ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Arredamento vintage per il New Road Residence è un mini boutique hotel per un week end a Londra

Un edificio fine ‘700 diventa una guesthouse-vetrina ricca di oggetti da scoprire e acquistare

Tracce di un elegante passato, iconici elementi d’arredamento vintage, firmati da grandi maestri, e nuovi oggetti di tendenza da scoprire ed eventualmente acquistare si fondono nel restyling di una classica casa a schiera londinese di fine ‘700, trasformata in un’eccentrica guesthouse-vetrina dal titolare della boutique di moda Hostem, James Brown, e dal suo direttore artistico Christie Fels.

La New Road Residence, questo il nome con cui è stata battezzata l’inedita incursione dei due creativi nel mondo del design e dell’arte, è una ricercata abitazione di 265 mq, situata nel cuore della zona di Whitechapel, che può accogliere fino a sei ospiti. Un comodo rifugio pieno di stile nell’East London che James Brown e Christie Fels hanno decorato con arredi classici e le proposte dei loro negozi, gallerie e tastemaker londinesi preferiti.

I tre piani della New Road Residence ospitano ambienti ariosi e stanze più intime. Al livello inferiore, trovano spazio una cucina a vista e una zona pranzo, un intimo giardino e diversi angoli per il relax. Una vecchia scalinata permette di raggiungere i piani superiori dove sono situate le camere da letto e i servizi.

Una palette di colori ispirati alla terra, accesa da lampi di caldi rossi e profonde sfumature di verde, domina gli spazi. All’interno della residenza, un’illustre assente: la televisione. A scaldare i momenti domestici, una biblioteca ricca di letture scelte dal filosofo Clayton Littlejohn, i vini selezionati dal co-fondatore del ristorante Primeur, Jeremie Cometto-Lingenheim, e un universo tutto da esplorare, fatto di antichi camini, vecchi decori recuperati, finestre a golfo e pavimenti in legno di pino grezzo o in pietra che si confrontano con ricercati tessuti, opere d’arte e originali oggetti da scoprire.

www.33newroad.com

SCOPRI ANCHE:

Hotel di design a contatto con la natura a San Francisco
Valencia Lounge Hostel, l'ostello di design di Masquespacio
Design made in Italy per l'Hotel Moments a Budapest


di Francesco Marchesi / 8 Settembre 2016
tags:

hotel , Londra , restyling

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

500 anni e non sentirli

Il restauro di un'antica torretta medievale divenuta guest house

restyling

[Interior Decoration]

Sport e design

L'open space moderno di un appassionato di ciclismo a Barcelona

restyling

[Interior Decoration]

Micro-casa idilliaca

Sulle coste francesi, Freaks ristruttura un vecchio capanno di pesca

casa vacanze

[Interior Decoration]

Hotel o club esclusivo?

Luci soffuse e atmosfera intima da Room Mate Gerard a Barcellona

hotel

[Interior Decoration]

Design Japan, tinte del Perù

Il nuovo Nobu Dowtonwn progettato da David Rockwell

ristoranti

[Interior Decoration]

Design alle Maldive

Ospiti di Cocoon, il resort di design nel blu dell'Oceano indiano

hotel

[Interior Decoration]

La rivoluzione dell'hotellerie

Patrick Norguet firma il nuovo Okko Hotel di Parigi

hotel

[Interior Decoration]

Luxury per tutti

La nuova ospitalità del Public Hotel di Ian Schrager a New York

Hotel

[Interior Decoration]

White Forest

La firma di Tokujin Yoshioka per un negozio di scarpe a Tokyo

negozi di design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web