ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Quanto è colorato il tuo ambiente di lavoro? Sicuramente meno di questo

Per i suoi nuovi uffici a Montreal Playster punta tutto sulla potenza del colore e su forme geometriche rigorose.

ambiente-di-lavoro-colorato-uffici-playster-montreal
Adrien Williams

Alternanza di colori brillanti e spazi bianchi: interni vitaminici per gli uffici canadesi di Playster la nota azienda di intrattenimento fondata a Montreal nel 2014

Quanto è importante un buon progetto dell'ambiente di lavoro? Quanto gli interni possono determinare il benessere dei dipendenti e quindi, in ultima analisi, influire su un buon approccio al lavoro? Playster, la nota azienda di intrattenimento, si è sicuramente posta queste domande quando, dopo gli uffici di New York e Los Angeles, ha affidato allo Studio ACDF, il progetto della sua nuova sede di Montreal in Canada con la richiesta di creare un look dinamico capace di rispecchiare in pieno l’immagine aziendale.

A questa domanda lo studio degli architetti canadesi ha pensato di puntare tutto sulla potenza del colore e su un design geometrico dai tratti fortemente minimalisti e contemporanei capaci di migliorare gli uffici open space originali pur mantenendo la maggior parte delle partizioni esistenti del progetto precedente. I 1.670 metri quadrati sono stati reinterpretati utilizzando un vivace percorso cromatico su base bianca.

I colori delle pareti, la moquette e le vetrate sono in grado di creare un forte impatto visivo richiamando quello del vivace logo aziendale. La declinazione dei colori definisce le diverse aree lavorative che si succedono in un andamento fluido e morbido in un’evoluzione graduale secondo le vivaci tinte utilizzate. I colori favoriscono così i raggruppamenti nello spazio aperto e offrono ai dipendenti una sensazione di appartenenza al proprio ambiente di lavoro: proprio come un team sportivo ogni squadra possiede così il proprio colore.

Il posto immaginato da ACDF può quindi essere liberamente modellato dai suoi occupanti: perfetto per lavorare in piccoli gruppi diventa però anche l’ideale per momenti di collaborazione e creatività facilmente ospitate nelle aree aperte. La forte identità delle zone colorate è compensata da un corridoio bianco e sobrio da cui dipartono le varie aree di lavoro. Come una colonna vertebrale, questo passaggio neutro serve da giunto in grado di collegare le diverse sezioni colorate ma contemporaneamente funziona anche come un luogo dove ci si può rilassare un momento, in contrasto con la dinamica frenesia che anima gli altri locali.

Il passaggio è punteggiato con pareti in vinile perfetti per divenire luogo di incontro e di chiacchiere informali, uno spazio in definitiva che offre una pausa dal lavoro e favorisce i contatti sociali tra i dipendenti. ACDF è intervenuto su dei locali già esistenti e la ristrutturazione si è concentrata su un'accurata analisi del potenziale del sito per sfruttare al meglio la sua configurazione architettonica. In questa prospettiva, i componenti dei locali di origine sono stati recuperati e completamente ridisegnati mentre gli spazi frammentati sono stati messi in comunicazione tra loro e le aree aperte sono strutturate grazie alla creazione dell’alternanza tra zone a colori brillanti e aree bianche.

L’azienda ha ora a sua disposizione un luogo che non solo la rappresenta nella sua filosofia lavorativa ma anche in grado di energizzare il personale mantendo in perfetta armonia la serietà della vita lavorativa e la spontaneità degli incontri e lo scambio tra colleghi.

www.acdf.ca

SCOPRI ANCHE:
 5 uffici moderni dal mondo
Nuova vita a una fabbrica abbandonata
Tour negli uffici del competitor cinese di Airbnb


di Paola Testoni / 6 Settembre 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Un riad a Marrakech

4 agenzie di real estate raccontano un mercato affascinante

Itinerari

[Interior Decoration]

Tendenza Pinterest

I 7 trend di interior design che cerchiamo di più sul social network

Costume

[Interior Decoration]

Salotto europeo

A San Francisco l’hotel di lusso con mobili vintage del vecchio continente

Travel

[Interior Decoration]

Ristorante o fiorista?

Il ristorante nascosto dai fiori in Cina

Travel

[Interior Decoration]

Cibo e arte al museo

Lo chef Frederik Bille Brahe presenta il cafè creativo Kafeteria

Travel

[Interior Decoration]

Nostalgia australiana a Seoul

Tutto marmi e accenti artistici, il nuovo ristorante Caravan 2.0

Travel

[Interior Decoration]

Bali da sogno

A Bali OMNIA apre un dayclub capace di colpire tutto i sensi

Travel

[Interior Decoration]

Ladurée a Tokyo

India Mahdavi firma il terzo store della pasticceria francese

Travel

[Interior Decoration]

Artisti nei borghi

3 artisti con Airbnb ridanno slancio ai borghi italiani

Travel

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web