ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Come si vive in un appartamento brutalista del Barbican Centre nel 2017?

L’anima del capolavoro di Chamberlin, Powell e Bon in un appartamento eclettico ristrutturato da Emulsion

Lo Studio inglese Emulsion ha ristrutturato un appartamento su tre livelli nell’iconico complesso residenziale del Barbican Centre a Londra. Progettato nel dopoguerra da Chamberlin, Powell e Bon, il complesso, espressione del movimento brutalista, con le sue geometrie marcate e gli elementi architettonici a vista, indicava la via per un’urbanistica ideale, capace di gestire la crescente densità della popolazione senza rinunciare alla bellezza e ai valori comunitari.

 

@ Ed Reeve 

La sfida, per gli architetti di Emulsion, era preservare lo spirito del Barbican anche all'interno, disegnando uno spazio coerente col paesaggio urbano visibile dalle finestre di questo appartamento moderno dall’anima grintosa ed eclettica.

Ed ecco allora i colori accesi di Le Corbusier, padre del Brutalismo, che evidenziano pareti e punti precisi della casa, e i materiali scelti appositamente per riecheggiare gli esterni, come l’acciaio, il cemento, il legno scuro e il vetro retinato.

 

@ Ed Reeve 

Pur conservando il più possibile della configurazione originale degli anni 70, come la grande scala di legno che domina il soggiorno col suo profilo massiccio, la ristrutturazione ha puntato anche a massimizzare lo spazio, ricavando un mezzanino sotto l’alto soffitto a botte dell’appartamento.

@ Ed Reeve 

Qui si trova uno studio, corredato da cabina armadio e doccia, da cui si accede, attraverso un’altra scala scultorea in cemento, alla camera da letto: a catturare lo sguardo è il giallo brillante degli arredi, un tocco giocoso che aggiunge carattere all'ambiente.

 

@ Ed Reeve

Il primo livello è occupato invece da zona living e cucina. Quest'ultima adotta linee e materiali vintage, mixando acciaio e piastrelle. Protagonista è di nuovo il colore, un verde petrolio che accentua i volumi, a contrasto col grigio della pavimentazione in gomma e il bianco dei muri.

 

@ Ed Reeve

Il tocco finale? Una combinazione di arredi vintage e pezzi contemporanei, per sottolineare ancora il connubio tra l’anima retrò del Barbican e il design minimalista di oggi.

www.emulsionarchitecture.com


di Elisa Zagaria / 6 Giugno 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Ristorante o negozio di fiori?

Il ristorante nascosto dai fiori in Cina

Travel

[Interior Decoration]

Cibo e arte al museo

Lo chef Frederik Bille Brahe presenta il cafè creativo Kafeteria

Travel

[Interior Decoration]

Nostalgia australiana a Seoul

Tutto marmi e accenti artistici, il nuovo ristorante Caravan 2.0

Travel

[Interior Decoration]

Bali da sogno

A Bali OMNIA apre un dayclub capace di colpire tutto i sensi

Travel

[Interior Decoration]

Ladurée a Tokyo

India Mahdavi firma il terzo store della pasticceria francese

Travel

[Interior Decoration]

Artisti nei borghi

3 artisti con Airbnb ridanno slancio ai borghi italiani

Travel

[Interior Decoration]

Elogio dell’anticamera

Restyling di un appartamento vista mare a Lerici

Restyling

[Interior Decoration]

Dentro un De Chirico

Apre a Milano uno store sospeso tra leggerezza e materia

Travel

[Interior Decoration]

Hotel di design a Providence

The Dean mette a frutto le idee degli studenti

Travel

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web