ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

A Barcellona, il bed and breakfast firmato Nook Architects

Si chiama Bed & Blue il progetto hospitality firmato dallo studio spagnolo nel cuore della capitale catalana

Si chiama Bed & Blue, il nuovissimo bed and breakfast nel cuore di Barcellona disegnato dallo studio Nook Architects. Lo studio catalano formato da Ana García, Joan G Cortés e Rubén F Berenguer progetta interni con un approccio che punta alla funzionalità e alla fruibilità degli spazi attraverso l'uso di arredi minimal, colore accesi e materiali diversi. Alla vigilia dell'apertura dell'edificio gli architetti hanno raccontato gli obiettivi e i processi creativi che hanno dato origine al loro lavoro.

Questo progetto si divide un due parti. Il piano superiore, che è già stato realizzato, e il piano inferiore, che sarà progettato il prossimo anno. Quale sarà il risultato finale?
Ana: 6 camere doppie con bagno privato, ognuna con balcone o patio esterno, una piccola cambusa per preparare colazioni e una sala comune al piano terra orientata verso il strada principale, attraverso la quale gli ospiti potranno ammirare la strada caotica su cui il b&b si affaccia.

Parliamo della scelta di materiali e colori. Pareti di mattoni nelle stanze e grandi piastrelle blu nei bagni. Qual è l'effetto che volevate ottenere?
Joan: In cucina, abbiamo voluto creare un contrasto tra il colore naturale della ceramica e il blu profondo delle piastrelle. Dei mattoni ci è piaciuto l'effetto naturale che ben si accosta al legno e a tutti gli altri elementi della casa. Inoltre, i laterizi a vista necessitano di pochissima manutenzione e resistono a lungo, il che è perfetto per una struttura ricettiva.

Cucina, parte del bagno e salotto non hanno porte. Perché?
Rubén: Volevamo che entrasse più luce possibile e che si creasse una forte relazione visiva tra uno spazio e l'altro. Giocare con la luce è stato interessante e l'assenza di porte in questi spazi ha giocato un ruolo fondamentale per ottenere l'effetto che desideravamo.

La maggior parte dei vostri progetti sono caratterizzati dall'introduzione di elementi fortemente moderni in ambienti in cui si conservano elementi classici (per esempio, i pavimenti). Al di là della bellezza dell'effetto finale, qual è l'obiettivo dietro questa scelta?
Ana: Creare originalità, mediante l'incontro tra il nuovo e il vecchio. Quest'ultimo, contrariamente a quanto si possa pensare, ha quasi sempre grandi potenzialità, ma soprattutto doti di adattabilità verso nuovi usi e necessità.

www.nookarchitects.com

 

GUARDA TUTTI I PROGETTI DI NOOK ARCHITECTS A BARCELLONA:
Il co-wo Zamness
Tre appartamenti
L'appartamento G-Roc
Casa per single
Restyling in un palazzo del '900

GUARDA ALTRI PROGETTI DI B&B:
Rosa Et Al in Portogallo
Bed&Breakfast 9 a Lucerna
Drake Devonshire Inn sul lago Ontario


di Valentina Mariani / 2 Giugno 2016

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Nel regno dei felini

La casa di design in cui tutti i gatti vorrebbero abitare

Casa Moderna

[Interior Decoration]

2016: Odissea nel vintage

Rimandi a Kubrick e all'architettura cinese nel museo delle BMW vintage

musei

[Interior Decoration]

Rigore in total white

Da Ninajing, una casa che è un ponte tra passato e presente

Case di design

[Interior Decoration]

Una boutique museo a Madrid

Casa Loewe approda in Spagna con uno spazio tra moda, arte e design

[Interior Decoration]

A casa dei designer Lim+Lu

Tra ispirazioni orientali, creazioni di design e pezzi icona

restyling

[Interior Decoration]

Il lusso ha un nuovo dictat

Stile contemporaneo per una villa con piscina in Australia

case con piscina

[Interior Decoration]

Ispirazione art decò

Mix di culture e influenze anni '70 in un bistrot a Melbourne

ristoranti

[Interior Decoration]

Lavorare da Xiaozhu

Un collage di spazi domestici per il competitor cinese di Airbnb

uffici di design

[Interior Decoration]

Un caffè dal meccanico

Neri&Hu ripensa un'autofficina come luogo di lavoro e relax

restyling

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web