ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Una casa classica giocata sui toni del grigio a Melbourne

Interni evergreen giocati su tonalità senza tempo, neutre e lucenti con accostamenti pop, disegegnati dallo studio KPDO in Autralia

Una casa classica sui toni del grigio: colore neutro tra la lucentezza del bianco e la serietà del nero. Tonalità senza tempo, definita dalla designer Kerry Phelan del gruppo KPDO (Kerry Phelan Design Office), che la utilizza, a Melbourne, nella realizzazione degli interni della casa n°12. Un’abitazione classica, nella quale pareti, rivestimenti e complementi permanenti (come tendaggi, telai delle porte, contenitori e librerie fisse) sono stati pensati in varianti di grigio.

Un abito evergreen che fornisce la possibilità di accostamenti pop. Molti gli arredi sgargianti disseminati negli spazi. Dal Gervasoni Ghost sofà in tessuto color pietra completo di cuscini bicolor, accostato a poltrone in velluto verde, al tavolo Saarienen ovale con piano in marmo di Carrara contornato da sedute invelluto lilla del designer Eero Saarienen (di Knoll International) fino ai tendaggi in lino color Silver Venton accostati a sedie in legno curvato in azzurro cielo. Ogni oggetto segue la regola del contrasto, a volte anche visivo. Come la credenza progettata da Ilse Crawford in specchio, posizionatabsotto il dipinto di Tim Johnson per riflettere i colori della spiritualità.

Si tratta di un neutro infinitamente sfumato ideale per esposizioni d’arte contemporanea australiana, suggerisce la designer. Che aggiunge come ogni ambiente abbia un proprio carattere e una declinazione cromatica stabilita: aggiungendo un pochino di blue si visualizza il Sud della Francia , con un pizzico di giallo si trascende ogni luogo e tempo. Un contenitore personalizzabile aggiungendo e sottraendo. Forse un nuovo modo di progettare?

SCOPRI ANCHE:
Vivere in un rudere recuperato
In Francia, da convento a hotel boutique


di Benedetta Lamberti / 15 Novembre 2013

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Salus Per Aquam

I 5 indirizzi che hanno vinto l'AHEAD Awards quest'anno

Travel

[Interior Decoration]

A Kos l'hotel per le community

Senso di appartenenza e di connessione, i valori di Casa Cook

Hotel

[Interior Decoration]

Pizza revolution

Dry 2, il secondo indirizzo della pizzeria più trendy di Milano

Lifestyle

[Interior Decoration]

The Hoxton apre a Parigi

Apre nel secondo arrondissement l'ultimo nato della catena inglese

hotel di design

[Interior Decoration]

New Age indiana

L’hotel W a Goa fa sua la cultura psichedelica e New Age

Hotel

[Interior Decoration]

Hai portato il ficus?

Un rapporto della Nasa svela quali piante tenere in casa

Lifestyle

[Interior Decoration]

L'hotel più bello di Hong kong

In anteprima il progetto di Foster+Partners per The Murray

Travel

[Interior Decoration]

KIKOiD a Milano

In corso Vittorio Emanuele iI nuovo regno di beauty e del make up

Negozi di design

[Interior Decoration]

Benessere sacro

Un resort a Pushkar, la città santa degli induisti

Travel

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web