ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

DIMORESTUDIO per il nuovo design store del lusso a Torino

Emiliano Salci e Britt Moran firmano per il multibrand Lagrange12 il restyling di un palazzo storico seicentesco nel centro della città

DIMORESTUDIO (Emiliano Salci e Britt Moran) torna a stupire con un sofisticato mood retrò, nella collaborazione per il progetto Lagrange12, nuovo multibrand del lusso aperto in uno degli storici palazzi seicenteschi del centro di Torino.

L’occasione permette al duo di esprimere la passione per design, arte e moda che contraddistingue tutti i loro progetti e che si sposa benissimo con l’intento dei promotori dell’operazione immobiliare: creare su via Lagrange (angolo via Giolitti) un importante punto di riferimento per il “fashion shopping” torinese, dedicato ad un pubblico italiano ed internazionale.

Ospitalità, maestosità, italianità e internazionalità in ottocento mq distribuiti su due piani. DIMORESTUDIO progetta tre ambienti al piano terra e l’intero primo piano del negozio con una ricetta articolata e audace, che produce un’atmosfera tra lusso e Art Deco.

«Abbiamo voluto sottolineare le proporzioni importanti dello spazio pur creando un'atmosfera accogliente ed elegante. Ci siamo ispirati al gusto italiano degli anni ‘30 e ‘40 reinterpretandolo in chiave contemporanea» spiegano i progettisti.

I richiami al passato emergono nell’utilizzo di materiali come il vetro verde, l’acciaio ossidato, l’acciaio lucido o nero, il marmo verde, rivisitati in una chiave assolutamente attuale.

La spazialità dell’interior design è tutta ritmata, in pianta e sezione, su segni di astrazione geometrica che inquadrano l’architettura, collegano gli ambienti tra loro e instaurano un dialogo costante tra spazio e arredi.

Come nei grandi lampadari decorativi a soffitto, che disegnano una sorta di scacchiera irregolare, e nei motivi decorativi metallici, che come ‘fughe’ prospettiche amplificano gli ambienti e li legano tra loro, sottolineando gli elementi architettonici, dallo zoccolo del pavimento, agli spigoli delle porte, alla boiserie in Alcantara® che riveste le pareti. Sono queste stesse fughe metalliche che idealmente proseguono e disegnano gli spigoli in acciaio lucido delle appenderie, strutture scultoree in ferro verniciato nero, realizzate site specific insieme ai bauli-contenitori di memoria anni ‘20/’30. Le geometrie degli arredi si riflettono a loro volta sul pavimento, nelle intersezioni tra i rivestimenti.

Sullo sfondo di questa danza contemporanea ballata sulla musica continua della geometria alcuni elementi puntuali lavorano da solisti. Sono gli arredi heritage che impreziosiscono le stanze: dalle lampade di Vico Magistretti, BBPR e Stilnovo, a pezzi iconici del design come la chaise longue LC4 di Le Corbusier, Charlotte Perriand e Pierre Jeanneret, e le poltrone di Giò Ponti e Paolo Buffa.

Quando saliamo le scale e percorriamo il corridoio che collega il piano terra al primo piano rimaniamo abbagliati dalle pareti giallo lucido e il matallo illuminati ad hoc. Forse questa è l’origine di quei tagli luminosi che ci indicheranno la direzione per orientarci nelle eleganti geometrie di Lagrange12.

www.dimorestudio.eu

SCOPRI ANCHE:
Decò contemporaneo a Parigi
Gli interior DIMORESTUDIO 


di Laura Arrighi / 21 Giugno 2016

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Filosofia dello spazio

Il restyling di un monolocale a Kyoto, giapponese e contemporaneo

restyling

[Interior Decoration]

Vacanze green con vista

Relax, natura e buona cucina, un indirizzo in Tirolo

hotel

[Interior Decoration]

Abitare tra le nuvole

Pareti blu e nascondigli segreti per un appartamento a Taiwan

restyling

[Interior Decoration]

Il loft che non è un loft

Pareti curve e toni caldi: dimenticate tutto quello che sapete sui loft

restyling

[Interior Decoration]

Minimalismo vittoriano

Unire due stili e due atmosfere: a Londra l’esperimento è riuscito

lounge bar

[Interior Decoration]

Un'oasi in città

A Firenze, un salotto open air per la socialità e il relax

negozi di design

[Interior Decoration]

Nido creativo per due

Cork study, uno spazio ecosostenibile per artisti a Londra

edifici ecosostenibili

[Interior Decoration]

Prada apre a Saint Barts

Uno store in stile esotico tipico delle case sudamericane anni '50

negozi di design

[Interior Decoration]

Lo stupore di Marcel Wanders

Un complesso residenziale ispirato agli elementi della natura

edifici ecosostenibili

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web