ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Douglas House di Richard Meier: patrimonio storico del Michigan

Progettata dal pluripremiato architetto e immersa nei boschi, la casa è entrata nel patrimonio storico del National Park Service

douglas-house-richard-meier-interno
James Haefner

Progettata su modello della Smith House, la Douglas House di Richard Meier è una struttura minimalista immersa nei boschi del Michigan, e appena proclamata patrimonio nazionale

Immersa nei boschi, situata a picco sul pendio di Harbor Spring in Michigan, la Douglas House progettata dal pluripremiato architetto Richard Meier è stata proclamata patrimonio del National Park Service, entrando nell’ambitissimo registro nazionale di historic place.

Foto: James Haefner

Il modello commissionato dai proprietari è quello della Smith House, l’iconica architettura residenziale che Meier progettò negli anni Sessanta nell’area di Gold Coast, in Connecticut, affacciata sul pittoresco paesaggio roccioso del lago vicino alla cittadina di Darien.

La struttura è minimalista e moderna, bianca ed eterea, natura e architettura vivono in un rapporto simbiotico, annullando i confini tra interni ed esterni.

A sinistra: foto Scott Frances. A destra: foto James Haefner

“Normalmente quando le persone entrano in una casa si aspettano che l’esterno venga portato all’interno, ma nella Douglas House, avviene l’opposto: si è trasportati fuori, sul lago e in mezzo agli alberi. I visitatori lasciano l’abitazione con un’esperienza che non hanno mai vissuto prima”, sostiene Richard Meier.

A sinistra: foto Scott Frances. A destra: foto James Haefner

Situata in pendenza nella fittissima foresta del nord del Michigan la struttura minimalista di cinque livelli composta di legno, colonne di acciaio e vetro ha una particolarità dettata dalle condizioni naturali in cui è situata: l’entrata è sul piano più alto. Ad accogliere c’è un roof-deck con le porte che si aprono sull’orizzonte e una vista mozzafiato del paesaggio sottostante. Per raggiungere i livelli inferiori le scale esterne laterali seguono le linee geometriche e serpeggianti del terrazzo che si snoda in lungo e largo per l’intera struttura ad ampie vetrate, con un effetto quasi gravitazionale rispetto la natura, riflettendo le linee della costa, del lago e del cielo aperto all’orizzonte.

Foto: James Haefner

“Siamo onorati per la distinzione storica ricevuta da Douglas House”, aggiunge Maier. “Con tutti i cambiamenti che stanno avvenendo nel mondo oggi è importante che l’architettura continui a emozionarci e sorprenderci esteticamente, così come è sempre stato con le grandi architetture del passato”.

Foto: James Haefner

http://www.richardmeier.com

SCOPRI ANCHE:
Richard Meier
Da Taschen una monografia su Richard Meier
10 architetti da seguire su Instagram


di Monica Mascia London / 7 Settembre 2016

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Hotel o club esclusivo?

Luci soffuse e atmosfera intima da Room Mate Gerard a Barcellona

hotel

[Interior Decoration]

Design giapponese, colori del Perù

Il nuovo Nobu Dowtonwn progettato da David Rockwell

ristoranti

[Interior Decoration]

Design alle Maldive

Ospiti di Cocoon, il resort di design nel blu dell'Oceano indiano

hotel

[Interior Decoration]

La rivoluzione dell'hotellerie

Patrick Norguet firma il nuovo Okko Hotel di Parigi

hotel

[Interior Decoration]

Luxury per tutti

Il nuovo hotel di Ian Schrager a New York

Hotel

[Interior Decoration]

White Forest

La firma di Tokujin Yoshioka per un negozio di scarpe a Tokyo

negozi di design

[Interior Decoration]

Refettorio felice

Ilse Crawford firma il nuovo spazio londinese del progetto di Bottura

ristoranti

[Interior Decoration]

Lavorare di fantasia

Tokyo incontra New York in un coworking...a Madrid

coworking

[Interior Decoration]

Bellezza imperfetta

Makhno firma una casa minimalista e rustica ispirata al wabi-sabi

casa moderna

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web