ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Arredamento vintage e arte dal mondo per un attico a Londra

Pezzi unici dai colori forti, provenienti da epoche e mondi diversi, trasformano una cornice bianca in uno spazio da abitare con personalità

Arredamento vintage e arte dal mondo: tra le mura di un palazzo vittoriano tipico del quartiere londinese che lo ospita, si trova un appartamento dove l'amore per questi due temi è la chiave che guida tutto il progetto degli spazi.

E non è un caso che dal lato opposto della strada si trovi il V&A Museum, famoso per essere ad oggi il più grande museo di arti decorative al mondo.

Cio' che hanno in comune i pezzi presenti nell'appartamento, è l'essere unici, spesso antichi, e scelti secondo il gusto del padrone di casa, un collezionista arabo che viaggia per il mondo e ne raccoglie i più preziosi cimeli.

E così, l'attico è come una grande tela bianca, dove i protagonisti sono una serie di pezzi d'arte raccolti nel tempo e arredi vintage scelti durante i suoi viaggi. Ad accogliere gli ospiti, un tavolo in marmo di origini brasiliane realizzato da alcuni artigiani negli anni '60, accostato a sedie vintage francesi risalenti agli anni '40 e acquistate in un mercato parigino. Sul tavolo, l'opera Design for Tree No 1 di Charles Avery, realizzata nel 2011.

Subito a destra, si trova una piccola serra coperta che ospita piante tropicali e, all'esterno, un grande terrazzo che fa da set per le più rare specie di piante e i più ricercati cimeli raccolti durante alcuni viaggi in Sicilia, insieme a un grande tavolo del 1950 acquistato in Germania. Qui, anche la Thinking Man Chair di Jasper Morrison per Cappellini, realizzata nel 1988. 

Il corridoio che porta alle altre stanze della casa, è caratterizzato da un alto soffitto in vetro, da cui filtra la luce che conferisce alle opere d'arte presenti un effetto suggestivo. Alle pareti, The Sun Maiden, realizzata nel 1974 da Monir Farmaian, e Ammazzare il Tempo, di Alighiero Boetti (1979).

Entrando in salotto si ha la sensazione di ritrovarsi improvvisamente dentro un'altra epoca, tra mobili vintage anni '20 in forte contrasto con pezzi d'arte più contemporanea, come il tavolo blu di Yves Klein realizzato all'inizio degli anni '60, mediate dalla presenza di opere provenienti da un'epoca “di mezzo” come Indian Turban, di Tamara De Lempicka, realizzato nel 1939.

Dal salotto, si intravede lo studio, dove l'opera del 1989 Aerei, di Alighiero Boetti fa da protagonista indiscussa, accostata all'immancabile scrivania con sedia, entrambe antiche.  

SCOPRI ANCHE:
 Casa per un collezionista
Come trasformare una casa classica con un pavimento blu


di Valentina Mariani / 17 Ottobre 2016
tags:

attici , Londra

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Philipp Plein a Parigi

Negli Champs-Élysées inaugurato il nuovo store del lusso estremo

Negozi di design

[Interior Decoration]

Un laboratorio spettacolare

Dimorestudio progetta il nuovo negozio Oliver Peoples a Miami

negozi di design

[Interior Decoration]

Il tropicalismo va di moda

Il nuovo concept store di Prada inaugurato a Miami

negozi di design

[Interior Decoration]

Caffè sì, tavoli no

Un coffee bar senza tavolini – ma con co-working – a Pechino

Uffici di design

[Interior Decoration]

Desideri in cucina

Casamenu, la piattaforma con tutti gli ingredienti della cucina

cucine di design

[Interior Decoration]

L'hotel nella fabbrica di ceramica

Antico e moderno per un'allure senza pari nel centro di Maastricht

Hotel di design

[Interior Decoration]

Quattro amici al bar

Fiori, design e cucina da scoprire dietro un portone milanese

Lifestyle

[Interior Decoration]

Barocco con Twist

Con Gwenael Nicolas nella nuova boutique Dolce&Gabbana

negozi di design

[Interior Decoration]

Il design arabo e l'Europa

Il nuovo ristorante Shababeek a Dubai, firmato Pallavi Dean

ristoranti di design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web