ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Una casa a Londra tra sperimentazione, sostenibilità e design

Spazi inaspettati e soluzioni super green, nel progetto dello studio Pitman Tozer

londra-gap-house-pitman-tozer-living
Nick Kane

Una vista del living della Gap House di Pitman Tozer, progetto sperimentale in un quartiere di villette a schiera tradizionali

Tra le tradizionali villette a schiera di Bayswater, nel West London, trova spazio anche il sottile profilo della Gap House dello studio Pitman Tozer Architects, premiata nel 2009 con la Manser Medal. Tutte le foto © Nick Kane

Più che una semplice villetta, la Gap House è uno stimolante rompicapo green e un’avvincente sfida architettonica per dimostrare che ecosostenibilità e design possono convivere senza scomodi compromessi.

Una casa di famiglia di tre piani, con 4 camere, 2 bagni, una zona living, una cucina, una sala da pranzo e uno studio, costruita su uno dei più sottili scampoli di spazio urbano immaginabili. La Gap House è un comodo e luminoso universo abitativo di 185 mq, letteralmente “strizzato” dietro una facciata larga meno di due metri e mezzo, sorto al posto di un vicolo e di un cortile appartenenti a una proprietà adiacente.

L’abitazione progettata per Luke Tozer, uno dei soci dello studio, e la sua famiglia è stata sviluppata da Pitman Tozer come un progetto sperimentale, ricco di innovative soluzioni per la riduzione delle emissioni e la produzione di energia.

Per risolvere il dilemma stile-efficienza e far si che ogni stanza fosse ampia e luminosa, gli architetti si sono misurati con un difficile rebus. Le camere più piccole sono state collocate nella parte frontale dell’edificio e l’area posteriore è stata sviluppata a cascata, per permettere alla luce di attraversare i diversi ambienti. Un cortile sul retro illumina la zona giorno e una suggestiva scala-scultura a spirale, in legno, funge da pozzo di luce.

www.pitmantozer.com


di Francesco Marchesi / 6 Maggio 2016

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Caffè sì, tavoli no

Un coffee bar senza tavolini – ma con co-working – a Pechino

Uffici di design

[Interior Decoration]

Desideri in cucina

Casamenu, la piattaforma con tutti gli ingredienti della cucina

cucine di design

[Interior Decoration]

L'hotel nella fabbrica di ceramica

Antico e moderno per un'allure senza pari nel centro di Maastricht

Hotel di design

[Interior Decoration]

Quattro amici al bar

Fiori, design e cucina da scoprire dietro un portone milanese

Lifestyle

[Interior Decoration]

Barocco con Twist

Con Gwenael Nicolas nella nuova boutique Dolce&Gabbana

negozi di design

[Interior Decoration]

Il design arabo e l'Europa

Il nuovo ristorante Shababeek a Dubai, firmato Pallavi Dean

ristoranti di design

[Interior Decoration]

Lusso ad Hong Kong

Alla scoperta dei nuovi interni del The Fleming Hotel di Hong Kong

Hotel

[Interior Decoration]

Le camere delle Meraviglie

4 installazioni di cristallo firmate da 4 artisti per Swarovski

Installazioni

[Interior Decoration]

Una birra a Milano

Dwa reinterpreta il bar italiano degli anni '30 per Birrificio Italiano

lounge bar

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web