ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il miglior hotel in Islanda per guardare l'aurora boreale

Sorge nel mezzo del nulla ed è il luogo ideale per i patiti dell’aurora boreale, da osservare nel comfort più totale

hotel-in-islanda-in-stile-country

L'Hotel Rangá: un ranch in stile americano tutto in legno, con portici e terrazze. 

Dall'incontro tra la natura del grande nord e lo stile country del Texas nasce un piccolo hotel in Islanda piuttosto famoso tra gli appassionati di aurore boreali. A solo un’ora d’auto dalla città di Reykjavik, l’Hotel Rangá appare in fondo alla strada di accesso come una grande casa di campagna, con un'allure da ranch americano tutto legno, portici e terrazze. Gli fanno da corona il famoso vulcano Hekla, ribattezzato "la porta dell'inferno" fin dal Medioevo, il ghiacciaio Eyjafjallajökull e una catena montuosa a Nord-Est e le isole Westman a Sud. Un vero condensato di Islanda, paese che, come recita il suo stesso nome, è la "Terra dei ghiacci", coperta per oltre il 10% da ghiacciai perenni dei suoi 100 chilometri quadrati per una popolazione di circa 330.000 abitanti. Un'isola ricca di paesaggi incredibili che hanno affascinato i grandi sognatori, da Jules Verne con il suo fantascientifico "Viaggio al centro della terra" fino ai registi di "Games of Thrones" che, per la settima stagione del serial, hanno girato scene da brivido proprio in queste zone.

Riscaldato da energia geotermica, l'Hotel Rangá è totalmente ecologico e, data la sua posizione invidiabile, è il luogo ideale per ammirare fantastiche aurori boreali, quando la stagione lo consente. Con grandi vetrate affacciate sul fiume Ytri-Rangá, dove si pesca il salmone, racchiude al suo interno la sorpresa di un ristorante gourmet di ottimo livello, 52 camere accoglienti dall'arredamento country, di cui sette suite a tema, progettate per rappresentare i sette continenti, compresa una suite Antartica, e arredate con pezzi provenienti dai luoghi originali. Spesso nelle sue sale si incontra il proprietario, Friðrik Pálsson, deus ex-machina del resort in stile country che si sofferma con gli ospiti per dare suggerimenti e informazioni sullo spirito del luogo.

A disposizioni degli ospiti anche una sala biliardo e spazi comuni dall’interior design fantasioso e inaspettato, mentre al secondo piano è presente un accogliente salone con bar per gustosi cocktail. Sul retro dell'hotel, anche tre Jacuzzi posizionate open air alle spalle dell’hotel, dove immergersi anche in inverno quando la temperatura scende drammaticamente sotto zero.

Il ristorante è nelle mani dello chef Karl Johann Unnarson, nato e cresciuto in una fattoria del Sud dell'Islanda, territorio da cui trae ispirazione per i suoi piatti. Utilizza prevalentemente ingredienti locali di altissima qualità e il menu rimanda alla moderna cucina nordica con un tocco mediterraneo. Come tiene a precisare:"Usiamo solo materie prime fresche di stagione, preparate in un modo interessante con tecniche e metodi di cottura d’avanguardia. Ci piace combinare ingredienti dalla personalità spiccata, giocando sui contrasti, e li impiattiamo in modo semplice, ma accurato. Durante l'inverno, il nostro menù propone salmone affumicato con uova di e olio di aneto, pulcinella di mare (il famoso puffin) affumicato con pane alla birra e barbabietola marinata, salame d'oca con formaggio locale Cheddar e agnello selvatico con purè di funghi e coulis di ribes. Tutte queste ricette hanno radici classiche islandesi, ma sono preparate e presentate in un moderno stile nordico".

Oltre al room service d’ordinanza, il Rangá offre un servizio speciale attivo 24/24h per l'avvistamento dell’aurora boreale e, chi lo desidera, viene immediatamente svegliato anche nel cuore della notte. A soli cinque minuti a piedi dall’hotel sorge anche un piccolo osservatorio astronomico con tetto roll-off: può ospitare fino a trenta persone ed è dotato di due telescopi informatizzati ad alta prestazione che lo qualificano come l'osservatorio più high-end del paese. Dato che l'inquinamento luminoso del luogo è minimo, si riescono a vedere dettagli incredibili della superficie di Giove e di Marte, la divisione di Cassini degli anelli di Saturno e persino pianeti più lontani, come Urano e Nettuno. Durante il giorno e nelle lunghe notti luminose estive viene invece utilizzato un apposito telescopio con filtro a luce bianca per osservare il sole e individuarne le macchie e i filamenti.

Aperto tutto l'anno, l'hotel mantiene fede allo spirito di casa country anche nell'offerta di praticare diverse attività outdoor, declinate a seconda della stagione, come pesca, golf, equitazione, gite in jeep, percorsi su slitte trainate da cani e in motoslitta sui ghiacciai, rafting, escursioni a piedi, bird watching. Il Rangà è anche la base ideale per esplorare l'altopiano islandese, il percorso del Golden Circle, il ghiacciaio Eyjafjallajökull e la laguna glaciale (Jökulsárlón), i vulcani, le spiagge di sabbia nera, i villaggi di pescatori, le magnifiche cascate e le sorgenti termali.

Di ritorno dalle escursioni sugli altipiani, vale la pena di fermarsi alla Fridheimar Farm, dove si ha la sorpresa inaspettata di vedere coltivata la maggior parte dei pomodori che troviamo in Islanda in serre di ultima generazione. Nel ristorante si possono poi assaggiare piatti e drink che hanno come ingrediente di base il pomodoro, a partire da un classico Bloody Mary per arrivare alla Friðheimar, una zuppa eccezionale.

www.hotelranga.is

 

 


di Laura Maggi / 28 Luglio 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Caffè sì, tavoli no

Un coffee bar senza tavolini – ma con co-working – a Pechino

Uffici di design

[Interior Decoration]

Desideri in cucina

Casamenu, la piattaforma con tutti gli ingredienti della cucina

cucine di design

[Interior Decoration]

L'hotel nella fabbrica di ceramica

Antico e moderno per un'allure senza pari nel centro di Maastricht

Hotel di design

[Interior Decoration]

Quattro amici al bar

Fiori, design e cucina da scoprire dietro un portone milanese

Lifestyle

[Interior Decoration]

Barocco con Twist

Con Gwenael Nicolas nella nuova boutique Dolce&Gabbana

negozi di design

[Interior Decoration]

Il design arabo e l'Europa

Il nuovo ristorante Shababeek a Dubai, firmato Pallavi Dean

ristoranti di design

[Interior Decoration]

Lusso ad Hong Kong

Alla scoperta dei nuovi interni del The Fleming Hotel di Hong Kong

Hotel

[Interior Decoration]

Le camere delle Meraviglie

4 installazioni di cristallo firmate da 4 artisti per Swarovski

Installazioni

[Interior Decoration]

Una birra a Milano

Dwa reinterpreta il bar italiano degli anni '30 per Birrificio Italiano

lounge bar

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web