ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Com'è l'hotel più affascinante dell'isola di Kos?

Paréa è il concetto olistico di ospitalità alla base del nuovo hotel del brand Thomas Cook sula bocca di tutti

00-hotel-kos-casa-cook
Georg Roske

Paréa è la parola greca alla base del concetto di community che l’hotel Casa Cook vuole abbracciare con la sua atmosfera rilassata e la sua struttura architettonica tra tradizione e modernismo etnico

 

Come è l'hotel di Kos più affascinante dell'isola? Slow Living, mindfulness o minimalism sono nuovi concetti alla ricerca di un modo semplificato del vivere, l’idea del raggiungimento della realizzazione personale concentrandosi sulle cose che contano e contemporaneamente l’ascesa dell'economia della condivisione in ogni sorta di community riflettono il desiderio di un più profondo coinvolgimento con gli altri. Sono questi i valori alla base di Casa Cook sull’Isola greca di Kos, un microcosmo sulla spiaggia modellato dai movimenti globali e dalle tendenze urbane che si esprimono in un design molto caratteristico. Dall’attenzione al food fino all'enfasi sul benessere, dalle porte costantemente aperte fino al servizio prestato con calore e simpatia, l’hotel Kos del brand Thomas Cook aperto a luglio di quest’anno, promuove un concetto olistico di ospitalità in gran voga tra i viaggiatori di oggi. La parola greca che esprime questo concetto è "paréa" che può essere tradotto approssimativamente come un incontro con gli amici mentre il suo significato più profondo si riferisce alla cultura della community cioè a quel senso di appartenenza e di connessione che l’hotel vuole esprimere grazie alla sua atmosfera rilassata e alla disposizione delle aree pensate come luoghi ideali per iniziative spontanee e nuovi incontri.

Questo hotel a Kos, Grecia è un rifugio di 100 camere costruito intorno a un bozzolo di spazi intimi e aree sociali che favoriscono il senso di appartenenza e che sono in grado di sviluppare al meglio una forte sensazione di community. Casa Cook Kos è stata costruita direttamente sulla spiaggia: con le montagne di Kos e quelle di Kalymnos e Pserimos all'orizzonte, la natura ha un ruolo importantissimo anche nella maniera di vivere l’hotel che ricorda nella sua struttura gli antichi villaggi greci con i loro stretti labirinti di case immacolate. Qui gli edifici a uno o due piani sono stati progettati per armonizzarsi con il paesaggio e i loro colori fanno rima con quelli della natura in un dialogo dove la luce gioca un ruolo primario aggiungendo una qualità scultorea alle strutture estremamente semplici.

I numerosi edifici piccoli e separati di questo hotel a Kos sono collegati con i giardini e le aree comuni attraverso una rete irregolare di sentieri che avvicinano l’ospite all’idea di un villaggio sviluppatosi organicamente nel tempo, ma sono anche capaci di invitare gli ospiti a rallentare il ritmo della giornata e a fermarsi su una panchina o sotto un albero a riposare. Ognuna delle cinque tipologie di camere - che vanno dalle Doubles alle Villa Suites - è progettata come un santuario privato con massima attenzione alla semplicità elegante che ha un effetto rilassante grazie anche alla palette cromatica giocata su toni naturali piuttosto tenui ma accentuati dai contorni neri oltre a un mix di materiali rustici e levigati a contrasto.

Lampade in midollino o paglia intrecciata e robuste porte in legno sono contrapposte a mobili minimalisti in stile modernista della metà del secolo scorso per un risultato armonico evidenziato anche dal calcestruzzo levigato delle pareti, da comodi divani per le ampie aree living e vasche integrate nei servizi. Nulla è appariscente o eccessivo e i piccoli dettagli come gli interruttori della luce in bachelite o i cestini fatti a mano aggiungono un senso di cura personalizzata. Tutte le camere si aprono su una veranda o terrazza privata e le suite sono anche dotate di una zona soggiorno aggiuntiva e di un ampio giardino con piscina privata.

casacook.com

LEGGI ANCHE:

5 case vacanza con piscina in grecia

L'ospitalità made in greece in un hotel di lusso a Mikonos

La casa mediterranea nella caverna di un vulcano


di Paola Testoni / 24 Novembre 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Ristorante o negozio di fiori?

Il ristorante nascosto dai fiori in Cina

Travel

[Interior Decoration]

Cibo e arte al museo

Lo chef Frederik Bille Brahe presenta il cafè creativo Kafeteria

Travel

[Interior Decoration]

Nostalgia australiana a Seoul

Tutto marmi e accenti artistici, il nuovo ristorante Caravan 2.0

Travel

[Interior Decoration]

Bali da sogno

A Bali OMNIA apre un dayclub capace di colpire tutto i sensi

Travel

[Interior Decoration]

Ladurée a Tokyo

India Mahdavi firma il terzo store della pasticceria francese

Travel

[Interior Decoration]

Artisti nei borghi

3 artisti con Airbnb ridanno slancio ai borghi italiani

Travel

[Interior Decoration]

Elogio dell’anticamera

Restyling di un appartamento vista mare a Lerici

Restyling

[Interior Decoration]

Dentro un De Chirico

Apre a Milano uno store sospeso tra leggerezza e materia

Travel

[Interior Decoration]

Hotel di design a Providence

The Dean mette a frutto le idee degli studenti

Travel

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web