ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Good Hotel: albergo temporary ad Amsterdam

Da prigione galleggiante a struttura ricettiva di design. Un progetto di hospitality no-profit

Ad Amsterdam il Good Hotel è l'albergo temporary no-profit voluto da Marten Dresen. Secondo Dresen i tempi dei guadagni ad ogni costo, anche nel settore alberghiero, sono finiti. L’iniziatore del Good Hospitality Group crede fermamente nel modello del social business attento all’uomo e all’impatto ambientale. Tutto è iniziato qualche anno anni fa, quando Dresen in anno sabbatico dopo aver ottenuto una laurea in legge, parte per un viaggio in America centrale: «Ero in un piccolo villaggio nelle montagne del Guatemala quando ho incontrato una bambina senza scarpe, per me è stato il momento in cui ho deciso che nel mio futuro lavorativo avrei combinato l’impegno sociale, il doing good, con qualità e imprenditorialità». 

Dresen torna in Olanda e fa nascere ad Amsterdam il Good Hotel: «È un progetto particolare: abbiamo utilizzato una floating jail, un’ex prigione galleggiante in disuso che grazie al design di Remko Verhaagen e Sikko Valk è diventata un luogo di ospitalità. Un progetto di design industriale caldo e accogliente che vuole raccontare ai nostri clienti la storia del nostro personale viaggio nel no-profit. Gli arredi sono un misto di oggetti dei grandi brand olandesi come Moooi e Lensvelt insieme a prodotti custom-made e pezzi d’arte ispirati alla vita urbana di Rio de Janeiro».

La relazione del Good Hotel con la città brasiliana va oltre a questo: «Il Good hotel di Amsterdam» continua Dresen «è un albergo pop-up che verrà trasferito: navigherà fino in Sud America e a luglio riaprirà nella metropoli carioca, in tempo per le Olimpiadi. Nel 2016 sarà la volta di un boutique hotel di 35 stanze in Guatemala, mentre per Amsterdam stiamo già cercando un’altra location adatta alla nostra missione: aprire un nuovo hotel di design per finanziare i nostri progetti no-profit ed offrire training gratuito a giovani in difficoltà da inserire poi come personale negli altri hotel cittadini».

Good Hotel ha 144 stanze di design contemporaneo, un’ampia lounge con tavolo comune e Wi-Fi gratuito e sostiene la NGO Niños de Guatemala che gestisce scuole alberghiere per ragazzi in difficoltà nel paese del centro America.

www.goodhotelamsterdam.com
www.blooey.nl
www.sikkovalk.nl

SCOPRI ANCHE AD AMSTERDAM:
5 suite di design sull'acqua
Il Light Festival 2015-2016
Artdeli: ristorante e galleria


di Paola Testoni / 11 Dicembre 2015

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Filosofia dello spazio

Il restyling di un monolocale a Kyoto, giapponese e contemporaneo

restyling

[Interior Decoration]

Vacanze green con vista

Relax, natura e buona cucina, un indirizzo in Tirolo

hotel

[Interior Decoration]

Abitare tra le nuvole

Pareti blu e nascondigli segreti per un appartamento a Taiwan

restyling

[Interior Decoration]

Il loft che non è un loft

Pareti curve e toni caldi: dimenticate tutto quello che sapete sui loft

restyling

[Interior Decoration]

Minimalismo vittoriano

Unire due stili e due atmosfere: a Londra l’esperimento è riuscito

lounge bar

[Interior Decoration]

Un'oasi in città

A Firenze, un salotto open air per la socialità e il relax

negozi di design

[Interior Decoration]

Nido creativo per due

Cork study, uno spazio ecosostenibile per artisti a Londra

edifici ecosostenibili

[Interior Decoration]

Prada apre a Saint Barts

Uno store in stile esotico tipico delle case sudamericane anni '50

negozi di design

[Interior Decoration]

Lo stupore di Marcel Wanders

Un complesso residenziale ispirato agli elementi della natura

edifici ecosostenibili

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web