ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Casa moderna e arredi contemporanei

Pierre Charpin firma gli interni di un appartamento di Le Corbusier

A Marsiglia Pierre Charpin ha da poco ultimato, con originalità e rispetto, l'interior design di un'icona dell'architettura moderna: l'Appartement N° 50 all'interno dell'Unité d'Habitation progettata nel 1953 da Le Corbusier.

Dopo Jasper Morrison, Konstantin Grcic e i fratelli Bouroullec che l'hanno preceduto, è la volta del designer francese e della sua originale visione. Merito del padrone di casa Jean-Marc Drut. Questo signore sin dal 2008 apre le porte della sua abitazione invitando ogni due anni progettisti contemporanei di fama internazionale a ri-decorare l'appartamento dando loro carta bianca.

Fino al 15 agosto, gli appassionati di architettura degli interni potranno visionare l'installazione che comprende un mix eclettico di arredi sperimentali, pezzi in edizione limitata e mobili di design realizzati da note aziende del settore. Sono pezzi che si scostano dallo stile minimalista e industriale delle tre versioni precedenti, caratterizzati da forme sinuose che ricorrono a un uso massiccio di colori e tonalità vibranti.

Si tratta di arredi e oggetti d'autore super selezionati che completano le stanze in maniera armonica intonandosi alla perfezione con il legno del parquet e l'intonaco bianco delle pareti. Tra questi: la collezione coloratissima di vasi Série Écran per Galerie Kreo, che luccicano se investiti dai raggi del sole, tavoli Crescendo con decorazioni a mosaico sui piani e le lampade da tavolo Desa di Ligne Roset.

Immancabile, tra i capolavori firmati da Charpin, la sedia in metallo Chaise Empilable del 1993, un modello impilabile in acciaio e fibra di vetro con schienali ricurvi. Tra gli arredi più originali vanno citati i contenitori mensole Via, un mini labirinto affisso al muro in polistirolo colorato.


di Eugenio Cirmi / 18 Luglio 2014

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Filosofia dello spazio

Il restyling di un monolocale a Kyoto, giapponese e contemporaneo

restyling

[Interior Decoration]

Vacanze green con vista

Relax, natura e buona cucina, un indirizzo in Tirolo

hotel

[Interior Decoration]

Abitare tra le nuvole

Pareti blu e nascondigli segreti per un appartamento a Taiwan

restyling

[Interior Decoration]

Il loft che non è un loft

Pareti curve e toni caldi: dimenticate tutto quello che sapete sui loft

restyling

[Interior Decoration]

Minimalismo vittoriano

Unire due stili e due atmosfere: a Londra l’esperimento è riuscito

lounge bar

[Interior Decoration]

Un'oasi in città

A Firenze, un salotto open air per la socialità e il relax

negozi di design

[Interior Decoration]

Nido creativo per due

Cork study, uno spazio ecosostenibile per artisti a Londra

edifici ecosostenibili

[Interior Decoration]

Prada apre a Saint Barts

Uno store in stile esotico tipico delle case sudamericane anni '50

negozi di design

[Interior Decoration]

Lo stupore di Marcel Wanders

Un complesso residenziale ispirato agli elementi della natura

edifici ecosostenibili

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web