ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il Flamingo Shanghai Office di Neri & Hu

Come ristrutturare un sottotetto trasformandolo in un open space elegante e funzionale

A Shanghai, l’ampio sottotetto di un edificio industriale situato nel cuore del business district è da poco stato convertito in un elegante ufficio dallo stile contemporaneo grazie a un progetto dello studio cinese Neri&Hu basato sull’uso di materiali grezzi, tra cui legno e cemento, e sull’alternanza di open space e stanze chiuse.

Il Flamingo Shanghai Office - questo è il nome - è l’ultimo lavoro di restyling della coppia di architetti e designer che, per l’occasione, hanno ripensato completamente un’area di 620 metri quadrati prendendo ispirazione da un saggio del filosofo francese Gaston Bachelard del 1957: La poetica dello spazio. Nel testo, che spiega come lo spazio influenzi l’immaginazione, sono presenti riferimenti diretti ai sottotetti e alla potenzialità offerta dalla vastità di superficie e dai contrasti tra luce e ombra.

Giocando su questa citazione, Lindon Neri e Rossana Hu hanno creato un concept di ufficio moderno e funzionale dall’estetica essenziale. L’obiettivo? Riportare l’attenzione sulle tante possibilità di utilizzazione che un sottotetto suggerisce creando un ambiente di lavoro confortevole in linea con le nuove esigenze dei luoghi di lavoro e sviluppato su più quote.
 


Un ruolo importante, nel progetto di ristrutturazione, ha avuto l’invenzione della copertura: il soffitto originale era piano, spiegano i progettisti, e al suo posto è stata creata una struttura metallica spiovente, in prossimità dei grandi lucernari, alla quale in pianta corrispondono le stanze per i meeting e le ricerche.

L’arredo è scarno, quasi minimale. Le aree comuni dedicate al lavoro dei dipendenti sono scandite da una serie di scrivanie in legno scuro- a tratti interrotte da separè in cemento - attrezzate con lampade da tavolo e sedie su ruote. Non mancano postazioni lineari con sgabelli e ampi tavoli sociali arredati con sedie Emeco e panche in capitonnè.

La sala riunioni si discosta dal senso di apertura e condivisione proprio dell’open space principale. Chiusa e raccolta, è giocata sui toni luminosi del bianco. Ultimo, importante elemento del progetto è rappresentato da un piccolo soppalco dall’estetica spoglia, dove riflettere e riposare, in una concezione dello spazio che sembra ispirarsi al feng shui e all’idea che less is more.


di Marzia Nicolini / 22 Luglio 2014

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Barocco dal cuore contemporaneo

Dietro alla facciata opulenta, un appartamento cocoon

restyling

[Interior Decoration]

Biarritz in un fine settimana

Il meglio della città secondo il New York Times

Itinerari

[Interior Decoration]

Il nuovo classico

Uno stile evergreen al di sopra delle mode

casa classica

[Interior Decoration]

Dove dormire a Bruxelles

2 b&b e 1 hotel bellissimi dove sentirsi a casa

hotel

[Interior Decoration]

C’era una volta un convento

Vecchi soffitti e colori per un appartamento nel centro di Roma

restyling

[Interior Decoration]

Tra una cena e una porcellana

A cena in un ristorante dentro una fabbrica di ceramiche cinesi

ristoranti

[Interior Decoration]

La vie en rose!

Ispirazioni da 5 interni tutti rigorosamente rosa

pareti colorate

[Interior Decoration]

Non solo coworking

A Milano arriva Spaces e il suo interior design è geniale

coworking

[Interior Decoration]

Vado a dormire in prigione

Un carcere in Olanda è stato trasformato in un ostello

hotel

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web