ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Un hotel ad Amsterdam apre la sua seconda sede dall'altra parte della strada

Design contemporaneo ma anche spa e galleria d'arte: ecco come fare il restyling di una vecchia banca

Il W Hotel di Amsterdam conclude il suo progetto di ristrutturazione con il completamente del secondo edificio che 100 anni fa ospitava una banca: un mix riuscito di recupero architettonico e design contemporaneo

Ecco la seconda puntata del W hotel di Amsterdam: uno spazio storico che, circa 100 anni fa, conteneva la sede di una delle più prestigiose banche olandesi. Oggi ospita uno dei più interessanti hub creativi nel settore dell’ospitalità situati nel centro storico della Venezia del Nord. Il lussuoso hotel a cinque stelle, a pochi decine di metri dal Palazzo Reale, è distribuito in due differenti edifici dirimpettai sulla centralissima Spuistraat (leggi anche → Il nuovo W Amsterdam, l'hotel distribuito in 2 edifici dirimpettai).

Foto di: Stefan Müller

Il primo lato, aperto poco più di un anno fa, occupava la sede in stile Modernista dell’ex società telefonica, il secondo edificio di stile Neogotico era invece la sede della Kas Bank. Autore di questa ristrutturazione, ad alta sostenibilità, è lo Studio olandese Office Winhov che è stato capace di trovare il perfetto equilibrio tra struttura storica e design contemporaneo.

Foto di: Stefan Müller

Con una superficie totale di 8.200 metri quadri, questa parte dell’hotel nel centro di Amsterdam ospita una City Spa all’interno del vecchio caveau bancario e 66 suite che si vanno ad aggiungere alle 172 camere dell’edificio già esistente.

Foto di: Stefan Müller

Non solo: al primo piano ha trovato dimora lo store X-bank: uno dei migliori negozi di design olandesi e creative incubator per giovani talenti nel campo della moda, dell’arte e della progettazione (leggi anche → X-bank il nuovo indirizzo ad Amsterdam).

Foto di: Stefan Müller

Il negozio di 700 mq dell'Amsterdam hotel è collegato, attraverso un’imponente scala a chiocciola off-white (bianco sporco), ad una galleria di arte contemporanea, a un ristorante e alla Spa al pian terreno.

Foto di: Stefan Müller

Le cassette di sicurezza, le vetrate colorate, gli altissimi soffitti della hall centrale sono state conservate e affiancate da una serie di oggetti e arredi dal design contemporaneo. Nel nuovo progetto di interni, curato dallo tutto Studio Baranowitz + Kronenberg, ogni singola parte della vecchia banca ha trovato una perfetta sintesi e collocazione con il nuovo lo stile dell'albergo olandese.

Foto di: Stefan Müller

L’edificio, appartenente alla lista dei Monumneti di Stato, fu uno dei primi costruiti completamente in cemento armato all’inizio del secolo scorso, e ancora oggi, conserva l’originale facciata in arenaria che la ristrutturazione si è limitata a restaurare e riportare a vecchio splendore. Proprio grazie alla doppia location, l’hotel W di MAsterdam è riuscito a costruire un vero e proprio hub contemporaneo con lo scopo di portare i suoi ospiti a interagire facilmente con la community locale.

Foto di: Stefan Müller

Foto di: Stefan Müller

www.officewinhov.comwww.baranowitzkonenberg.comwww.wamsterdam.com

SCOPRI ANCHE:
Il design dell'Hotel Not Hotel ad Amsterdam
Il nuovo W Amsterdam, l'hotel distribuito in 2 edifici dirimpettai
 La catena The Hoxton apre un hotel ad Amsterdam
Hotel ad Amsterdam: 5 suite di design sull'acqua


di Paola Testoni / 9 Marzo 2017
tags:

Hotel

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Hotel o club esclusivo?

Luci soffuse e atmosfera intima da Room Mate Gerard a Barcellona

hotel

[Interior Decoration]

Design giapponese, colori del Perù

Il nuovo Nobu Dowtonwn progettato da David Rockwell

ristoranti

[Interior Decoration]

Design alle Maldive

Ospiti di Cocoon, il resort di design nel blu dell'Oceano indiano

hotel

[Interior Decoration]

La rivoluzione dell'hotellerie

Patrick Norguet firma il nuovo Okko Hotel di Parigi

hotel

[Interior Decoration]

Luxury per tutti

Il nuovo hotel di Ian Schrager a New York

Hotel

[Interior Decoration]

White Forest

La firma di Tokujin Yoshioka per un negozio di scarpe a Tokyo

negozi di design

[Interior Decoration]

Refettorio felice

Ilse Crawford firma il nuovo spazio londinese del progetto di Bottura

ristoranti

[Interior Decoration]

Lavorare di fantasia

Tokyo incontra New York in un coworking...a Madrid

coworking

[Interior Decoration]

Bellezza imperfetta

Makhno firma una casa minimalista e rustica ispirata al wabi-sabi

casa moderna

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web