ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

10.Creative Drink, il nuovo social club di Shenzhen

Un place to be che mixa arte, intrattenimento e business in uno spazio versatile che racchiude in sé la vena sperimentale della nuova Cina

00-bar-di-design-10-creative-drink-shenzhen
@ Chao Zhang

Farsi notare in una strada iper-affollata, piena di locali e attività commerciali, non è impresa facile ma il bar di design 10.Creative Drink ce la fa. Questo spazio multifunzionale - un po' bar, un po' negozio, un po' centro culturale - ha trovato il modo di non passare inosservato, puntando su forme e colori audaci per non finire risucchiato dal caos metropolitano. Non depisti il nome inglese - 10.Creative Drink: in realtà ci troviamo nel vivace e convulso Futian District, a Shenzhen, una delle maggiori città del Sud della Cina.

@ Chao Zhang

Qui, tra grattacieli altissimi e uno skyline in continua evoluzione, si produce il 30% del Pil nazionale, grazie soprattutto alla sperimentazione in campo tecnologico. Naturale che anche il design ami osare: è quello che hanno fatto i creativi locali di CM Design, restaurando un locale preesistente per ricavarne un bar di design poliedrico e inconsueto, che si propone di interagire con la comunità circostante in modo nuovo, più stimolante e complesso. Coniugare il business con l'arte e l'intrattenimento: è questa l'idea alla base di 10.Creative Drink, una chiazza blu elettrico che cattura subito l'occhio di chi passa.

@ Chao Zhang

Il locale si articola su due livelli ed esibisce una facciata scultorea di grande impatto, un’armatura metallica dalle linee squadrate, imponente e giocosa insieme. L'ampia vetrata al pianterreno si apre sulla strada, mentre enormi colonne disposte a fisarmonica scandiscono ritmicamente il livello superiore. A collegare i due piani, è una scala spiralifirme dal sapore industriale, che si proietta all'esterno, e con le sue linee curve stempera la regolarità geometrica dello spazio.

@ Chao Zhang

Anche all'interno del bar design un guscio blu elettrico definisce e avvolge gli ambienti, disegnando reticoli che diventano aperture e ripiani, dietro i quali si scorge un muro di mattoni grezzi. Il pavimento in cemento contribuisce ad accentuare questa connotazione raw, grintosa e ricca di carattere. La luce soffusa che viene da faretti incastonati nel soffitto, blu anch'esso, si mescola al caleidoscopio cromatico che arriva dalla strada, creando un'atmosfera intima che però mantiene saldo il contatto con l'esterno.

@ Chao Zhang

La metratura è ridotta - 100 metri quadri in totale - ma scomposta in modo da inglobare funzioni e attività diverse, in un insieme fluido e versatile. Al pianterreno trovano spazio un grande bancone in cui si preparano i drink, un punto vendita e un'area conviviale in cui intrattenersi. Se si vuole un po' più di privacy ci si può spostare al piano superiore, dove gli ampi tavoli sono perfetti anche per tenere riunioni d'affari, ma con una spiccata propensione artistica. Qui infatti si organizzano anche mostre ed eventi, che senza sforzo trasformano il locale in una galleria o in un club: la scenografia essenziale, dagli echi vagamente lisergici e subacquei, si presta agli usi più disparati, lasciando scegliere alla clientela esigente, curiosa e dinamica della grande città.

@ Chao Zhang

Il risultato finale è un locale eclettico e contemporaneo, che sfugge a definizioni ed etichette, un catalizzatore delle energie urbane che vuole porsi come una piattaforma di scambio culturale, sociale e commerciale, immersa nel tessuto metropolitano in continuo mutamento, eppure immediatamente riconoscibile, identitaria e magnetica.

@ Chao Zhang

LEGGI ANCHE:

The Spirit, elegante ed enigmatico, tra i locali di Milano da provare

Alessandro Borghese apre un ristorante a Milano

A Milano apre Wood-ing, il primo bar endemico al mondo


di Elisa Zagaria / 18 Novembre 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

I muri secondo Rem Koolhaas

Allo Stedelijk Museum la nuova tappa della sua ricerca sulle pareti

allestimenti

[Interior Decoration]

Moncler Enfant a Milano

Un nuovo spazio tutto dedicato ai bambini. Mascotte compresa

negozi di design

[Interior Decoration]

Tradizione reinterpretata

A Londra apre l'hotel tra gusto vittoriano e esperienza ultramoderna

Travel

[Interior Decoration]

Philipp Plein a Parigi

Negli Champs-Élysées inaugurato il nuovo store del lusso estremo

Negozi di design

[Interior Decoration]

Un laboratorio spettacolare

Dimorestudio progetta il nuovo negozio Oliver Peoples a Miami

negozi di design

[Interior Decoration]

Il tropicalismo va di moda

Il nuovo concept store di Prada inaugurato a Miami

negozi di design

[Interior Decoration]

Caffè sì, tavoli no

Un coffee bar senza tavolini – ma con co-working – a Pechino

Uffici di design

[Interior Decoration]

Desideri in cucina

Casamenu, la piattaforma con tutti gli ingredienti della cucina

cucine di design

[Interior Decoration]

L'hotel nella fabbrica di ceramica

Antico e moderno per un'allure senza pari nel centro di Maastricht

Hotel di design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web