ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Almaz by Momo: cucina nordafricana a Dubai

L’architetto Annabel Karim Kassar firma negli Emirati uno spazio dinamico, moderno, intriso di colori e texture tipici dello stile marocchino

Almaz by Momo, a Dubai, nella suggestiva cornice del complesso Jumeirah Beach Resort, è il terzo ristorante negli Emirati Arabi nato la collaborazione tra l’architetto Annabel Karim Kassar e Mourad Mazouz, ristoratore e proprietario della rinomata catena di ristoranti di cucina nordafricana Momo e di numerosi locali tra cui Sketch, sempre a Londra, e il parigino Derriére.

Apprezzato per la raffinata cucina mediorientale, Almaz by Momo unisce elementi della cultura tradizionale nordafricana con cenni contemporanei. 

Alla base, la volontà di creare la sinergia tra ambienti e giochi prospettici dentro uno spazio dinamico, moderno, intriso di colori e texture tipici dello stile marocchino.

L'architetto ha organizzato la struttura su due livelli: al piano terra il ristorante, che si affaccia su una terrazza con vista mare. Qui, una sontuosa scala interna rivestita di specchi conduce al piano superiore che ospita un caffè – ristorante e lounge.

L'intero spazio ruota attorno ad un “albero” posto al centro del ristorante, realizzato con assi di legno di pino, che si ramificano sul soffitto. La struttura trasforma lo spazio in un rifugio nel deserto, dove ripararsi dal sole e incontrarsi.

«Dopo aver realizzato i necessari dettagli tecnici e modelli per simulare il posizionamento delle assi, il montaggio è stato realizzato interamente in maniera artigianale», racconta l'architetto Karim Kassar.

«Uno degli elementi chiave degli interni del nuovo Almaz è lo Zellige, il rivestimento delle pareti realizzato come un mosaico, impiegando le tipiche mattonelle marocchine», aggiunge.

Le lampade a muro Splashing Drops ricreano sulle pareti i disegni della mashrabiyya, la tradizionale grata applicata alle finestre, tipica dell’architettura araba.


di Valentina Mariani / 12 Febbraio 2016
tags:

Ristoranti , Dubai

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Il loft nel garage

Fala Atelier progetta a Lisbona l'esempio perfetto di architettura ottimista

restyling

[Interior Decoration]

Hotel minimal a Santorini

Un omaggio alla tradizione monastica, con vista panoramica

Hotel

[Interior Decoration]

Un riad a Marrakech

4 agenzie di real estate raccontano un mercato affascinante

Itinerari

[Interior Decoration]

Home in the box

Case come auto? Il trend delle abitazioni prefabbricate su misura

case prefabbricate

[Interior Decoration]

Estate a Parigi?

Tappa obbligata a Le Drugstore, il locale più hot del momento

itinerari

[Interior Decoration]

un cocktail bar imperdibile

È The Spirit il nuovo, elegante ed enigmatico locale di Milano

lounge bar

[Interior Decoration]

Destinazione paradiso

Come affittare in Nuova Zelanda una casa immersa nella natura

casa vacanze

[Interior Decoration]

Vivere a New York

Come sono fatti gli interni dell'edificio-icona di Zaha Hadid

casa moderna

[Interior Decoration]

Atene pop e multicolor

Quattro hotel simbolo della rinascita di Atene: modernista, funky e pop

hotel

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web