ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Interni in ottone per un loft incastonato a Montreal

Un gioiello minimalista di Jean Verville per vivere tra arte e design

loft-minimal-ottone-montreal-jean-verville
Maxime Brouillet

Se la tua casa fosse come un tuo ritratto. Se la tua casa fosse come un Savile Row. Se la tua casa appagasse più il tuo intelletto, che i tuoi occhi…Cosa rende una casa veramente tua? Cosa rende una casa come la scarpetta di cristallo che calza solo a chi l’ha persa a mezzanotte? Nessuno lo sa! Eppure (certe volte) una Cinderella c’è. E questa è molto probabilmente una di quelle. “Domestic architectural installation N3", così l’ha chiamata il suo architetto, Jean Verville.

Non è uno spazio domestico, non è architettura e non è arte; ma è un mash-up dei tre. Dopotutto il confine tra le discipline è sempre più sfumato, e quindi perché non attingere da vari mondi per dipingerne uno che possa celebrare la personalità di chi lo abita? Il suo committente si fa chiamare “maestro”. E’ misterioso, sofisticato. Così come lo sono gli spazi di questo gioiello in ottone incastonato a Montreal, dove l’interazione tra spazio e immagine, scala umana e minimalismo è costante.

Ogni elemento domestico è ridotto all’osso. Non solo vengono celati alla vista gli elementi complementari, ma anche quelli essenziali dell'abitare; eppure lo spazio non è sterile. Al contrario l’appartamento, seppur minimal, possiede una sottile teatralità, che culmina con l’elemento figurativo del pianoforte a coda. La pianta si articola in una serie di spazi fluidi che scorrono gli uni negli altri. C’è un soffitto di cemento armato a vista; c’è un pavimento di parquet; ci sono muri fatti di tende; mentre gli armadi e i ripostigli sono volumi di ottone. Ci sono contrasti materici e cromatici, anche i riflessi cambiano, a seconda che la luce cada sul metallo o sul cemento.

La sobrietà è monastica, retaggio delle ricerche condotte in Giappone da Verville, ma allo stesso tempo il mood è massimalista. Tuttavia la percezione dello spazio cambia radicalmente nella zona bagno. Qui i contrasti scuri e le ombre profonde della zona living lasciano spazio ad un total white e asettico ed astratto. 

 

www.jeanverville.com

LEGGI ANCHE:

Viaggio in Canada: le mete imperdibili secondo il duo Yabu Pusheleberg

Da garage a loft con poco budget e un progetto ottimista


di Pietro Terzini / 24 Agosto 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Qualcuno ha detto colore?

Ristrutturazione tra antico e moderno alla Wes Anderson

Uffici di design

[Interior Decoration]

Lusso ginnico

Gentlemen club? No, palestra! Nasce il club più esclusivo di Londra

design&wellness

[Interior Decoration]

Appartamento plug & play

Parte da Amsterdam l'idea che cambia il concetto di abitazione

hotel di design

[Interior Decoration]

Coworking di lusso a NYC

Un club privato, ecco la nuova frontiera per gli uffici di design

uffici di design

[Interior Decoration]

Una casa-palafitta sospesa

Quando l'architettura si deve adeguare al terreno e alla natura

Casa moderna

[Interior Decoration]

Restyling colorato in Israele

Un Duplex ristrutturato con il colore per una giovane coppia

Restyling

[Interior Decoration]

Un loft moderno e raw

Ex centrale del gas a Melbourne diventa casa dal sapore industriale

Restyling

[Interior Decoration]

Restyling in punta di piedi

Una casa mediterranea si rifà il look, senza tradire la propria identità

restyling

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web