ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Minimalismo e stile zen per l'ambasciatore olandese a Pechino

Una casa che fonde perfettamente il minimalismo dell’architettura nord europea con gli echi del mondo orientale

minimalismo-stile-zen-casa-ambasciatore-olandese-pechino

La residenza ufficiale dell’ambasciatore olandese a Pechino progettata dallo Studio Kraaijvanger prolunga all’interno l’atmosfera zen del parco che lo circonda

Minimalismo nordico e stile zen si fondono nella residenza dell’ambasciatore olandese a Pechino progettata dallo Studio Kraaijvanger su un grande appezzamento di terreno nel lussuoso quartiere delle ambasciate.

In un ampio parco ricco di verde e immersa in un’atmosfera zen, la dimora sembra fondere perfettamente lo stile minimal dell’architettura nord europea con gli echi del mondo orientale.

Il grande spazio naturale messo a disposizione ha reso possibile progettare la villa con due ali: una dedicata alla rappresentanza e l’altra pensata come dimora privata dell’ambasciatore. Ogni ala ha un orientamento verso il parco pensato come prolungamento esterno dell’atmosfera che si respira nell’architettura e nell'arredamento minimal degli interni.

La parte più espressiva del progetto, commissionato dal Ministero olandese per gli Affari Esteri, è sicuramente il lungo muro di granito mongolo sul quale poggia il tetto sporgente. Il lato sud-est della residenza è costituito invece da un’ampia vetrata completamente trasparente con vista sul giardino progettato come un ‘dry river’ il ‘fiume asciutto’ elemento tipico della tradizione di quiete e meditazione dei parchi orientali. Tra le due ali è stato invece situato un giardino d’inverno che offre la possibilità di godere della sensazione di essere all’esterno anche nel rigido clima invernale di Pechino.

Il progetto è stato affidato agli architetti Dirk Jan Postel, Karin Wolf e Nol van den Boer dello Studio Kraaijvanger. Con sede a Rotterdam lo studio si contraddistingue per l’inserimento nei propri progetti di elementi di base come la trasparenza, le relazioni spaziali e le marcate linee a vista.

www.kraaijvanger.nl

SCOPRI ANCHE:
Itinerario Pechino
Ristorante China Style


di Paola Testoni / 20 Ottobre 2016

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Pizza revolution

Dry 2, il secondo indirizzo della pizzeria più trendy di Milano

Lifestyle

[Interior Decoration]

The Hoxton apre a Parigi

Apre nel secondo arrondissement l'ultimo nato della catena inglese

hotel di design

[Interior Decoration]

New Age indiana

L’hotel W a Goa fa sua la cultura psichedelica e New Age

Hotel

[Interior Decoration]

Hai portato il ficus?

Un rapporto della Nasa svela quali piante tenere in casa

Lifestyle

[Interior Decoration]

L'hotel più bello di Hong kong

In anteprima il progetto di Foster+Partners per The Murray

Travel

[Interior Decoration]

KIKOiD a Milano

In corso Vittorio Emanuele iI nuovo regno di beauty e del make up

Negozi di design

[Interior Decoration]

Benessere sacro

Un resort a Pushkar, la città santa degli induisti

Travel

[Interior Decoration]

Bar underground a Vienna

The Krypt Bar, da locale jazz anni 50 a cocktail bar contemporaneo

Lounge bar

[Interior Decoration]

Un social club a Shenzhen

10.Creative Drink, un locale tra arte, intrattenimento e business

Lounge bar

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web