ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Nell'hotel più nuovo di Stoccolma non vi serve l'abito da sera

Arte, cibo biologico, installazioni idroponiche: é l'Hobo hotel progettato da Studio Aisslinger nella capitale svedese

hobo-hotel-stoccolma-studio-aisslinger

 Senso di community, libertà e voglia di esplorare sono i connotati dell’hotel HOBO a Stoccolma: concetti espressi tramite un design che aggiunge emozione e calore al minimalismo scandinavo

 Un hotel a Stoccolma per chi cerca l’avventura e ama la natura. Un nuovo indirizzo per dormire per chi predilige i materiali puri, un senso accogliente di community, la buona conversazione e la musica. Hobo Hotel è un luogo che apre la mente, che ama l’arte e gli alimenti biologici e fa entrare la natura tra le sue mura grazie ad una verdissima installazione idroponica che copre le pareti della hall centrale e che produce le erbe destinate al ristorante dell’hotel. Ma all’interno non manca neppure un barbiere vintage e un servizio di riparazioni veloci per riprendere in serenità l’avventura del proprio viaggio.

Tutti questi elementi sono stati tradotti in caratteristiche di design da Studio Aisslinger che ha saputo creare un luogo accogliente ed emozionale per dormire a Stoccolma dedicato a ospiti provenienti da tutto il mondo, così come ai local della capitale svedese.

Gli spazi di Hobo giocano con soppalchi, angoli raccolti, e aree comuni di facile accessibilità grazie a posti a sedere comunicativi e invitanti. Per questa ragione si è optato per un design casual e easy-going dando invece la massima attenzione alla cura e ai colori dei materiali capaci di creare un mix di toni caldi e texture naturali. Allora pietra o legno per i rivestimenti, ottone per le rifiniture in metallo, tessuti colorati e illuminazione accogliente.

Tutti i pezzi di design sono stati accuratamente selezionati e progettati dallo Studio Aisslinger in collaborazione con marchi di fascia alta del design europeo: luci del marchio svedese Wästberg, sedute e divani disegnati da Cappellini, rubinetterie Axor di Hansgrohe.

Hobo rappresenta l'evoluzione degli hotel urbani: è situato in un edificio degli anni ’70 e fa parte di un piano di più ampio respiro che punta a dare nuova vita al quartiere di Brunkebergstorg. Oltre alle 200 camere, l’hotel è occupato da spazi sociali come il ristorante, il bar, un’area pop-up destinata agli artisti e ai brand emergenti e una serie di esperienze uniche sviluppate insieme a creativi locali.

La lobby aperta dispone di un’innovativa installazione a parete flipdot, mentre gli ascensori sono decorati con opere d'arte concepite su misura dal duo VÅR. A disposizione degli ospiti anche una gamma di prodotti co-lab come ad esempio la bicicletta Hobo x Velosophy con cui gli ospiti possono comodamente visitare i dintorni muovendosi su due ruote. Le esclusive camere dell’hotel sono definite da un letto centrale e indipendente, orientato verso la finestra e collegato tramite una struttura di acciaio alla scrivania. Una parete di legno perforato con pioli mobili consente di appendere abiti e oggetti all’altezza desiderata.

www.aisslinger.de

www.hobo.se


di Paola Testoni / 9 Febbraio 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Hotel o club esclusivo?

Luci soffuse e atmosfera intima da Room Mate Gerard a Barcellona

hotel

[Interior Decoration]

Design giapponese, colori del Perù

Il nuovo Nobu Dowtonwn progettato da David Rockwell

ristoranti

[Interior Decoration]

Design alle Maldive

Ospiti di Cocoon, il resort di design nel blu dell'Oceano indiano

hotel

[Interior Decoration]

La rivoluzione dell'hotellerie

Patrick Norguet firma il nuovo Okko Hotel di Parigi

hotel

[Interior Decoration]

Luxury per tutti

Il nuovo hotel di Ian Schrager a New York

Hotel

[Interior Decoration]

White Forest

La firma di Tokujin Yoshioka per un negozio di scarpe a Tokyo

negozi di design

[Interior Decoration]

Refettorio felice

Ilse Crawford firma il nuovo spazio londinese del progetto di Bottura

ristoranti

[Interior Decoration]

Lavorare di fantasia

Tokyo incontra New York in un coworking...a Madrid

coworking

[Interior Decoration]

Bellezza imperfetta

Makhno firma una casa minimalista e rustica ispirata al wabi-sabi

casa moderna

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web