ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Arredamento boho chic: cos'è e come si usa

La guida essenziale e indispensabile alla rivisitazione moderna dello stile bohemian: dalle origini ai mobili da acquistare per una casa tra l'hippie e l'elegante

arredamento-stile-boho-chic
© Adrian Gaut

L'arredamento in stile boho chic è fatto di accenti marocchini che parlano di avventura e desiderio di esplorazione di terre lontane. Di colori saturi e tessuti dalle trame opulente che incrociano una copiosa vegetazione domestica. Di lanterne variopinte atte a conferire un’illuminazione soffusa che fa come da collante per i diversi elementi eclettici presenti in un ambiente in perfetto stile “Vie Bohème”.

Il boho chic è caratterizzato dall’assenza di linee guida e dalla libertà di spirito dei suoi abitanti. E la parte più difficile del lavoro è capire come seguire regole che di per sé non esistono, al fine di arredare boho con buoni risultati senza rischiare che la casa risulti un caotico ensemble ammobiliato.

Leggi anche: La guida essenziale all'arredamento in stile industriale: cos'è e come si usa

Arredamento Boho Chic: le origini

Come indicato dal nome, lo stile boho chic è un’esplorazione e, per certi versi, uno sviluppo dello stile boho, nato nel 19esimo secolo e comunemente associato allo stile Hippie degli anni ’60 e ’70. Nonostante le origini della “Vie Bohème” risalgano a tempi lontani, il boho chic si è invece affermato nella cultura contemporanea solo a partire dagli anni 2000.

Lo stile Bohemien è stato fin dalle origini sinonimo di anticonformismo in relazione alle usanze e mode di quel periodo e, di conseguenza, facilmente associato a creativi e intellettuali ai margini delle strutture sociali. Ma nel mondo della moda e dell’arte, si sa, stili criticati e dismessi nel passato tornano spesso alla ribalta. Nel caso del decor bohemien, è l’elemento “chic” ad averlo reso cosi popolare anche nelle case meno estrose e fra individui non cosi eclettici come avveniva nel passato.

Arredamento Boho Chic: i mobili

Manifestando sentimenti di ribellione e libertà nella moda tanto quanto nel campo dell'interior design, lo stile bohemien chic punta a spezzare la monotonia di interni eleganti e moderni con elementi vintage e mobili artigianali. Per questa ragione, raramente si trovano due interni molto simili o la presenza di mobili in serie dentro progetti differenti. Ed è proprio l’esclusività e la rarità degli oggetti che riempiono lo spazio, l'elemento fondamentale e caratteristico che rende ogni ambiente esclusivo e unico.

Che si tratti di soffici tatami, coperte dai variopinti motivi etnici o amache appese al soffitto, spesso la chiave è comodità e Savoir-vivre. Con tutta la libertà di espressione che si dovrebbe avere in casa propria, che esprime a pieno la personalità del suo proprietario.
Nel bohemian chic ogni mobile, ogni oggetto e ogni elemento decorativo racchiude una storia e un legame personale con chi lo possiede.

I mobili, tramite un’alternanza di moderno ed eclettico, vanno a riempire ogni metro quadro dello spazio, dando cosi vita a un ambiente eccentrico, fatto di colori e oggetti intriganti, unici nel loro genere.

Foto © Ilana Bessler (leggi anche: Boho Chich, lo stile giusto per reinventare una casa anni '60 a San Paolo)

La casa Boho Chic

In una casa boho chic tra i grandi protagonisti vi sono le piante. Il verde, in genere, si fonde magistralmente com qualsiasi tipo di ambiente, e ne diventa talvolta un importante elemento d'arredo. Via dunque a parete divisorie e barriere, grandi vasi posti in luoghi inusuali della casa, e quadri con raffigurazioni botaniche o mappe di giardini antichi, magari acquistati durante un viaggio o in tipografia.

Capita a tutti un giorno di dover fare pulizia dentro casa, liberandosi di quella serie di oggetti superflui, che si dimenticano negli anno dentro uno scatolone in soffitta o sul ripiano più alto di un armadio.

L'ora di riaprire i suddetti scatoloni, arriva proprio quando si decide di arredare un ambiente in stile boho chic: si chiama recupero creativo.

Foto Courtesy of Justina Blakeney (leggi anche: Justina Blakeny: tutti i segreti del Jungalow spiegati da chi l'ha creato)


di Valentina Mariani (Ha collaborato: Vivee Barengo) / 11 Marzo 2018

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Da terminal ad hotel

Il TWA Flight Center di Eero Saarinen da oggi è un albergo

Travel

[Interior Decoration]

Una piadina a Lione

Masquespacio progetta 40 mq coloratissimi dedicati all'Italia

Travel

[Interior Decoration]

Belgrado cosmopolita

La rinascita della città passa per un hotel di design democratico

Travel

[Interior Decoration]

Colombiana a New York

Ispirazione finca per la seconda sede di Devocion a New York

Travel

[Interior Decoration]

Storia delle cementine

Cuore di sabbia e cemento e un'allure tra stile liberty e decò

Costume

[Interior Decoration]

I colori dell’estate in casa

11 colori con cui dipingere le pareti di casa. Subito

Costume

[Interior Decoration]

Cena in terrazza da Prada

A Milano, il nuovo ristorante nella Torre di Rem Koolhaas

Travel

[Interior Decoration]

Marni arriva a Firenze

Un negozio pop dal tocco industriale, dentro a un palazzo antico

Travel

[Interior Decoration]

Destinazione Grecia

Design hotel e resort: le nuove aperture da provare nel 2018

Travel

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web