ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Come restaurare una torre medievale in stile minimal

In Repubblica Ceca lo studio ORA firma un difficile restauro che fonde austerità medievale e minimalismo moderno

come-restaurare-una-torre-medievale-in-stile-minimal
@ Jakub Skokan, Martin Tůma / BoysPlayNice

Ai piedi di un antico castello, giù per la collina, nel quartiere ebraico di Mikulov in Repubblica Ceca, c'è una torretta medievale che sembra uscita da una fiaba. Una fiaba intricata però. Perché Štajnhaus, questo è il suo nome, è passata attraverso non poche peripezie per diventare come la vediamo adesso.

Danneggiata dal tempo e dall’incuria, sfigurata da alterazioni e ricostruzioni improprie, la struttura del XVI secolo era poco più di un ammasso di pietre, prima che gli architetti dello studio ceco ORA arrivassero a salvarla, come ogni principessa che si rispetti, restituendole la sua identità originaria.

 

@ Jakub Skokan, Martin Tůma / BoysPlayNice

Per arrivare al lieto fine, la strada è stata lunga e irta di ostacoli. Man mano che si addentravano nella storia dell'edificio e nelle sue molte vite, i progettisti scoprivano strati su strati, diversi tipi di muratura e intonaco, persino una serie di gradini sepolta sotto tutto il resto. Il fatto che non ci fosse un solo muro dritto né un’apertura rettangolare rendeva l'impresa ancor più ardua.

 

@ Jakub Skokan, Martin Tůma / BoysPlayNice

L'obiettivo era ritornare all'essenza, recuperare le nobili origini della struttura, reintempretandole in chiave moderna. Del resto l’ascetico rigore medievale ha molto più in comune col design minimal di oggi di quanto si possa immaginare… E così gli architetti hanno intrapreso un processo di ristrutturazione e restyling che preservasse il più possibile gli elementi originali, come le volte o le travi a vista. Laddove è stato necessario reinventarli o ricrearli da zero, la differenza si nota appena, grazie all’unitarietà estetica e strutturale che ha guidato i lavori: difficile distinguere ciò che è nuovo da ciò che non lo è.

 

@ Jakub Skokan, Martin Tůma / BoysPlayNice

Ed ecco allora la vecchia torretta malconcia tornata all’antico splendore: ora ospita una piccola foresteria con cinque camere, un'ampia cantina nei sotterranei e un appartamentino privato per il proprietario. Chi si ferma qui per un breve soggiorno in città può assaporare l'atmosfera magica del luogo e fare un viaggio all'indietro nel tempo, ma con tutti i confort di oggi.

 

@ Jakub Skokan, Martin Tůma / BoysPlayNice

Ciascuna stanza è unica, e prende il nome dal colore diverso della pavimentazione che la contraddistingue: giallo, verde, grigio, bianco e blu. La tavolozza cromatica predilige sfumature tenui e delicate, richiamate anche dalle finiture in legno riciclato che si ritrovano in tutto l'edificio. Ad aggiungere carattere è l’acciaio dipinto di nero che compare in più punti a sottolineare e definire gli spazi, dalle ringhiere alle lampade, dagli scaffali al telaio dei letti.

 

@ Jakub Skokan, Martin Tůma / BoysPlayNice

Il risultato finale è un equilibrio perfetto tra antico e moderno, in cui minimalismo contemporaneo e austerità medievale convergono per dare vita a un’eleganza pura, finalmente liberata dalla polvere dei secoli.

https://www.o-r-a.cz


di Elisa Zagaria / 26 Giugno 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Ristorante o negozio di fiori?

Il ristorante nascosto dai fiori in Cina

Travel

[Interior Decoration]

Cibo e arte al museo

Lo chef Frederik Bille Brahe presenta il cafè creativo Kafeteria

Travel

[Interior Decoration]

Nostalgia australiana a Seoul

Tutto marmi e accenti artistici, il nuovo ristorante Caravan 2.0

Travel

[Interior Decoration]

Bali da sogno

A Bali OMNIA apre un dayclub capace di colpire tutto i sensi

Travel

[Interior Decoration]

Ladurée a Tokyo

India Mahdavi firma il terzo store della pasticceria francese

Travel

[Interior Decoration]

Artisti nei borghi

3 artisti con Airbnb ridanno slancio ai borghi italiani

Travel

[Interior Decoration]

Elogio dell’anticamera

Restyling di un appartamento vista mare a Lerici

Restyling

[Interior Decoration]

Dentro un De Chirico

Apre a Milano uno store sospeso tra leggerezza e materia

Travel

[Interior Decoration]

Hotel di design a Providence

The Dean mette a frutto le idee degli studenti

Travel

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web