ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Come arredare un coworking in stile eclettico

Tanto colore tra pezzi vintage e mobili custom made in un’ex fabbrica di oppio diventata la sede cinese di We work

come-arredare-coworking-stile-eclettico-1

Se vi state chiedendo come arredare un coworking in stile eclettico siete nel posto giusto. Siamo nel cuore di Shanghai, dove una vecchia industria di oppio è stata trasformata nella sede principale della compagnia cinese We work Weihai. Il progetto, firmato dallo studio Linehouse, rinnova l’edificio abbandonato, nel quartiere artistico Jing An, e lo trasforma in un nuovo spazio di cowoking capace di accogliere più di 1.300 professionisti.

Il risultato? Una struttura open space di 5.500 metri quandri caratterizzata da un design eclettico e un mix di stili che spazia tra passato e presente. Il look industrial del vecchio edificio con le mattonelle a vista si alterna a partiture classiche sulle pareti monocromatiche interrotte da colonne di metallo colorate, installazioni luminose e luci fluorescenti con motivi tropicali nell’area lounge al piano terra. Il tutto in un decor che mixa pezzi nuovi e vintage.

Risalta il verde acceso delle colonne in metallo che delineano il cuore della struttura industriale sviluppata su tre piani. Una scala monumentale e curvilinea centrale, formata da pannelli di legno oak a forma di prisma,  salendo cambia gradualmente di colore in un andamento origami dal tono naturale al blu.

Nel decor degli interni del coworking risalta la ricchezza dei colori e dei motivi grafici, come la carta da parati dipinta a mano con piccoli semi di oppio che interrompe la mezza parete di legno, o i motivi geometrici vintage sul pavimento e colorati.

Toni pastello e linee geometriche si alternano a dettagli dorati, come la monumentale installazione di metallo al piano terra che delinea la struttura semicircolare dell’edificio.

Mobili custom made in legno, divani in pelle marrone e cuscini colorati blu acceso sottolineano il continuo oscillare tra passato e presente, tra look industriale, vintage e moderno.

Il fluttuare labirintico di luci e colori, con l’installazione in bronzo e vetro sospesa nello spazio grandioso e multilivello, sovverte l’idea tradizionale di ufficio: arte e architettura si fondono in un design eclettico che lascia spazio a guizzi fantasiosi e giochi cromatici.

 

SCOPRI ALTRI PROGETTI DI COWORKING:

Tom Dixon arreda un coworking a Londra
Restyling colorato blu Klein di un coworking space a Brooklyn
Coworking: a Barcellona il nuovo spazio Zamness firmato Nook Architects


di Monica Mascia London / 16 Marzo 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Un attico baciato dal sole a Palermo

Minimalismo ed ergonomicità su due livelli

restyling

[Interior Decoration]

Location! Location! Location!

Roma e i nuovi progetti per l’abitare contemporaneo

interviste

[Interior Decoration]

Polvere di stelle

Femminilità a colori: il pop up store di Paula Cademartori

negozi di design

[Interior Decoration]

Mix balinese

Un boutique hotel a Bali tra arte, natura, design e vintage

hotel

[Interior Decoration]

Cafè No. 19, vintage alla greca

Un nuovo locale ispirato alle vecchie gastronomie greche di Melbourne

ristoranti

[Interior Decoration]

New style new life

Questa volta Dmail reinventa se stessa

negozi di design

[Interior Decoration]

Londra ha un cuore sardo

Il ristorante Olivo racconta tra menù e design la bellezza di un'isola

ristoranti

[Interior Decoration]

Tempi di vendemmia

In Catalogna il minimalismo contagia anche le cantine

food e design

[Interior Decoration]

I pastelli di Odette

A Singapore un ristorante francese punta tutto sui colori soft

ristoranti

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web