ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Mix and match per un ristorante argentino a Singapore

Tra pezzi su misura e vintage, il Viewport Studio ha dato un tocco sofisticato ed eclettico all'interior del ristorante Bochinche

mix-and-match-ristorante-argentino-singapore

L'ECLETTICO INTERIOR DEL RISTORANTE BOCHINCHE ACCOSTA LEGNO E MARMO, RIGOROSI MOTIVI GEOMETRICI E VIVACI TOCCHI DORATI. LO SPAZIO È INTIMO E I POSTI A SEDERE DI DUE TIPI: AL BANCONE, CON SGABELLI DISEGNATI AD HOC, O NEI TRADIZIONALI TAVOLINI, CON POLTRONCINE VINTAGE

Mix and match di stili e sapori caratterizzano questo ristorante argentino a Singapore. Quasi sedicimila chilometri e undici ore di fuso separano Buenos Aires dalla città asiatica, ma le distanze si annullano nel locale Bochinche di Chinatown, nel cuore finanziario e commerciale dell'affascinante città-stato del sud est orientale.

Di proprietà dello Spa Esprit Group, brand che gestisce locali e centri benessere in tre continenti, il Bochinche si trova in una tradizionale shophouse. Il progetto di restyling firmato dal Viewport Studio, gruppo di architetti e designer con sede a Londra e Singapore, è riuscito a mettere assieme due culture multietniche, rendendo equamente omaggio a entrambe. Così come la cucina dello chef Diego Jacquet, nativo di Buenos Aires ma cittadino del mondo.

Nella variante spagnola parlato in America Latina, bochinche significa gossip. Una parola che racchiude lo spirito giocoso e informale con cui il Viewport Studio ha reinterpretato l'interior della tipica shophouse che ospita il ristorante argentino. Questi edifici stretti e lunghi, a due o tre piani, costruiti l'uno accanto all'altro fin dal tardo '700, caratterizzano i centri storici di molte città del sud est asiatico e sono diffusissimi nel quartiere di Chinatown a Singapore.

In origine, come suggerisce il nome, ospitavano sia la bottega che l'abitazione, e nella facciata portavano il segno delle tante culture via via stratificatesi. L'esterno del Bochinche è tipicamente cinese, decorato da ideogrammi e motivi floreali. Il caratteristico five-foot way, un corridoio porticato largo solo 5 piedi (circa un metro e mezzo) davanti all'ingresso della shophouse, ospita un paio di tavolini, e anche all'interno del ristorante lo spazio è ristretto. 

L'area dining principale è definita da tavoli e sedie vintage, e il Viewport Studio le ha accostato altre due zone meno tradizionali: un bancone bar e uno spazio davanti alla cucina a vista, con sgabelli disegnati su misura e rivestiti in pelle color verde inglese.  Lo stile del restyling è decisamente eclettico, sofisticato ma eccentrico: si ispira agli eleganti caffè argentini di inizio '900, ma aggiunge un tocco audace per un risultato decisamente contemporaneo e quasi surreale, a proprio agio nel distretto cinese.

Materiali sud americani, come il marmo e il legno, si accostano al rattan, un evidente omaggio alla cultura orientale. Le mattonelle del pavimento disegnano scacchi bianchi e neri riprendendo le tonalità e i geometrismi della carta da parati, progettata su misura a partire dal logo del ristorante Bochinche. Le cornici dorate inquadrano stampe cinesi e quadri ispirati alla vivace scena street art argentina, mentre a illuminare il locale è una collezione di sospensioni vintage d'ottone, decorate da cherubini.

Il menu offre le tradizionali empanadas, le carni alla griglia, le crocchette di chorizo con peperoni affumicati e amaranto rosso oltre al dulce de leche con gelato al gusto banana split, il tutto accompagnato dal tipico Merlot argentino. Per una pausa di gusto a dieci minuti a piedi dal Red Dot Design Museum Singapore.

Bochinche, 01-02,
115 Amoy Street,
Singapore 069935

http://www.bochinche.com.sg  


di Alessandra D'Angelo / 20 Dicembre 2016

CORNER

Interior Decoration collection

[Interior Decoration]

Luxury per tutti

Il nuovo hotel di Ian Schrager a New York

Hotel

[Interior Decoration]

White Forest

La firma di Tokujin Yoshioka per un negozio di scarpe a Tokyo

negozi di design

[Interior Decoration]

Refettorio felice

Ilse Crawford firma il nuovo spazio londinese del progetto di Bottura

ristoranti

[Interior Decoration]

Lavorare di fantasia

Tokyo incontra New York in un coworking...a Madrid

coworking

[Interior Decoration]

Bellezza imperfetta

Makhno firma una casa minimalista e rustica ispirata al wabi-sabi

casa moderna

[Interior Decoration]

Casa effetto collage

Contrasto di colori e materiali in una casa per quattro nel Sud di Londra

restyling

[Interior Decoration]

Parigi-Tel Aviv senza aereo

Cucina mediorientale e toni pastello nel 10° arrondissement

ristoranti di design

[Interior Decoration]

Very, very Berlin!

Una casa minimal chic nel quartiere emergente più cool

stile minimal

[Interior Decoration]

I segreti di un gioiello Bauhaus

3 curiosità su Villa Harnischmacher II disegnata da Marcel Breuer

casa moderna

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web