ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Dalla Paris Plage a Le Drugstore: come godersi l'estate a Parigi

Un giro nella capitale francese, tra luoghi ed eventi da non perdere, e per rigenerarsi un salto a Le Drugstore, l’iconico locale rimesso a nuovo da Tom Dixon

cosa-fare-a-parigi-d-estate
@ Peer Lindgreen

Avete mai visto Parigi d'estate? Col sole che tramonta alle dieci di sera, i parchi che diventano cinema all'aperto, le rive della Senna travestite da spiagge, la Ville Lumière si fa ancor più scintillante. Perciò se avete pensate se in programma un viaggio di lavoro o una fuga romantica nella capitale francese e non sapete cosa fare a Parigi d'estate, mettete in valigia scarpe comode e occhiali da sole e prendete nota. Le prossime settimane sono piene di eventi, luoghi, incontri, che non vi faranno certo rimpiangere il mare.

Per prima cosa fareste bene a dotarvi di una Velib, una delle famose biciclette pubbliche di Parigi, che potete prendere e lasciare dove vi pare. Col vento sul viso, sarà ancora più bello girare per la città a caccia di luoghi iconici o ancora da scoprire. La prima tappa non può che essere il Canal Saint-Martin. Bucolico e pittoresco, coi suoi ponti girevoli e i suoi prati perfetti per un pic nic con gli amici, questo è l'approdo preferito dai parigini in cerca di quiete e relax. Da qui potete proseguire fino alla Villette, e se siete già stanchi di pedalare nessun problema: salite a bordo di uno dei battelli che solcano il fiume (quelli di Canauxrama ad esempio) e godetevi il viaggio, fra panorami mozzafiato e poetiche chiuse. Una volta arrivati, troverete ad aspettarvi un maxi schermo che ogni sera, dopo il tramonto, proietta un film diverso, da gustare sdraiati sull'erba. Per gli amanti del cinema all'aperto da non perdere anche la rassegna La chaise et l’écran, solo nei fine settimana. Ma attenzione: qui la sedia dovete portarvela voi!

Estate è anche sinonimo di festival e Parigi certamente non poteva esimersi: se vi affrettate fate in tempo a tuffarvi nei ritmi vorticosi del Lollapalooza, l'evento rock più grande al mondo, che infiammerà Parigi dal 22 al 23 luglio. Ma la musica non si ferma qui. Per chi predilige atmosfere più romantiche e sofisticate è d'obbligo una sosta al Parc de Bagatelle, che vi incanterà coi suoi roseti in fiore e i suoi concerti di musica classica. Se invece volete ballare e divertirvi potete farlo anche sulla spiaggia. Sì, avete capito bene. Anche quest'anno la riva destra della Senna è stata investita da 5 tonnellate di sabbia, che l’hanno trasformata in uno spicchio di mare: è la Paris Plage, dove potete prendere il sole, fare sport o thai chi, e alla sera intrattenervi con i concerti e gli eventi culturali in programma. A proposito di cultura, per chi non vuol perdere le buone abitudini, ci sono i musei aperti fino a tardi e un paio di mostre da tenere d'occhio: i ritratti di Cézanne ad esempio, al Museo d'Orsay fino al 23 settembre, e la mostra-evento dedicata a Dalida, al Palais Galliera fino al 13 agosto.

Un programma intenso, non c'è che dire. Se avete bisogno di riposarvi un attimo e sorseggiare un drink, abbiamo un ultimo indirizzo da consigliarvi: Le Drugstore, lo storico locale sugli Champs Elysées appena rinnovato da Tom Dixon. Per oltre sessant'anni punto di riferimento dello stile francese più cosmopolita, è questo senza dubbio il locale più cool dell'estate parigina.

 

@ Peer Lindgreen

Il suo fondatore, Marcel Bleustein-Blanchet, è una leggenda della pubblicità. Padre dell’agenzia di advertising Publicis, è l'uomo che inventò gli slogan e portò il concetto di bar americano a Parigi. Correva l'anno 1958, e il glamour di quella stagione indimenticabile torna oggi a rivivere grazie al restyling firmato Tom Dixon.

@ Peer Lindgreen

Un'opera di semplificazione, innanzitutto, che ha messo ordine nell’assetto interno per valorizzare finiture e materiali di pregio. E allora ecco le pareti di legno e i banconi in marmo, esaltati dalle nuance profonde dell'elegante tappezzeria e dal baluginio dorato dei dettagli in ottone. Lo stesso che caratterizza la libreria, punto focale della biblioteca-salotto, in cui rifugiarsi per un'esperienza più intima e raccolta.

@ Peer Lindgreen

A Le Drugstore infatti non si viene solo per mangiare, per quanto l’irresistibile cucina dello chef stellato Éric Frechon non vi lasci altra scelta. Qui potete trovare libri, pasticceria, sigari e persino bijoux. I patiti del vintage apprezzeranno infine le intriganti scelte in fatto di arredi: mentre le sinuose poltrone gialle vengono dall'ultima collezione di Tom Dixon, non può mancare un omaggio alla tradizione, che il designer londinese reinterpreta a modo suo, disegnando pezzi ad hoc, come gli sgabelli di varie altezze, che richiamano quelli realizzati da Mathieu Matégot negli anni ’50 proprio per il Drugstore.

@ Peer Lindgreen

E allora una sosta tra i tavoli di questa brasserie senza tempo con vista panoramica sull’Arco di trionfo, è tutto ciò che vi serve per ricaricare le pile, prima di rimettervi in cammino: l’estate di Parigi è ancora lunga.

@ Peer Lindgreen

www.tomdixon.net

www.publicisdrugstore.com

SCOPRI ANCHE:
→ L’hotel l’Antoine di Parigi decorato dallo stilista Christian Lacroix
→ A Parigi, i due ristoranti dello chef stellato Mathieu Pacaud


di Elisa Zagaria / 20 Luglio 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Total Fusion

Un bistrot milanese tra Oriente e Occidente, all’insegna del melting pot

Travel

[Interior Decoration]

Il legno vince, sempre

Posato alla francese, il parquet è ancora il pavimento più bello

Lifestyle

[Interior Decoration]

Spa per la beat generation

AvroKo a Calistoga riecheggia i miti della generazione Jack Kerouac

Travel

[Interior Decoration]

A cena nei Caruggi

Sulle orme di Alessandro Borghese nei 4 ristoranti migliori di Genova

Travel

[Interior Decoration]

Chiesa con cucina

Duddell’s Hong Kong apre il suo gemello londinese in un'antica chiesa

Travel

[Interior Decoration]

Navigare nel lusso

Una locanda giapponese attraversa il Seto Inland Sea

Travel

[Interior Decoration]

Tendenza graniglia

Tutti i modi in cui interpretare in casa la vera mania del 2018

Lifestyle

[Interior Decoration]

Vacanza Muji

Il primo hotel del brand giapponese apre a Shenzen il 18 gennaio

Travel

[Interior Decoration]

Mixed metals

2018 all’insegna della contaminazione. Che luccica!

Costume

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web