ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Tra boutique hotel e ostello di design, l'Oddsson di Reykjavik sceglie materiali di riciclo

Il gioco dei contrasti guida tutto il progetto di questo spazio ibrido firmato Döðlur in un vecchio magazzino

boutique-hotel-ostello-reykjavik-design-riciclo

Un Hotel con l'atmosfera di un ostello, un ostello con i servizi di un hotel: questa la descrizione dell'Oddsson Ho(s)tel , nuova formula che ha appena aperto i battenti a 

Reykjavík a maggio 2016.

Il concetto alla base dell'Oddsson, innovativa formula di boutique hotel e ostello di design che ha aperto i battenti a maggio 2016 nella capitale islandese, è il contrasto elevato tra cultura alta e bassa, che esclude tutto ciò che è mainstream.

Questa semplice idea ha guidato tutta la progettazione, ma ha anche offerto la libertà di creare qualcosa di molto diverso dagli alberghi e dagli ostelli a cui siamo abituati, spesso troppo formali oppure orienti unicamente al principio dell'economicità.

All'Oddsson si trova un felice connubio tra l'integrità dell'architettura industriale dell'edificio originale – un magazzino degli anni 40 nel centro di Reykjavík – e l'estetica eclettica dello studio Döðlur, con i suoi pezzi custom-made ispirati ai materiali di scarto che si trovano nelle fabbriche, come i tubi e i profilati usati per creare arredi semplici e raw, ma di buon gusto.

A questi si affiancano pezzi iconici di designer del calibro di Pierre Jeanneret, Augusto Bozzi, Pierre Paulin, Pierre Chapo, Mario Bellini, Tobia Scarpa, Alessandro Becci, Paul Evans, Ettore Sottsass, Mario Botta, Alessandro Mendini, Gerrit Rietveld, Eero Saarinen, Luigi Caccia Dominioni, DeSede, Gervan, Milo Baughman, Michel Ducaroy, Maison Jansen and Tommaso Barbi, solo per citarne alcuni.

Ancora contrasti ai piani superiori del grande edificio curvilineo della JL HOUSE – una delle architettura più iconiche della città in cui ha sede l'hotel – dove le diverse tipologie di camera sono pensate per un ampio spettro di viaggiatori: dalle camere singole ai letti a castello a una grande suite con vista mozzafiato sull'oceano. Accanto alla cucina dell'ostello, la terrazza panoramica è attrezzata con una vasca idromassaggio dove tutti gli ospiti possono rilassarsi.

Al piano terra questo gioco di giustapposizioni trova la sua massima espressione nel salotto informale, la caffetteria e il bistrot che anticipano Bazaar, un raffinato ristorante italiano con una prestigiosa carta dei vini. E ancora, una sala karaoke insonorizzata nel bel mezzo del ristorante e caviale sul menu take away: un mix di minimalismo e brutalismo dove sentirsi sempre a proprio agio.

www.oddsson.is/

www.dodlur.is

SCOPRI ANCHE:

Valencia Lounge Hostel
→ Un ostello negli hutong di Dashilar a Pechino
→ Ostello di design a Londra: Generator London
→ Un albergo low cost in Finlandia
→ Un ostello in giallo a Spalato


di Carlotta Marelli / 12 Settembre 2016

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Back to the 70s

A Londra un ristorante ricrea la New York dello studio 54

ristoranti

[Interior Decoration]

Perfetta ma non troppo

Ecco la dimora ideale per una giovane famiglia

restyling

[Interior Decoration]

Molto più di un ostello

Una location di design sospesa nel tempo ad Austin

ostelli

[Interior Decoration]

New American Interiors

3 case mozzafiato tra San Francisco a New York

Casa moderna

[Interior Decoration]

Il calore del legno

Pavimenti in legno: dai grandi classici agli ultimi trend

pavimenti e rivestimenti di design

[Interior Decoration]

Ristrutturazione vetro e legno

Una vecchia piccola casa torna a splendere

Restyling

[Interior Decoration]

Casa green sulla spiaggia

Già negli anni ’70 William Morgan progettava la sua dimora secondo i nuovi canoni di sostenibilità

[Interior Decoration]

Una casa unfinished

L’arredamento orientale contemporaneo è più minimal che mai

stile minimal

[Interior Decoration]

Office in the sky

Gli uffici di Memocorp a Sydney sembrano un attico di lusso

uffici di design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web