ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Un loft moderno e raw nella ristrutturazione di una ex centrale del gas dell'800

Hunting for George trasforma uno spazio riconvertito a Melbourne

loft-ristrutturazione-studio-hunting-for-george
Martina Gemmola

A Melbourne in Australia l’edificio costruito nel 1887 che ospitava l’antica centralina del gas è divenuto un loft di gusto industriale

Se siete impegnati in una ristrutturazione di un vecchio edificio, sicuramente vi sarete chiesti quale sia la giusta misura degli interventi da fare: quanto bisogna mantenere -come insegnano Lacaton e Vassal- e quanto eliminare? Se, notoriamente, ristrutturare è più complicato che costruire ex-novo, la ragione probabilmente si annida in questo quesito. Rispettare l’heritage, in special modo se importante culturalmente o architettonicamente, oppure intervenire “con mano pesante”? A questa domanda saprebbero sicuramente rispondere senza indugi i designer dello Studio Hunting for George a cui è stata affidata la ristrutturazione di questa vecchia centrale del gas costruita a  nel 1887. E la risposta sarebbe certamente: “Mantenere e conservare” ma anche "aggiornare e ammorbidire".

Non dobbiamo quindi meravigliarci se in questo loft, ricavato appunto dall’antico convertitore elettrico, i dettagli industriali siano davvero tanti, a partire dalle pareti di mattoni modellati fino alle robuste e alte vetrate di ferro. Hunting for George è riuscita infatti nel suo intento di trasformare con una ristrutturazione edilizia questo patrimonio industriale nella perfetta unità abitativa mantenendo pareti scrostate, alti soffitti e spazi aperti. Proprio quest’ultimi grazie agli arredi caldi e informali hanno assunto un piacevole senso di ospitalità molto lontana dalla freddezza degli spazi industriali. In questo open-space sono state ricavate cucina, sala da pranzo, living e una camera da letto, creando angoli dalla forte personalità senza l’utilizzo di pareti divisorie o tramezzi. Ed è proprio questo ampio spazio che ha permesso ai designer di arredarlo orizzontalmente e verticalmente grazie anche alle tante piante verdi appese agli alti soffitti. Aggiunge Lucy Glade-Wright, Brand Director: "Proprio questo piano aperto ci ha dato la libertà di trasformare tutta la casa e raccontare una storia completa".

Per gli arredi inseriti in questo loft ristrutturato si è scelta un’ampia gamma di materiali: lino, nappa, lana e cuoio oltre al cotone, tutti elementi naturali che si addicono perfettamente a armonizzare ed ammorbidire le linee architettoniche degli interni. La palette cromatica punta sui due colori tan e navy attualissimi e molto presenti nelle collezioni di interni per la stagione 2017/18. In questi favolosi interni fa anche il suo debutto il tavolino della Collezione Oliver: prodotto completamente in Australia e disponibile in soft white e nero opaco. A completamento dell'ampia gamma di articoli di arredo per la casa, compresi tessuti, biancheria, e stoviglie da cucina, il progetto vede anche il lancio di Hunting for George Ceramics, set di piatti in ceramica fatti a mano nella stessa Melbourne.

www.huntingforgeorge.com

LEGGI ANCHE:

La ristrutturazione di una vecchia casa di famiglia che non ha cancellato i ricordi

La ristrutturazione edilizia che ha trasformato una stalla dell'800 in casa moderna

Melbourne eletta città più vivibile del mondo, ecco l'itinerario con 7 tappe imperdibili


di Paola Testoni / 9 Settembre 2017

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Qualcuno ha detto colore?

Ristrutturazione tra antico e moderno alla Wes Anderson

Uffici di design

[Interior Decoration]

Lusso ginnico

Gentlemen club? No, palestra! Nasce il club più esclusivo di Londra

design&wellness

[Interior Decoration]

Appartamento plug & play

Parte da Amsterdam l'idea che cambia il concetto di abitazione

hotel di design

[Interior Decoration]

Coworking di lusso a NYC

Un club privato, ecco la nuova frontiera per gli uffici di design

uffici di design

[Interior Decoration]

Una casa-palafitta sospesa

Quando l'architettura si deve adeguare al terreno e alla natura

Casa moderna

[Interior Decoration]

Restyling colorato in Israele

Un Duplex ristrutturato con il colore per una giovane coppia

Restyling

[Interior Decoration]

Restyling in punta di piedi

Una casa mediterranea si rifà il look, senza tradire la propria identità

restyling

[Interior Decoration]

Giochi di colore

Come dare una sferzata di energia agli interni aziendali

Uffici di design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web