ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Conti Guest House Milano: un’oasi urban chic

Sofisticata, cosmopolita, urban chic, Conti Guest House in via Tiepolo riflette l'essenza della città

conti-guest-house-milano

Una palazzina indipendente dal fascino discreto, in un quartiere residenziale del primo novecento che assomiglia a un villaggio inglese, ma è a due passi dal centro, ospita la nuova Conti Guest House Milano.

Una vera e propria oasi di pace nella frenesia metropolitana, la struttura di via Tiepolo interpreta perfettamente l'essenza di Milano, sofisticata e cosmopolita, senza rinunciare al comfort di un ambiente informale.

 

Ridisegnata dall’architetto Nicola Gisonda, che le ha impresso uno spiccato carattere urban chic, la casa che ospita la guest house Conti si sviluppa su tre piani e comprende sei camere, una zona living comune e un giardino con dehor per rilassarsi all'aria aperta.

 

Già nella scelta di identificare ogni stanza di Guest House Conti Milano con il codice Pantone della sua tonalità al posto dei soliti numeri, si coglie la centralità dell'elemento cromatico nel restyling: ed ecco allora toni vibranti come il viola e l'azzurro, accostati a colori caldi, come il ruggine e il rubino, passando attraverso le sfumature più delicate del rosa e del cipria. Una tavolozza ricca e composita, che ha nel grigio e nel nero, declinati costantemente in tutti gli ambienti, il suo filo conduttore.

 

Ad accomunare le camere della guesthouse è anche il design contemporaneo, che seleziona accuratamente tessuti e arredi, molti dei quali realizzati su misura, e punta allo studio dei volumi per coniugare lusso e funzionalità. Ne è un esempio l’installazione adottata per separare la zona notte dal bagno, una parete in cristallo fumè grigio, parzialmente satinata, che preserva la privacy e amplia lo spazio, lasciando intravedere scampoli di marmo di carrara.

Spostandoci nella zona living, attrezzata con cucina, ritroviamo una continuità cromatica che riafferma il primato del grigio e del nero, imbevuti però della luce abbagliante che entra dalle vetrate affacciate sul giardino. Esterno ed interno comunicano idealmente, restituendo un’atmosfera conviviale che invita gli ospiti a sedere intorno al tavolo per fare due chiacchiere o mangiare un boccone in compagnia.

 

Ovunque si respirano comfort e relax, amplificati da un'attenzione ai dettagli che denota ricercatezza ed eccellenza, tenendosi però a distanza dalla formalità un po' intimidente dei grandi alberghi d'alta fascia.

 

Ogni elemento appare studiato per far parte di un percorso omogeneo, che gioca con i contrasti ma mantiene un'identità precisa e definita: a testimoniarlo, ad esempio, i motivi geometrici ideati ad hoc e presenti un po' dappertutto, dai tessuti delle boisserie ai tavolini, quasi come una firma.

 

Se i materiali e le finiture di pregio adottati nella ristrutturazione sono quelli propri di una residenza prestigiosa, la vivacità dei colori aggiunge un tocco giocoso, riportando leggerezza e familiarità all'ambiente.

Chi si ritrova a passare di qui, per turismo o per lavoro, può insomma sentirsi a casa anche lontano da casa, ma con qualcosa in più: un assaggio dell’anima unica di Milano, grintosa e chic, da portare con sé anche dopo il check out.

www.contiguesthouse.it

SCOPRI GLI HOTEL DI DESIGN PIU BELLI DI MILANO:

Hotel Viu Milan, un albergo a 5 stelle tra i grattacieli di zona Isola
Locanda Pandenus: un b&b di design a Milano
→ Il nuovo Room Mate Hotel Giulia di Patricia Urquiola
 Un nuovo hotel di design a Milano: il restyling dell'Hilton
→ A Milano, il Mandarin Oriental di Antonio Citterio e Patricia Viel


di Elisa Zagaria / 8 Maggio 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Qualcuno ha detto colore?

Ristrutturazione tra antico e moderno alla Wes Anderson

Uffici di design

[Interior Decoration]

Lusso ginnico

Gentlemen club? No, palestra! Nasce il club più esclusivo di Londra

design&wellness

[Interior Decoration]

Appartamento plug & play

Parte da Amsterdam l'idea che cambia il concetto di abitazione

hotel di design

[Interior Decoration]

Coworking di lusso a NYC

Un club privato, ecco la nuova frontiera per gli uffici di design

uffici di design

[Interior Decoration]

Una casa-palafitta sospesa

Quando l'architettura si deve adeguare al terreno e alla natura

Casa moderna

[Interior Decoration]

Restyling colorato in Israele

Un Duplex ristrutturato con il colore per una giovane coppia

Restyling

[Interior Decoration]

Un loft moderno e raw

Ex centrale del gas a Melbourne diventa casa dal sapore industriale

Restyling

[Interior Decoration]

Restyling in punta di piedi

Una casa mediterranea si rifà il look, senza tradire la propria identità

restyling

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web