firenze, un salotto open air per la socialità e il relax

negozi di design

[Interior Decoration]

Nido creativo per due

Cork study, uno spazio ecosostenibile per artisti a Londra

edifici ecosostenibili

[Interior Decoration]

Prada apre a Saint Barts

Uno store in stile esotico tipico delle case sudamericane anni '50

negozi di design

[Interior Decoration]

Lo stupore di Marcel Wanders

Un complesso residenziale ispirato agli elementi della natura

edifici ecosostenibili

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web